Game of Thrones 8: una scena tagliata avrebbe spiegato meglio la decisione di Jon Snow

Autore: Silvia Artana ,
Copertina di Game of Thrones 8: una scena tagliata avrebbe spiegato meglio la decisione di Jon Snow

Alcuni fan lo hanno amato, altri lo hanno odiato e altri ancora stanno elaborando il lutto (a prescindere dal giudizio). Ma una cosa è certa. Il finale di Game of Thrones continua a fare a discutere e (molto probabilmente) sarà così a lungo.

Gli argomenti che infiammano il web sono pressoché infiniti (dalla sceneggiatura "tagliata con l'accetta" all'evoluzione dei personaggi), ma è soprattutto uno a non dare pace a tanti(ssimi) tra i milioni di spettatori che per 10 lunghi anni hanno seguito le vicende di Westeros e dintorni in TV: la morte di Daenerys per mano di Jon Snow.

Advertisement

HBO
GoT 8: Jon uccide Daenerys
Una serie di schizzi preparatori rivela nuovi dettagli sulla decisione di Jon

Certo, per molti non è stata una sorpresa. Il figlio putativo di Ned Stark, l'eroe riluttante, il giovane che non voleva essere re, ma più di ogni cosa voleva la salvezza della sua famiglia, della sua gente e (in ultima istanza) dell'umanità tutta, non poteva agire diversamente da come ha agito.

Tuttavia, per la stragrande maggioranza dei fan, il modo in cui è arrivato a fare quello che ha fatto non rende giustizia né alla sua storia personale né a quella con la Madre dei Draghi (anche se, per dirla tutta, non è mai stata così convincente). E in effetti, le cose avrebbero dovuto andare diversamente.

Come riportano Metro ed Express.co.uk, una scena tagliata avrebbe spiegato meglio la decisione di Jon. A rivelarlo è una serie di schizzi (che trovate qui sotto) firmati dalla designer di produzione, Deborah Riley, contenuti nel libro The Art of Game of Thrones pubblicati in anteprima da Insider.

Deborah Riley/HarperVoyager
GoT 8: gli schizzi preparatori della scena che spiega meglio la decisione di Jon Snow
Gli schizzi che spiegano la decisione di Jon Snow nel libro The Art of Game of Thrones

Nelle tavole, il legittimo erede del Trono di Spade viene mostrato mentre cammina tra le rovine di Approdo del Re, in preda a un profondo turbamento. L'ex Lord Comandante e Re del Nord è lacerato tra i sentimenti che prova per Daeneys e lo scenario di morte e distruzione causato dalla donna che ama e alla quale ha giurato fedeltà. Alla fine di questo percorso reale e interiore, Jon si ritrova di fronte al centro del potere della Capitale (o meglio, quello che ne resta).

L'intera sequenza è descritta da una didascalia che (di fatto) è diventata la scena vista in TV:

Advertisement

Mentre si dirige alla Fortezza Rossa, lottando con una scelta che solo lui può fare, si imbatte in un grande mucchio di cenere, che si rivela essere Drogon che dorme. Riconoscendo Jon Snow, il drago gli permette di entrare e di accedere alla sala del trono... gli Immacolati sorvegliano dal basso.

La presenza degli Immacolati avrebbe anche spiegato (meglio) perché la colpevolezza di Jon Snow è risultata subito apparente a Verme Grigio.

Advertisement

HarperVoyager/Amazon
Il libro The Art of Game of Thrones
Il libro The Art of Game of Thrones che svela i retroscena della stagione 8

Il taglio della scena deciso dai "grandi capi" ha reso implicito il momento definitivo in cui il giovane Targaryen matura la sua drammatica decisione. Il risultato è un plot twist che per quanto maestoso, non lo è come avrebbe potuto essere. In ultima istanza, il problema che ha afflitto (purtroppo) tutta la stagione 8.

Senza contare che il finale lascia più di una domanda senza risposta.

In un articolo su NME, l'editor Christopher Hooton osserva che il finale non conclude davvero nulla e mette ai fan una pulce nell'orecchio mica da ridere:

È così che finisce la storia? Il modo in cui Drogon scompare con Daenerys morta (per il momento?) non è stato spiegato e il fatto che venga citato verso la fine dell'episodio [al Concilio ristretto presieduto da Bran, n.d.r.] è sospetto. [...] Qualcuno crede davvero che Jon passerà il resto dei suoi giorni oltre la Barriera, senza sposarsi, senza avere figli e mantenendo segreta la sua identità? Le scene finali forse hanno chiuso in modo eclatante una porta, ma sembra che altre siano state lasciate aperte intenzionalmente.

L'ipotesi è affascinante e incredibilmente emozionante (a dire poco). Ma lo è ancora di più lasciare Daenerys, Drogon e Jon al loro destino. Qualunque esso sia.

Advertisement

In fondo, in modi diversi, tutti loro hanno trovato la pace.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

House of the Dragon, il riassunto della prima stagione

Leggi per ricordare tutti gli eventi principali che sono avvenuti nella prima stagione della serie TV House of the Dragon.
Autore: Francesca Musolino ,
House of the Dragon, il riassunto della prima stagione

La prima stagione della serie TV House of the Dragon si conclude dopo dieci episodi carichi di contenuti, inseriti soprattutto attraverso dei salti temporali intercorsi tra un episodio e l'altro di House of the Dragon. Questo dei salti temporali, è un espediente narrativo che permette di raccontare in breve lunghi eventi della storia, mostrando su schermo solo l'essenziale.

Nel corso di questi salti temporali avvenuti negli episodi della serie TV House of the Dragon, ci sono stati matrimoni e nuove nascite non sempre di facile collocazione. Inoltre alcuni dei protagonisti di House of the Dragon cambiano attore più di una volta. Un'azione necessaria per giustificare la crescita fisica dei personaggi, che avviene proprio nel corso dei salti temporali di House of the Dragon.

Sto cercando altri articoli per te...