Girl power. La rivoluzione comincia a scuola, il libro da cui è tratto il film Netflix e le sue tematiche

Autore: Cristina Migliaccio ,
Netflix
2' 20''
Copertina di Girl power. La rivoluzione comincia a scuola, il libro da cui è tratto il film Netflix e le sue tematiche

Da poco arrivato su Netflix, Girl Power - La rivoluzione comincia a scuola è il film tratto dall'omonimo libro di Jennifer Mathieu. Il film è stato distribuito da Netflix a partire dal 3 marzo 2021 e fa sue tematiche tanto importanti quanto ormai ben conosciute e affrontate. Nel libro, come nel film, si parla di inclusione, femminismo e affronta la ben nota lotta contro il patriarcato, che fa sue pratiche maschiliste ormai troppo arcaiche per poterle sostenere ancora oggi.

La protagonista della storia è un'adolescente, il suo nome è Vivian e la rivoluzione parte proprio da lei, tra i banchi di scuola. Ad interpretarla nel film Netflix è Hadley Robinson, una giovane attrice che abbiamo conosciuto anche in Utopia, Sto pensando di finirla qui e Piccole Donne. Il film ha avuto un forte riscontro, tanto che è già schizzato nella top 10 dei contenuti più visti sulla piattaforma streaming ed è diretto e prodotto da Amy Phoeler. Ma di cosa parla il romanzo? E quali sono le tematiche che affronta? 

Advertisement

Il libro e la trama

Girl Power - La rivoluzione comincia a scuola è stato pubblicato in Italia nel 2018 dalla casa editrice Mondadori. La storia narrata è quella di Vivian, una teenager stanca di tutto e tutti e per questo decide di iniziare una battaglia contro le regole e contro la mentalità arcaica della società. Vivian inizia a prendersela con le regole della scuola, che impone un determinato abbigliamento che sembra punire soltanto le ragazze. E poi inizia ad allargare gli orizzonti, stufa di dover sopportare sotto i propri occhi il tormento dei giocatori di football che, incuranti del peso delle loro azioni, "palpano" le ragazze tra i corridoi.

Prodotto Consigliato Girl Power – La rivoluzione comincia a scuola di Jennifer Mathieu 17.1€ da Amazon 17.10€ da Mondadori

Advertisement

Vivian è stufa che le donne vengano trattate come oggetti sotto l'indifferenza generale: perché tutti sanno, ma nessuno parla. E allora lo fa lei. Prende coraggio e crea una fazione femminista chiamata "GRRRinta!". L'ispirazione arriva da sua madre, una donna ribelle (una vera punk negli anni '90), e a poco a poco la cerchia si allarga, arrivano altre alleate ribelli che l'aiuteranno a mettere in piedi una grande rivoluzione. 

Le tematiche 

Tante sono le tematiche che emergono da questo libro (e anche dal film), prima tra tutte la voglia di riscatto, la necessità di rialzarsi e ottenere una parità che dovrebbe essere data in dotazione originale. Vivian e il suo gruppo di amiche "ribelli" vogliono soltanto raccontare in chiave piuttosto moderna e reale quello che accade al giorno d'oggi e quello che è accaduto in passato (e che forse continuerà ad accadere purtroppo). 

Il romanzo è un Young Adult, per questo è adatto a lettori da 12 anni in su e potremmo intenderlo come un esempio di empowerment, una dimostrazione di solidarietà tra donne che anziché fare muro decidono di fare squadra e di combattere contro un nemico comune (la società, lo stereotipo, il sessismo). 

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Lo schiaffo di Will Smith a Chris Rock agli Oscar: storia e retroscena

Dallo schiaffo in diretta TV a Chris Rock al bando decennale dall'Academy: la ricostruzione di tutto lo scandalo che ha travolto Will Smith, continuamente aggiornato.
Autore: Elisa Giudici ,
Lo schiaffo di Will Smith a Chris Rock agli Oscar: storia e retroscena

Una macchia che non si cancellerà mai dalla reputazione dell'attore Will Smith: la schiaffo dato a Chris Rock in diretta televisiva durante la cerimonia di consegna degli Oscar 2022 è stato questo. Da qui fino ai necrologi lui dedicati, Smith dovrà gestire la pesantissima eredità di un gesto (e del conseguente comportamento tenuto nei giorni successivi) per molto, molto tempo.

Lo scoppio d'ira di Will Smith è costato caro a tanti altri e ha avuto l'effetto in un terremoto per l'Academy, Netflix, la comunità afroamericana e il mondo del cinema in generale. Le discussioni su quanto fatto da Smith hanno tenuto banco per giorni, le reazioni si sono susseguite a settimane di distanza, fino alla storica decisione ufficiale di bandire Will Smith dall'Academy per un decennio e non ufficiale di mettere in stop tutti i progetti a cui stava lavorando, a data da destinarsi.

Sto cercando altri articoli per te...