Godzilla: King of the Monsters, una nuova immagine ci mostra il colossale kaiju del film

Autore: Emanuele Zambon ,
Copertina di Godzilla: King of the Monsters, una nuova immagine ci mostra il colossale kaiju del film

Lunga vita al re. A rendere omaggio al non plus ultra dei sauri cinematografici è Michael Dougherty, regista dell'atteso Godzilla: King of the Monsters, attraverso un tweet in cui esalta l'aberrante creatura che ritroveremo nel sequel del reboot di Gareth Edwards del 2014.

Una prima, parziale, versione del film verrà mostrata al Tokyo Comic-Con il prossimo 1 dicembre (mentre la pellicola sbarcherà nelle sale USA il 31 maggio 2019). Quale occasione migliore, allora, per dare una nuova sbirciatina in anteprima al sauro atomico?

Advertisement

Dopo un primo trailer che parlava di estinzione umana alle porte, anticorpi mostruosi e devastazione, l'attesa è lievitata attorno a Godzilla: King of the Monsters. Dougherty ha innalzato ancora di più il livello di hype con un tweet in cui magnifica il rettile ideato a metà anni '50 del XX secolo:

Niente sulla Terra ha eguali. Una creatura che non conosce la paura. Guarda dall'alto tutti gli esseri arroganti. È il re di tutto quello per cui andiamo fieri.

La pellicola è il terzo film del franchise crossover MonsterVerse, l'universo condiviso di Legendary e Warner Bros. Pictures che riunirà tutti i kaijū della tradizione e che, soprattutto, riproporrà lo scontro tra titani tra Godzilla e King Kong. Il faccia a faccia tra i due bestioni avverrà in Godzilla vs Kong, atteso al cinema per il 2020.

Advertisement

Conosciuto per lo "scult" natalizio Krampus, a Dougherty è stato affidato il compito di realizzare un sequel di Godzilla in grado di far interagire il sauro con altri mostri di pari grado come Mothra, Rodan e King Ghidorah.

Il mondo perduto

King of the Monsters segue da vicino le mosse della misteriosa organizzazione governativa Monarch (introdotta prima nel film di Edwards del 2014 e poi in Kong: Skull Island), il cui destino si legherà a quello della biologa Emma Russell (la interpreta Vera Farmiga), rapita per motivi ignoti. La star di Stranger Things, Millie Bobby Brown, interpreta invece la figlia della dottoressa che si ritroverà invischiata nella lotta per la supremazia dei risorti kaijū.

La pellicola arriverà nelle sale italiane la prossima estate. Nel cast, oltre alle protagoniste femminili Farmiga e Brown, troveremo anche Zhang Ziyi, Kyle Chandler, O'Shea Jackson Jr., Bradley Whitford, Ken Watanabe, Thomas Middleditch, Charles Dance e Aisha Hinds.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Euphoria 3, Zendaya entusiasta degli sviluppi narrativi

Leggi cosa ha dichiarato Zendaya, protagonista di Euphoria, sulla prossima terza stagione della serie HBO che promette nuovi scenari.
Autore: Giulia Angonese ,
Euphoria 3, Zendaya entusiasta degli sviluppi narrativi

Zendaya, star della serie TV Euphoria nel ruolo di Rue, adolescente con problemi di droga, in un'intervista con The Hollywood Reporter, ha rivelato cosa le piacerebbe vedere nella prossima stagione del teen drama HBO che racconta amicizie, traumi e amori di un gruppo di liceali della California. La seconda stagione di Euphoria, uscita nello scorso gennaio (qui le nostre considerazioni), ha approfondito singolarmente le storie dei giovani personaggi, arrivati ormai alla fine del liceo e pronti a entrare così nel mondo degli adulti. Una nuova dimensione che per Zendaya sarà ricca di emozioni, soprattutto per la sua Rue, in procinto di affrontare un percorso di recupero dalla tossicodipendenza.

Sarà interessante esplorare i personaggi fuori dalla scuola. Voglio vedere come sarà Rue nel suo percorso di sobrietà, potenzialmente caotico. Vale anche per gli altri personaggi, i quali stanno cercando di capire cosa fare delle loro vite, una volta finita la scuola, e che tipo di persone vogliono essere.

Sto cercando altri articoli per te...