Google Stadia: ecco il test di connessione che ti dice se ci puoi giocare

Autore: Andrea Guerriero ,
Copertina di Google Stadia: ecco il test di connessione che ti dice se ci puoi giocare

Mentre l'E3 2019 è entrato ormai nel vivo, con il Direct di Nintendo a chiudere la tradizionale tornata di conferenze, il popolo di videogiocatori guarda a Google Stadia con rinnovato interesse.

Protagonista di una presentazione completa lo scorso 6 giugno - in cui sono stati snocciolati i prezzi dell'abbonamento, il periodo di uscita e la line-up di lancio -, la piattaforma del colosso di Mountain View pensata per il gaming in streaming mette sul piatto proprio una diversa filosofia di gioco. Fondata sul cloud e svincolata da ogni tipo di console canonica. 

Advertisement

Tutto, con Stadia, si baserà sulla connessione di rete, che dovrà essere sufficientemente veloce per permetterci di goderci i nostri titoli preferiti senza troppi patemi d'animo. Più in particolare, per poter eseguire i giochi in 4K 60 FPS HDR con audio surround 5.1, dovrete per forza avere una connessione in download pari o superiore a 35 Mbps. Se vi accontentate dei 720p e 60 FPS, potrete giocare con una connessione che raggiunge i 10 Mbps. Se invece raggiungete almeno i 20 Mbps, potrete puntare ai 1080p 60 FPS HDR con Audio surround 5.1.

Advertisement

Se non sapete con certezza se sarete in grado di giocare con Google Stadia - a partire dal prossimo novembre - con la vostra configurazione di rete, la stessa Google ha la soluzione adatta a voi: fiondadovi a questo indirizzo potete trovare uno strumento dedicato che vi indicherà con un rapido test (meno di trenta secondi) se siete in grado di giocare a Google Stadia e, nello specifico, con quale qualità.

Google

Stadia è la piattaforma di Google pensata per il gioco in streaming

Big G fornisce pure qualche suggerimento per eseguire il test al meglio. Per iniziare, è importante usare il dispositivo e la rete con cui riprodurre i contenuti. Assicuratevi di chiudere altre schede o servizi di streaming, ad esempio di video e musica, interrompendo qualsiasi condivisione file o download correnti, per evitare di sfalsare i risultati. Ovviamente, indipendentemente dalla vostra velocità massima, l'importante è avere una connessione Wi-Fi o Ethernet stabile.

Quali sono i risultati che avete ottenuto? Fatecelo sapere nei commenti!

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Netflix licenzia altre 300 persone (ma continua a investire)

Altre 300 persone hanno perso il lavoro a causa della crisi Netflix, che comunque continua a investire su prodotti originali.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Netflix licenzia altre 300 persone (ma continua a investire)

È la stessa azienda ad annunciarlo. Netflix ha purtroppo licenziato altri 300 dipendenti, dopo averne "mandati a casa" 150 il mese scorso. Si tratta di un nuovo taglio del personale pari al 3% della forza lavoro dell'azienda che conta circa 11 mila dipendenti.

La dichiarazione di un portavoce di Netflix ha fatto sapere che:

Sto cercando altri articoli per te...