Graceland 2, dall’8 gennaio su FOX

Autore: Redazione NoSpoiler ,

“Durante una retata antidroga, il Governo degli StatiUniti ha confiscato una villa sul mare in una località segreta nel sud dellaCalifornia.

Il posto è stata trasformato in una residenza peragenti sotto copertura della DEA, dell'FBI e della Dogana.

Advertisement

Ciò che segue si basa su fatti reali legati a questavilla conosciuta, non ufficialmente, come…

GRACELAND.”

Advertisement

Così iniziavail primo episodio di Graceland,andato in onda lo scorso anno su FoxCrime. E dopo una prima stagioneappassionante, è arrivato finalmente il momento di ritornare a (in)seguire inostri agenti sotto-copertura preferiti. Quando? Semplice, da giovedì 8 gennaio su FOX.

Ma che cosaci aspetta in questa nuovo ciclo di episodi? Ce lo anticipa Jeff Eastin,creatore di Graceland e White Collar: Laseconda stagione avrà un tono più sexy, e con questo non intendo solo unsacco di pelle, sebbene ne mostriamo davvero tanta. Voglio davvero esplorare lerelazioni, che non sono fatte solo di persone che parlano e basta, ma anche digente che va a letto insieme”.

L’autore haperò assicurato che non mancherà il dualismo tra Mike e Briggs, i dueprotagonisti, che ha caratterizzato l’intera prima stagione.

Insomma,gli elementi per iniziare alla grande il 2015 ci sono tutti. Sarete in grado dicoglierli?

Graceland 2 vi aspettadall’8 gennaio, ogni giovedì alle 21, in prima assoluta su FOX.

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

I migliori colpi di scena dei film di M. Night Shyamalan

Scoprite i migliori colpi di scena della filmografia di M. Night Shyamalan, grande utilizzatore di questa consolidata tecnica.
Autore: Max Borg ,
I migliori colpi di scena dei film di M. Night Shyamalan

Quando si pensa a M. Night Shyamalan, viene subito in mente la nozione del colpo di scena, vero e proprio marchio di fabbrica del regista dal 1999, al punto che in alcuni casi, come ad esempio quando è uscito E venne il giorno, parte delle reazioni negative era legata all’assenza di un ribaltamento.

Questi ribaltamenti hanno trasformato Shyamalan in un marchio riconoscibile, anche e soprattutto ai fini del marketing, a volte con applicazioni curiose: nel 2004, uno dei primi trailer di The Village non si limitò a menzionare i film precedenti del cineasta, ma iniziò proprio con delle clip degli stessi, scandendo la cronologia della carriera del regista in seno alla Disney in quegli anni. 

Sto cercando altri articoli per te...