Hanna, il trailer della seconda stagione (e cosa anticipa)

Autore: Maria Teresa Moschillo ,
Copertina di Hanna, il trailer della seconda stagione (e cosa anticipa)

Hanna è un'intricata serie Amazon Prime Video creata e scritta da David Farr. Basata sull'omonimo film del 2011, la serie ha esordito con la sua prima stagione nel 2019 e si appresta a fare ritorno sulla piattaforma streaming di Amazon con 8 nuovi episodi, disponibili dal prossimo 3 luglio.

Hanna (Esmé Creed-Miles) è una ragazzina di 15 anni che vive con Erik (Joel Kinnaman), il suo padre adottivo, in una lontana e sperduta foresta della Polonia. Erik, tempo addietro, reclutava giovani donne incinte per un programma speciale della CIA, chiamato Utrax, finalizzato a migliorare il DNA dei bambini con lo scopo di trasformarli in indistruttibili soldati. Tutto cambiò, però, quando Erik per amore di Johanna, madre di Hanna, decise di salvare la bambina e fuggire via con lei.

Advertisement

15 anni dopo, Erik e Hanna attirano l'attenzione di Marissa (Mireille Enos), agente speciale del programma Utrax che è da sempre sulle loro tracce. Al termine della prima stagione, Hanna sembrava essersi finalmente sbarazzata dell'agenzia governativa Utrax. Per liberare anche la tirocinante Clara (Yasmin Monet Prince), però, ha perso il padre adottivo Erik.

Abbiamo lasciato Clara e Hanna libere nella foresta, convinte di aver finalmente trovato la loro strada e, soprattutto, di essersi emancipate dal programma Utrax. Le cose, però, non sono come sembrano, e il trailer della seconda stagione di #Hanna divulgato da Amazon Prime Video ce lo anticipa: Hanna, che sfoggia un nuovo algido look con capelli biondo platino, è fortemente determinata ad avere vendetta: vuole salvare gli altri ragazzi che, come lei, sono oggetto delle attenzioni di Utrax e addestrati con il solo scopo di fare del male e uccidere, come macchine da guerra. Ha il preciso piano di distruggere, dall'interno, l'organizzazione.

Hanna Hanna Thriller sofisticato e dramma di formazione al tempo stesso, HANNA segue lo straordinario percorso di una ragazza cresciuta in una foresta, che cerca di sfuggire alle inarrestabili indagini di un ... Apri scheda

Advertisement

Le anticipazioni sulla seconda stagione

Hanna, dopo aver saputo tutta la verità circa il suo passato da Erik, è consapevole di non essere l'unica ragazza con straordinarie abilità ad aver ricevuto un training speciale. L'organizzazione Utrax, infatti, ha creato un gruppo di ragazzi qualificati che faranno parte di una seconda fase del programma di addestramento, The Meadows. Durante la seconda fase, le reclute si trovano improvvisamente libere da ogni restrizione o vincolo, ma la loro libertà nel mondo esterno è purtroppo solo apparente e prevede una dura contropartita.

Nella seconda stagione, Hanna - che ha salvato la vita di Clara - si ritrova a fare da infiltrata nelle strutture di The Meadows, gestite come il resto del programma Utrax da John Carmichael (Dermot Mulroney) e dal suo fidato braccio destro, Leo Garner (Anthony Welsh). Inaspettatamente, Hanna troverà un'alleata proprio nell'agente CIA Marissa, intenzionata a proteggere se stessa e Hanna dall'organizzazione che le ha voltato le spalle e di cui un tempo si fidava.

Amazon Prime Video
Hanna ed Erik in una scena della prima stagione
Hanna ed Erik in una scena della prima stagione

Frequentando The Meadows, Hanna farà la conoscenza di altri ragazzi speciali come lei, tra cui Sandy (Áine Rose Daly) e Jules (Gianna Kiehl). Questa esperienza la porterà a interrogarsi sul proprio ruolo nel programma Utrax e, nondimeno, su quale sia il suo posto nel mondo.

Ricordiamo che la seconda stagione di Hanna sarà disponibile in streaming su Amazon Prime Video a partire dal 3 luglio.

Advertisement

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Kill Bill accusato di razzismo da Meghan Markle

Meghan Markle condanna Kill Bill e Austin Powers per il ritratto poco lusinghiero della donna asiatica. Lucy Liu invece sostiene che questo sia razzismo.
Autore: Chiara Missori ,
Kill Bill accusato di razzismo da Meghan Markle

Nel suo podcast Archetypes su Spotify, Meghan Markle è tornata a parlare di stereotipi femminili. L’attrice e moglie del principe Harry ha dedicato il nuovo episodio a quanto Hollywood avrebbe contribuito a sessualizzare le donne asiatiche e allo stereotipo della Dragon Lady con cui molti identificano tutte le donne asiatiche dipingendone un ritratto pieno di preconcetti: forti, dominanti, misteriose, sessualmente attraenti e, quindi, tutte uguali.

Il termine Dragon Lady risale alla fine del diciannovesimo secolo, deriva dalla donna cattiva nel fumetto Terry e i pirati ed è stato poi ispirato anche da personaggi interpretati dall’attrice Anna May Wong negli anni venti, prima star del cinema sino-americana e prima a diventare una celebrità internazionale.

Sto cercando altri articoli per te...