Harry Potter: a Londra la mostra per celebrare i 20 anni dall'uscita

Autore: Francesca Pozzi ,
Copertina di Harry Potter: a Londra la mostra per celebrare i 20 anni dall'uscita

Sembra impossibile ma sono passati ormai vent'anni da quel fatidico 1997, anno della prima edizione britannica di Harry Potter E La Pietra Filosofale (arrivato in Italia solo nel 1999) primo, sfolgorante e magnifico atto di una saga che, a tutt'oggi, è ben presente nei cuori di milioni di fan. 

A dimostrarlo, sono la gran varietà di iniziative e nuove pubblicazioni per celebrare l'anniversario che, in questo 2017, coincide proprio con quei famosi "19 anni dopo" che hanno segnato l'addio al mago più famoso del mondo e il primo giorno di scuola del piccolo Albus Severus Potter.

Advertisement

19 anni dopo, un nuovo inizio ed un nuovo protagonista

Ai festeggiamenti per il lieto anniversario si unisce anche l'illustrissima British Library di Londra che, per l'occasione, ha organizzato una mostra commemorativa tutt'altro che banale.

La mostra, dal titolo Harry Potter: A Journey Through A History Of Magic, si propone di mostrare al visitatore il mondo magico di Harry Potter come non mai stato visto.

È compito più che ambizioso, che si concretizza magistralmente attraverso l'esposizione di materiale unico nel proprio genere. 

La fenice in mostra: diffenze tra folklore medievale e il mondo di Harry Potter

Da una parte ci sarà l'esposizione di bozzetti inediti disegnati dalla stessa autrice (che mai prima di oggi sono stati mostrati al pubblico), dall'altra, documenti antichi di origine medievale legati alla creazione della celeberrima pietra filosofale.

Advertisement

Dal medioevo però, non arrivano solo antichi e preziosi manoscritti. Per tutta la durata della mostra infatti, la British Library metterà in esposizione numerosissimi oggetti - ritenuti - magici rimasti nascosti per molto tempo nei suoi archivi.

Advertisement
La mostra si racconta attraverso i numeri

Scopo della mostra (oltre quello di celebrare i vent'anni del celebre mago) è dunque quello di mostrare il "vero" volto della magia, approfondendo leggende e folklore popolare che sono alla base dei romanzi di J.K. Rowling.

Ma non è tutto. Grandi e piccini potranno anche prendere parte a vere e proprie dimostrazioni di magia, grazie alle quali sarà possibile capire come creare una "vera" pietra filosofale.

Attenzione però, non è tutto oro ciò che luccica e a ricordarcelo è proprio Albus Silente.

Sai, la pietra filosofale non era poi una cosa tanto prodigiosa. Sì, certo: tutti i soldi e tutta la vita che uno può volere... Sono le due cose che la maggior parte degli esseri umani desidera più di ogni altra... Ma il guaio è che gli uomini hanno una particolare abilità nello scegliere proprio le cose peggiori per loro.

La mostra aprirà i battenti il prossimo 20 ottobre e rimarrà aperta fino al 28 febbraio del 2018.

Nonostante l'esposizione non sia ancora aperta, è già possibile preordinare i biglietti che - come c'era da aspettarsi - stanno già andando a ruba: i posti per i primi giorni d'apertura, infatti, sono già esauriti! 

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Il film nascosto di Tim Burton che forse non conosci [GUARDA]

Scopri qual è il film nascosto di Tim Burton di cui si parla poco ma che è stato molto importante per rendere il famoso autore quello che conosciamo ora.
Autore: Agnese Rodari ,
Il film nascosto di Tim Burton che forse non conosci [GUARDA]

Tim Burton è un regista, produttore e sceneggiatore che riesce a stregare il pubblico grazie a uno stile inconfondibile, che unisce fantasy e grottesco con un carattere sempre originale. Molti conoscono Burton grazie al cupo film Edward mani di forbice (di cui potete leggere il nostro articolo temi e significato di Edward mani di forbice) o al più recente La fabbrica di cioccolato, entrambi con la partecipazione dell’attore Johnny Depp.

Non tutti però sanno dell’esistenza di un mediometraggio di Burton molto particolare, che è stato trasmesso una sola volta per l'occasione di Halloween su Disney Channel americano, il 31 ottobre 1983, per poi sparire nel nulla. Il film in questione si intitola Hansel and Gretel, tratto dall’omonimo racconto dei celebri fratelli Grimm ma che presenta una rivisitazione in stile giapponese, dato il fascino che il Paese del Sol Levante esercitava su Burton all’epoca. Proprio dal Giappone Burton riprese la tecnica della stop motion (già usata per molti film su Godzilla). Questa consiste nell'usare oggetti inanimati che vengono mossi e fotografati ad ogni loro piccolo cambio di posizione, di modo che una volta unite le fotografie in sequenza, nel risultato finale sembrino muoversi in maniera autonoma.

Sto cercando altri articoli per te...