Hayao Miyazaki lavora a un nuovo film e non è più in pensione

Autore: Rina Zamarra ,
Copertina di Hayao Miyazaki lavora a un nuovo film e non è più in pensione

I fan di Hayao Miyazaki possono tirare un sospiro di sollievo: il ritiro professionale del maestro sembra essersi davvero interrotto e pare che un nuovo film sia all'orizzonte.

Il suo addio era stato annunciato nel 2013 a causa di problemi di vista, ma già da un anno circolavano insistenti rumor riguardo un suo ritorno.

Advertisement

In realtà, Miyazaki non è nuovo a questi annunci ed ha già manifestato altre 5 volte il desiderio di smettere di lavorare. Puntualmente, però, è tornato indietro sui suoi passi ed anche questa volta non si è smentito. 

In questi giorni il produttore di Studio Ghibli, Toshio Suzuki, ha confermato le voci che si rincorrevano da un po'.

Nelle interviste pre Oscar rilasciate per promuovere La Tartaruga Rossa, Toshio ha dichiarato che Miyazaki è al lavoro su un progetto di cui si occuperà lui stesso in veste di produttore. Le parole di Suzuki sono state riportate da un corrispondente di Kyoto News, una delle piè importanti agenzie di stampa del Giappone. 

Advertisement

Negli ultimi anni il maestro non ha mai smesso di frequentare lo Studio Ghibli ed ha lavorato all'elaborazione di un nuovo progetto: Boro Il Bruco, un cortometraggio destinato alla proiezione nel Museo dello Studio Ghibli a Mitaka (Tokyo). 

Miyazaki ha descritto così la storia di Boro:

 ...un piccolo bruco peloso, così piccolo che potrebbe facilmente essere schiacciato tra le tue dita

Il cortometraggio è stato realizzato da Miyazaki in CG Animation (Computer Generated Animation), tecnica che aveva usato in parte anche nel film La Città Incantata.

Advertisement

Qualche mese fa, Miyazaki aveva espresso l'intenzione di lavorare ad una espansione proprio di questo corto. Al momento non si conoscono ulteriori dettagli della storia, la cosa certa è che il nuovo film sarà interamente in CG Animation. 

Allora, siete curiosi di vedere il prossimo capolavoro di  Hayao Miyazaki? Secondo le indiscrezioni, l'idea di Studio Ghibli sarebbe di terminare il film prima delle Olimpiadi di Tokyo del 2020

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

House of the Dragon, perché un personaggio non muore rispetto ai libri?

Leggi per sapere le differenze tra i libri di George R.R. Martin e la serie TV House of the Dragon, sulla storia di alcuni dei personaggi principali.
Autore: Francesca Musolino ,
House of the Dragon, perché un personaggio non muore rispetto ai libri?

Nella serie TV House of the Dragon ogni episodio è ricco di colpi di scena che ribaltano di continuo la trama. Soprattutto per via dei numerosi salti temporali che portano la storia avanti con un ritmo incalzante, che mette gli spettatori davanti a più fatti compiuti insieme nell'arco di poco tempo.

Per chi ha letto i romanzi di George R.R. Martin da cui la serie è tratta, la maggior parte degli eventi sono prevedibili perché vengono riportati fedelmente sullo schermo. Tuttavia quando invece ciò non sempre avviene, l'effetto sorpresa è garantito anche per i lettori. Nel sesto episodio di House of the Dragon, c'è stata la dipartita di alcuni personaggi che ha avuto delle differenze rispetto ai libri, come è possibile leggere nel nostro articolo House of the Dragon, cosa succede nell'episodio 6

Sto cercando altri articoli per te...