Hellboy: il trailer red band e nuovi poster del reboot

Autore: Silvia Artana ,
Copertina di Hellboy: il trailer red band e nuovi poster del reboot

Dopo l'annuncio che il reboot di Hellboy sarà Rating R, alla mezzanotte del 28 febbraio, Lionsgate ha rilasciato il secondo (attesissimo) trailer del film.

E se il primo aveva deluso i fan che, dopo le dichiarazioni dei protagonisti, si aspettavano un Diavolo Rosso molto più oscuro, violento e minaccioso di quello portato sullo schermo da Guillermo del Toro, il nuovo promo red band mostra finalmente il sangue e l'orrore promessi (lo trovate in testata, mentre qui di seguito c'è quello green band).

Advertisement

Il video (della durata di 2:40 secondi) si apre con l'evocazione di Red "su un'isola della costa scozzese" da parte di una congrega nazista, anche se non è chiaro se la nascita di Hellboy avvenga durante la Seconda Guerra Mondiale (come negli albi e nell'adattamento del 2004) o in seguito (come è stato ipotizzato, dopo che David Harbour ha detto che il Diavolo Rosso sarebbe stato "più giovane"). In ogni caso, a recuperare il piccolo demone e a prendersene cura come un padre è il professor Trevor "Broom" Bruttenholm.

E infatti, in una scena successiva, quando Red è mostrato nel presente, nel suo lavoro di detective del Bureau of Paranormal Research and Defense (BPRD), l'uomo lo chiama "figlio".

Con il Diavolo Rosso, che chiede "una dannata arma", vengono introdotti i "colleghi" Ben Daimio e Alice Monaghan.

E poi - finalmente - tocca al cattivo del film, la Regina di Sangue, che il professor Bruttenholm descrive come una minaccia antichissima, che "vuole fare calare il sipario su Londra e sul mondo intero".

L'apparizione della potente e feroce Strega Nimue spiana la strada a mostri e gore e anche a quello che si annuncia come uno dei grandi temi del reboot, ovvero la natura ambigua di Hellboy.

La Regina di Sangue chiede a Red perché combatta per coloro che lo odiano e hanno paura di lui e lo invita a essere il suo Re, facendo leva sulla origine ed eredità demoniaca del Diavolo Rosso.

Advertisement

La risposta irriverente di Hellboy alla proposta ("Io sono un Capricorno e tu una dannata pazza") sembrerebbe dimostrare che il figlio di Azzael non ha intenzione di compiere il suo destino di Bestia dell'Apocalisse. Ma alcune dichiarazioni di Mike Mignola, Neil Marshall e David Harbour sull'approccio del reboot al personaggio di Red spingono a credere che ci sia molto di più di quello mostrato nel trailer (ovviamente).

Advertisement

In attesa di scoprirlo, il nuovo promo ha comunque regalato ai fan una conferma molto attesa, ovvero la trasformazione di Ben Daimio nella sua controparte sovrannaturale di potente e spaventosa creatura simile a un giaguaro.

Insieme al secondo promo, sono arrivati anche nuovi poster di Hellboy.

Uno lo trovate qui sopra ed è quello che ha condiviso David Harbour sul suo profilo Instagram. Gli altri due sono qui di seguito:

Lionsgate
Poster Hellboy
Nel nuovo poster, Hellboy mostra la sua Mano Destra del Destino

Advertisement
Lionsgate
Poster Hellboy
Nel secondo nuovo poster, Hellboy impugna la sua pistola, il Buon Samaritano

Siete pronti al ritorno di Red sul grande schermo? L'appuntamento al cinema è per l'11 aprile 2019.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Più Addams o più Potter? Sono tanti i passaggi della serie Mercoledì che ricordano da vicino la storia del maghetto di J.K. Rowling. Scopriamoli insieme.
Autore: Elisa Giudici ,
Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Sulla carta d’identità c’è scritto Addams, ma c’è più di un punto d’incontro con la famiglia Potter, la più celebre del mondo magico. Avevate notato le tante somiglianze tra la serie Netflix e la saga di Harry Potter? In parecchi spettatori hanno commentato sui social come la storia di Mercoledì così come raccontata da Tim Burton ricorda in molti passaggi quella della permanenza di Harry Potter a Hogwarts. Come già anticipato nella recensione della prima stagione di Mercoledì, questa versione rivede sotto una nuova luce l’intera storia della famiglia Addams, a partire da quella della primogenita Mercoledì.

Semplice omaggio, lecita e inconscia fonte d’ispirazione da parte di una delle storie fantasy più amate di tutti i tempi o qualcosa in più? Ripercorriamo insieme i numerosi punti d’incontro tra la storia di Mercoledì e quella di Harry Potter, per farci un’idea a riguardo.

Sto cercando altri articoli per te...