House of the Dragon: le profezie e i sogni dei Targaryen

Autore: Francesca Musolino ,
Copertina di House of the Dragon: le profezie e i sogni dei Targaryen

Nel mondo immaginario de Il Trono di Spade, i membri di Casa Targaryen sono personaggi in grado di avere delle premonizioni attraverso i sogni. Un'abilità che viene ricordata anche nel primo episodio di House of the Dragon, spin-off/prequel de Il Trono di Spade, quando Re Viserys rivela alla figlia Rhaenyra un'antica profezia poco prima di proclamarla come sua erede al Trono.

Una profezia che si tramanda da generazioni tra i Targaryen e per via della quale, il Re si sente in dovere di mettere in guardia la futura regina su quello che la attende; perché saranno tempi molto duri e sicuramente ci sarà anche chi le volterà le spalle se lei non sarà in grado di adempiere al suo ruolo. 

Advertisement

House of the Dragon House of the Dragon La serie prequel vede la dinastia Targaryen all'apice assoluto del suo potere, con più di 15 draghi sotto il loro giogo. La maggior parte degli imperi, che siano reali o ... Apri scheda


La profezia di Aegon I Targaryen

Nella scena del primo episodio di House of the Dragon in cui Re Viserys e Rhaenyra parlano, si trovano di fronte al teschio di Balerion, il maestoso drago del loro antenato Aegon I il Conquistatore. Quest'ultimo quando è in vita rivela un'antica profezia che gli appare in sogno, secondo cui il destino di tutti gli uomini è segnato da un terribile inverno in arrivo dal Nord; Aegon ritiene che per potersi salvare, l'unico modo è quello di avere un Targaryen sul Trono per fare da guida quando sarà il momento.

Aegon ha dato al suo sogno il nome di "le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco" ed è un evento che si avvera realmente, a distanza di moltissimi anni dalla sua profezia: vale a dire La lunga Notte che viene mostrata ne Il Trono di Spade e che riguarda l'invasione da parte del Re della Notte con l'esercito degli Estranei. "L'inverno sta arrivando" ne Il Trono di Spade è una frase storica diffusa come un vero e proprio mantra tra i fan della serie. Ma anche come un promemoria per i personaggi stessi, che non devono mai abbassare la guardia proprio come non deve fare Rhaenyra dopo che sale al Trono.


La conquista dei Sette Regni

Dal momento in cui Aegon I viene proclamato Re, il suo scopo diventa quello di conquistare più territori possibili. La sua però non è solo sete di potere ma piuttosto una corsa contro il tempo, in cui cerca di espandere la dinastia dei Targaryen prima che la sua profezia si avveri. Aegon inizia a tramandare il suo sogno per fare in modo che attraverso questa previsione del futuro, ogni successore continui ciò che lui ha iniziato e prosegua con la conquista dei Sette Regni.

Sempre nel primo episodio di House of the Dragon nella scena in cui Viserys e sua figlia parlano, il Re chiede a Rhaenyra cosa vede quando guarda i draghi. La risposta della ragazza è molto particolare:

Suppongo di vedere noi. Dicono tutti che i Targaryen siano più dei che uomini. Ma lo dicono perché abbiamo i draghi. Senza di loro siamo come chiunque altro. 

Viserys asserisce e spiega alla figlia che l'idea di poter comandare i draghi è solo un'illusione, che nel tempo porta a commettere degli errori che non si devono più ripetere. Su queste parole si può ipotizzare che forse Aegon era a sua volta convinto di essere più un dio che un uomo, anche e non solo perché possedeva il drago più imponente di tutti. E la sua superbia lo ha portato quindi a credere che conquistare più luoghi possibili e creare un esercito di Targaryen, avrebbe potuto annientare la profezia. Mentre come viene mostrato ne Il Trono di Spade, gli eventi si svolgono in modo diverso da quello che ha immaginato Aegon. 


L'eroe che pone fine alla profezia

Secondo la leggenda che viene narrata nella serie de Il Trono di Spade, esiste un prescelto che arriva da lontano per porre fine alla profezia. Durante il corso delle stagioni della serie, ci sono diversi personaggi che danno l'idea di essere l'eroe della leggenda, tra cui Daenerys Targaryen e in seguito Jon Snow, che si rivela essere un Targaryen proprio come la Madre dei Draghi.

Tuttavia nella stagione finale de Il Trono di Spade, avviene un colpo di scena totalmente inaspettato: il Re della Notte viene ucciso da Arya Stark, che lo colpisce con una lama in acciaio di Valyria. Un'arma che secondo quanto riporta EW  è la stessa che Viserys mostra alla figlia Rhaenyra nel primo episodio di House of the Dragon.

Advertisement

Nella serie de Il Trono di Spade non viene mai rivelato se è davvero Arya l'eroe leggendario. Ma quello che è certo, è che gli Estranei possono morire solo se vengono colpiti con l'ossidiana - materiale noto anche come vetro di drago - o con l'acciaio di Valyria, proprio come quello della lama che usa Arya. In merito alla parte dell'eroe leggendario, nei libri le cose potrebbero prendere un'altra direzione, in quanto l'autore George R.R. Martin ha già dichiarato che la storia letteraria non avrà lo stesso finale della serie de Il Trono di Spade.


Il sogno di re Viserys I

Nel primo episodio di House of the Dragon, mentre la regina Aemma quasi prossima al parto cerca sollievo con un bagno caldo, il marito Viserys le racconta un sogno che ha fatto sul bambino in arrivo: 

Advertisement

Il sogno era più chiaro di un ricordo. Nostro figlio è nato indossando la corona di ferro di Aegon. E ho sentito il suono di zoccoli tuonanti, scudi che si scheggiavano e spade che risuonavano. E ho messo nostro figlio sul Trono di Spade come le campane del grande tempio e tutti i draghi ruggirono all'unisono.

Il tipo di premonizioni dei Targaryen viene soprannominato "sogni di drago", mentre la persona che ha queste visioni è detta "sognatore". Non è noto se tutti i Targaryen sono in grado di avere questo dono, pertanto alcuni dei loro sogni particolari possono essere semplicemente dei sogni.

A ogni modo resta comunque curioso ciò che Re Viserys ha raccontato alla moglie, sia perché effettivamente hanno avuto un figlio maschio e sia perché sembra un evento molto ambiguo e oscuro. Che potrebbe quindi essere anche un'avvisaglia per qualcosa di più grande, come è avvenuto con le profezie dei suoi antenati.


Le paure di re Viserys I 

Sempre come riportato da EW, lo showrunner di House of the Dragon Miguel Sapochnik in un video del dietro le quinte visibile qui sotto, al minuto 5.48 ha spiegato di come Re Viserys abbia la stessa convinzione di Aegon, nel credere che la profezia sul terribile inverno sia imminente: 

Viserys è ossessionato dall'idea che la fine del mondo è dietro l'angolo. E abbiamo pensato che fosse un ottimo modo per aggiungere questo peso all'idea che Rhaenyra diventi regina. Invece di farlo solo per ambizione, le ha tramandato la responsabilità di riunire tutti per combattere l'arrivo degli Estranei. Che in realtà sappiamo che non si presenterà per altri 170 anni.

Con l'arrivo di una sventura di tale portata, Viserys sa che suo fratello Daemon non è la persona adatta a gestire una situazione di questo tipo. Pertanto dopo che il re perde sua moglie e l'ultimo figlio che la donna gli ha dato, decide di proclamare come sua erede Rhaenyra confidando tutto nelle sue mani.

Advertisement


Le differenze tra i libri e le serie TV

Nel primo episodio di House of the Dragon Viserys rivela alla figlia la profezia di Aegon, mentre nella serie de Il Trono di Spade non ne viene fatta menzione, nonostante è in tale contesto che viene mostrato l'evento in questione. Il co-creatore di House of the Dragon, Ryan Condal, in una conferenza stampa con Insider, Popsugar e Metacritic ha spiegato il motivo di questa incongruenza: 

Martin ha detto che Aegon è un sognatore, un nome usato per definire i Targaryen che hanno sogni profetici. Questo è stato il dettaglio che George ci ha effettivamente fornito all'inizio della storia. Ovvero l'idea che Aegon il Conquistatore è lui stesso un sognatore ed è questo cio che ha motivato la sua conquista.

Condal ha fatto presente che questa è una delle tante informazioni che George R.R. Martin si lascia sfuggire accidentalmente durante le loro conversazioni. Ma in questo specifico caso, a Condal è stata utile per rimettere in discussione tutto l'arco narrativo della famiglia Targaryen, come ha dichiarato lui stesso sempre nella medesima conferenza stampa:

Ha davvero cambiato il nostro modo di pensare al modo in cui abbiamo visto il regno dei Targaryen. Il fatto che Aegon ha questa conoscenza o che percepisce di averla, trattandosi comunque di un sogno, gli ha dato un motivo per perseguire la conquista in quanto pensa che si tratti di un problema imminente. In tutto ciò la parte ironica è che noi sappiamo che in realtà, ci vuole un bel po' di tempo prima che questa profezia si avveri.

House of the Dragon è visibile dal 22 agosto 2022 nel catalogo di Sky Italia e NOW TV. Dal 29 agosto è disponibile anche in lingua italiana. Se volete vederla tutta senza abbonamento potete consultare il nostro consiglio su come è possibile vedere la serie House of the Dragon a un costo minimo.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

House of the Dragon, perché Rhaenyra e Alicent cambiano volto?

Leggi per scoprire come mai nella seconda parte di stagione di House of the Dragon alcuni attori sono stati sostituiti da altri.
Autore: Francesca Musolino ,
House of the Dragon, perché Rhaenyra e Alicent cambiano volto?

A partire dal secondo episodio di House of the Dragon, sono stati necessari dei salti temporali all'interno della trama, per stringere i tempi e gettare le basi principali di quella che nei libri di George R.R. Martin è nota come "la Danza dei Draghi": ovvero la battaglia civile scatenata all'interno della casata Targaryen, per stabilire il prossimo erede al Trono di Spade.

Per questo motivo nel sesto episodio di House of the Dragon è avvenuto uno dei salti più lunghi, tra tutti quelli mostrati nella prima stagione della serie, in quanto la trama è stata portata avanti di dieci anni. Un lasso di tempo durante il quale oltre a inevitabili sviluppi nella stessa storia, ci sono state delle rivisitazioni anche all'interno del cast per esigenze narrative.

Sto cercando altri articoli per te...