I am not okay with this, il trailer della serie che riunisce Sophia Lillis e Wyatt Oleff

Autore: Giuseppe Benincasa ,

Due membri del cast del film horror IT, Sophia Lillis e Wyatt Oleff, sono i protagonisti di una serie TV che unisce le esperienze di una giovane ragazza con una nuova versione della storia delle origini dei supereroi.

La serie di Netflix I Am Not Okay With This è basata sulla graphic novel di carattere fantascientifico omonima di Chuck Forsman.  

Advertisement

Nel primo trailer gli spettatori fanno la conoscenza di Sydney, una ragazza che odia il liceo come quasi tutti i suoi coetanei. La sua migliore amica è la bella Dina, che esce con un ragazzo popolare di nome Brad, e infine c'è Stanley Barber: uno strambo ragazzo del posto che pare sia uno dei primi a scoprire i poteri di Sydney.

Il primo minuto del trailer dà l'idea di essere davanti a una serie TV come tante di quelle incentrate sulle difficoltà adolescenziali e sul diventare adulti. Ma, a un certo punto, si scopre che Sydney possiede dei poteri: riesce a muovere gli oggetti senza toccarli.

L'inizio del trailer è di forte impatto, dato che Sydney si presenta totalmente insanguinata e in fuga dalla polizia: ha accidentalmente ucciso qualcuno con i suoi poteri?

Advertisement

Dal regista di The End of the F***ing World Jonathan Entwistle e dai produttori di Stranger Things nasce quindi una nuova serie composta da 8 episodi da 20/30 minuti ciascuno, che sarà disponibile sul servizio streaming di Netflix a partire dal 26 febbraio 2020.

Il cast dello show è composto da Sophia Lillis, Wyatt Oleff, Sofia Bryant, Richard Ellis, Kathleen Rose Perkins e Aidan Wojtak-Hissong.

Qui sotto si può vedere la cover del fumetto omonimo a breve disponibile in commercio, edito da 001 Edizioni:

Advertisement
001 Edizioni
La cover del fumetto I am not okay with this con il titolo scritto in grande su una cover gialla e viola
La cover del fumetto I am not okay with this
 

Sophia Lillis sarà anche protagonista al cinema con una nuova rivisitazione live-action in chiave horror della storia di Gretel & Hansel.

Wyatt Oleff lo si ricorda anche per essere stato il piccolo Peter Quill nel film Marvel Studios di James Gunn Guardiani della Galassia Vol. 2 nel 2017.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

La trasformazione di Ana de Armas in Marilyn Monroe

Leggi per scoprire alcune interessanti curiosità sulla protagonista del film Blonde, ispirato alla vita di Marilyn Monroe.
Autore: Francesca Musolino ,
La trasformazione di Ana de Armas in Marilyn Monroe

Presentato in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia e approdato nel catalogo di Netflix il 28 settembre 2022, il film Blonde dedicato all'intramontabile stella del cinema Marilyn Monroe ha fatto molto discutere in positivo e in negativo. La pellicola infatti non è una fedele biografia dell'icona bionda senza tempo, ma è una rivisitazione alternata tra fantasia e realtà, in cui il regista Andrew Dominik ha voluto rappresentare una vita fatti di eccessi e lati oscuri dell'attrice. Scelta che parte del pubblico e della critica non ha particolarmente gradito, in quanto non tutto corrisponde al vero e alcuni temi risultano troppo crudi.

Ciò che ha invece trovato ampi consensi a prescindere da tutto, è stata senza dubbio la magistrale interpretazione dell'attrice Ana de Armas; che non solo è diventata la perfetta sosia fisica di Marilyn, ma ha saputo anche renderle omaggio in tutto e per tutto con la sua straordinaria performance. Per chi non ha ancora avuto modo di guardare il film, nel trailer di Blonde è possibile avere un primo assaggio su Ana nelle vesti di Marilyn Monroe. Un ruolo ben riuscito grazie al grande impegno che de Armas gli ha dedicato in modo certosino e instancabile. Di seguito spieghiamo come ci è riuscita:

Sto cercando altri articoli per te...