I libri di Harry Potter rimossi da una scuola, su consiglio di diversi esorcisti

Autore: Giuseppe Benincasa ,
Copertina di I libri di Harry Potter rimossi da una scuola, su consiglio di diversi esorcisti

Secondo quanto riportato dal Nashville Tennessean, la St. Edward Catholic School di Nashville che ospita bambini di età prescolare ha rimosso dalla propria biblioteca tutti e sette i volumi della popolare saga di Harry Potter.

Il motivo sarebbe da imputare dalla natura dei contenuti dei racconti, come spiegato dal Reverendo Dan Reehil:

Advertisement

Questi libri presentano la magia sia come un bene che come un male, il che non è vero, in realtà è un astuto inganno. Le maledizioni e gli incantesimi usati nei libri sono maledizioni e incantesimi veri che, se letti da un essere umano, rischiano di evocare spiriti maligni alla presenza della persona che legge il testo.

Rebecca Hammel, la sovrintendente delle scuole della diocesi cattolica di Nashville, ha detto che Reehil ha l'ultima parola sul fatto che i libri rimangano o meno disponibili per i ragazzi:

Ogni pastore ha l'autorità canonica per prendere tali decisioni per la propria scuola parrocchiale. Agire in questo modo è assolutamente in suo potere.

Hammel ha aggiunto che altre scuole della diocesi ospitano ancora i libri e che sarà compito dei genitori - i primi veri insegnanti dei bambini - decidere se un contenuto è appropriato o meno per i loro figli, guidandoli nella comprensione attraverso la nostra fede.

Advertisement

I 7 libri creati da J.K. Rowling sono stati pubblicati dalla casa editrice inglese Bloomsbury (Salani in Italia) tra il 1997 e il 2007 e hanno dato origine a una serie di film di successo. In passato sono già stati oggetto di polemiche: per esempio, il Reverendo polacco Rafal Jarosiewicz a marzo del 2019 ha letteralmente dato fuoco ai libri del maghetto perché secondo lui legati all'occulto.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Ecco perché Prey è ambientato nel 1719

Leggi cosa ha detto il regista di Prey sulla sorprendente ambientazione del film nell'America del 1700, tra i nativi Comanche.
Autore: Giulia Angonese ,
Ecco perché Prey è ambientato nel 1719

Dopo aver scoperto perché il film prequel di Predator si chiama Prey, adesso è la volta di scoprire come mai Prey è ambientato nel 1719? La scorsa settimana, Dan Trachtenberg, regista di Prey, in occasione della proiezione di gala in Inghilterra, ha rilasciato un’interessante considerazione in merito alla sorprendente scelta di ambientare il film nella cornice storica dell’America del 1719, tra i nativi Comanche. 

Intervistato da Film Updates, ha affermato:

Sto cercando altri articoli per te...