Il mostro dei mari, tra Moby Dick e Godzilla [Recensione]

Autore: Giuseppe Benincasa ,
Recensioni
2' 45''
Copertina di Il mostro dei mari, tra Moby Dick e Godzilla [Recensione]

Su Netflix dall'8 luglio 2022 in streaming arriva Il Mostro dei Mari ovvero un nuovissimo film d'animazione per tutta la famiglia con una storia originale scritta dal regista Chris Williams e dallo sceneggiatore Nell Benjamin.

La storia è ambientata in un'epoca in cui giganti creature dominano i mari, mentre gli uomini sono relegati sulla terra impauriti dal possibile arrivo di una di queste terrificanti creature marine. Tra gli uomini però ci sono dei cacciatori di mostri, che hanno il compito di proteggere le coste e inseguire le creature. La storia de Il Mostro dei Mari segue da vicino le vicende della nave del capitano Crow, che ha un conto aperti con il mostro chiamato la Furia Rossa, e del cacciatore Jacob Holland, che da piccolo è stato salvato proprio da Crow e cresciuto come il suo erede. A loro si aggiunge la piccola sognatrice Maisie Brumble, che ama le storie dei cacciatori di mostri e un giorno vorrebbe diventare una di loro. L'11enne orfana Maisie un giorno scappa dall'orfanotrofio in cui vive e si aggiunge clandestinamente alla compagnia del capitano Crow, che sta salpando per una nuova avventura. Da qui si sviluppa un film visivamente incredibile, fatto di enormi creature, navi fantastiche e tanta azione.

Advertisement

Netflix
Il mostro dei mari - la creatura verde all'inizio del film

L'aspetto del film Il Mostro dei Mari, soprattutto nei colori e nei lineamenti dei suoi personaggi, è molto simile a un lungometraggio Disney come per esempio Oceania (non a caso Chris Williams ha co-diretto questo film). E come in Oceania sia ha un grande senso dell'avventura e si dà un senso ben preciso alla definizione di famiglia. A un certo punto però i due film di discostano: il Mostro dei Mari diventa un'avventura più complessa (in positivo) dal punto di vista dinamico e la sua lettura del rapporto tra natura e uomo è ben diversa da quella di Oceania. Inoltre, ne Il Mostro dei Mari c'è un messaggio ben preciso, che punta ad aprire la mente sulla libertà di pensiero e sui giudizi legati a dicerie e racconti di fantasia.

Advertisement

C'è quindi del già visto ne Il Mostro dei Mari: c'è un po' di Oceania sì, ma c'è il cuore pulsante del racconto di Herman Melville Moby Dick e c'è una spruzzata dei Pirati dei Caraibi, soprattutto nelle battute iniziali, e i mostri ovviamente riportano alla memoria i Kaiju come Godzilla e King Kong. Ma non preoccupatevi: se guardate il film con dei bambini non ci sono creature così spaventose come i Kaiju di Pacific Rim! Gli oltre 665 artisti che hanno contribuito alla visione de Il Mostro dei Mari hanno lavorato per accontentare prima di tutti i piccoli spettatori.

Il Mostro dei Mari è un emozionante viaggio insieme a Maisie, insieme a quelli che sono i suoi sogni e il suoi desideri per il futuro, così come lo erano quelli di noi spettatori ormai adulti, che oggi purtroppo ci meravigliamo sempre meno.

Per scoprire cosa esce su Netflix oltre al Mostro dei Mari vi rimandiamo al nostro articolo: Netflix: tutte le prossime uscite tra film e serie TV. E ricordatevi: se siete in vacanza e volete vedere il nuovo film d'animazione Netflix potete farlo scegliendo un tablet dalla nostra guida I migliori tablet per vedere Netflix, Disney+ e Prime Video.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

80
Un film emozionante e altamente spettacolare con un messaggio molto preciso e interessante. Il character design e alcuni temi sanno di già visto e il doppiaggio italiano non è dei migliori.
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Day Shift e Buffy l'ammazzavampiri hanno una cosa in comune

Scopri qual è il collegamento tra la serie Buffy l'ammazzavampiri e il film originale Netflix Day Shift: A caccia di Vampiri.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Day Shift e Buffy l'ammazzavampiri hanno una cosa in comune

Il film Day Shift - A caccia di Vampiri, uscito all'interno della programmazione Netflix venerdì 12 agosto 2022, è una dark comedy con molte scene d'azione nella quale l'attore Jamie Foxx interpreta un cacciatore di vampiri indipendente (qui la nostra recensione). Quando si parla di vampiri ci sono molti titoli cult che vengono in mente e molti film e serie che hanno definito proprio il genere, spesso rivoluzionandolo e altre volte affermandosi con delle storie rimaste nel cuore dei fan e con dei personaggi iconici. Quest'ultima affermazione porta quasi certamente alla mente la serie TV Buffy l'Ammazzavampiri, nata dalla mente di Joss Whedon (regista tra le altre cose del blockbuster The Avengers).

Ebbene, dal dietro le quinte di questo progetto c'è un elemento che unisce Day Shift - A caccia di Vampiri con la serie cult Buffy l'Ammazzavampiri. La connessione tra il titolo originale Netflix e la serie con Sarah Michelle Gellar è data dalla collaborazione lavorativa tra il produttore Chad Stahleski e il regista J.J. Perry: entrambi hanno iniziato a lavorare insieme come stuntman nelle serie sui vampiri degli anni '90 e si sono ritrovati sul set di Day Shit - A caccia di Vampiri.

Sto cercando altri articoli per te...