Il nuovo libro di George R.R. Martin esce ad agosto ma non è quello che tutti aspettano

Autore: Andrea Sala ,

Al Comic-Con che si è chiuso lo scorso weekend era presente tutto il cast di Game of Thrones che, partecipando al consueto panel, ha risposto alle domande dei fan. Contestualmente è stato rilasciato anche un primo teaser della stagione 7 della serie e uno spassoso video che mostra gli errori - i cosiddetti "bloopers" - della stagione 6.

Tutto bellissimo e interessante, certo, ma non sono arrivate novità circa i libri che hanno ispirato la serie. No, non è trapelato nulla su The Winds of Winter e nemmeno sul volume conclusivo delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, A Dream of Spring.
L'autore, George R.R. Martin, non ha nemmeno partecipato alla convention di San Diego.

Advertisement

L'attesa attorno al prossimo libro della saga è tanta che quasi si può paragonare al periodo di pubblicazioni dei vari volumi di Harry Potter. Sì, i fan sono davvero impazienti e non possiamo certo biasimarli: l'ultimo libro delle Cronache è uscito nel 2011 in USA e nel 2012 in Italia.

Martin fino ad oggi ha solo diffuso qualche capitolo del nuovo volume e altri brani che sono stati tagliati dalla versione finale. Ieri, però, per un attimo si è vista una luce in fondo al tunnel.
Lo scrittore, infatti, ha pubblicato questo tweet:

Advertisement

[twitter id="757681331773988864"]

No, non è quello che tutti ci aspettavamo. E il fatto che Martin abbia rilasciato metà della copertina ci sembra quasi una maestosa trollata.

Quindi ha trovato il tempo di correggere le bozze di un ALTRO libro e non di finire The Winds of Winter? Questa è pura crudeltà!

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Più Addams o più Potter? Sono tanti i passaggi della serie Mercoledì che ricordano da vicino la storia del maghetto di J.K. Rowling. Scopriamoli insieme.
Autore: Elisa Giudici ,
Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Sulla carta d’identità c’è scritto Addams, ma c’è più di un punto d’incontro con la famiglia Potter, la più celebre del mondo magico. Avevate notato le tante somiglianze tra la serie Netflix e la saga di Harry Potter? In parecchi spettatori hanno commentato sui social come la storia di Mercoledì così come raccontata da Tim Burton ricorda in molti passaggi quella della permanenza di Harry Potter a Hogwarts. Come già anticipato nella recensione della prima stagione di Mercoledì, questa versione rivede sotto una nuova luce l’intera storia della famiglia Addams, a partire da quella della primogenita Mercoledì.

Semplice omaggio, lecita e inconscia fonte d’ispirazione da parte di una delle storie fantasy più amate di tutti i tempi o qualcosa in più? Ripercorriamo insieme i numerosi punti d’incontro tra la storia di Mercoledì e quella di Harry Potter, per farci un’idea a riguardo.

Sto cercando altri articoli per te...