Il Permesso, la nostra intervista video a Claudio Amendola e Luca Argentero

Autore: Emanuele Zambon ,

'Anime nere' che non contemplano affatto la redenzione: Claudio Amendola e Luca Argentero donano colore e sfumature a due personaggi decisamente borderline - i pregiudicati Luigi e Donato -ne Il Permesso - 48 ore fuori

Un affresco malavitoso che fotografa in modo spietato e cinico le sabbie mobili della criminalità romana. Volti corrucciati, espressioni cariche di rabbia e disillusione e una violenza da sprigionare nell'arco dei soli due giorni che separano i detenuti in permesso premio dal ritorno dietro le sbarre.

Advertisement

Emanuele Zambon/NoSpoiler
Luca Argentero e Claudio Amendola nell'intervista video di NoSpoiler

Abbiamo incontrato il regista e attore romano, che ha scritto - assieme a Giancarlo De Cataldo, autore anche del soggetto, e a Roberto Jannone - diretto e interpretato il film a 4 anni di distanza dalla commedia d'esordio dietro la macchina da presa La mossa del pinguino. Nell'intervista video di NoSpoiler, Amendola confessa la propria soddisfazione nell'aver fatto ritorno ad un film di genere che racconta 'la strada', tra regolamenti di conti e aspirazioni criminali.

Per i fan dei buddy movie anni '80 il titolo della pellicola richiama alla memoria la strepitosa commedia con Eddie Murphy e Nick Nolte. Il Permesso - 48 ore fuori, invece, viaggia su binari completamente opposti: un western metropolitano cruento quando in scena vi è l'omicida col volto di Amendola chiamato ad una tragica resa dei conti, revenge movie sanguinolento quando segue le vicende di Donato, il detenuto incarnato da Argentero.

Il Permesso - 48 ore fuori, Argentero è il 'Logan' italiano

L'attore di Noi e la Giulia si è soffermato sul significato simbolico dell'anello che il proprio personaggio custodisce gelosamente durante il film; successivamente ha parlato della difficoltà fisica che ha richiesto il ruolo di Donato, una sorta di "Logan italiano" (ma senza i superpoteri di Wolverine). Incalzato dalla nostra domanda, Argentero ha rivelato di aver recentemente incontrato Hugh Jackman durante una premiere.

Il Permesso - 48 ore fuori, in uscita oggi 30 marzo nelle sale italiane, segue le vicende di 4 detenuti in libera uscita alle prese con . Nel cast anche Valentina Bellè e Giacomo Ferrara.

Si ringrazia per l'intervista Carlo Andriani di News Cinema.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Più Addams o più Potter? Sono tanti i passaggi della serie Mercoledì che ricordano da vicino la storia del maghetto di J.K. Rowling. Scopriamoli insieme.
Autore: Elisa Giudici ,
Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Sulla carta d’identità c’è scritto Addams, ma c’è più di un punto d’incontro con la famiglia Potter, la più celebre del mondo magico. Avevate notato le tante somiglianze tra la serie Netflix e la saga di Harry Potter? In parecchi spettatori hanno commentato sui social come la storia di Mercoledì così come raccontata da Tim Burton ricorda in molti passaggi quella della permanenza di Harry Potter a Hogwarts. Come già anticipato nella recensione della prima stagione di Mercoledì, questa versione rivede sotto una nuova luce l’intera storia della famiglia Addams, a partire da quella della primogenita Mercoledì.

Semplice omaggio, lecita e inconscia fonte d’ispirazione da parte di una delle storie fantasy più amate di tutti i tempi o qualcosa in più? Ripercorriamo insieme i numerosi punti d’incontro tra la storia di Mercoledì e quella di Harry Potter, per farci un’idea a riguardo.

Sto cercando altri articoli per te...