Il Potere del Cane: il film di Jane Campion è basato su una storia vera?

Autore: Verdiana Paolucci ,
Netflix
4' 8''
Copertina di Il Potere del Cane: il film di Jane Campion è basato su una storia vera?

#Il Potere del Cane è il nuovo film di #Jane Campion, nonché adattamento dell'omonimo romanzo di Thomas Savage.

La storia è un western rurale, ambientato nel 1925 in Montana e si concentra su due fratelli Phil e George Burbank (rispettivamente #Benedict Cumberbatch e #Jesse Plemons), ricchi allevatori in un ranch. Phil è carismatico e incute timore; George è gentile e mansueto.

Advertisement

Dopo aver sposato una locandiera rimasta vedova, Rose (#Kirsten Dunst), George la porta a casa insieme a suo figlio Peter (Kodi Smit-McPhee). Fin dall'inizio, Phil è contrariato e fa di tutto per indispettire i due nuovi arrivati fino a quando si avvicina al figlio di Rose. Lo strano rapporto tra i due porterà a una svolta tragica nel finale.

Il film si basa sul romanzo che Savage ha scritto nel 1967, che a sua volta trae ispirazione da esperienze reali vissute dall'autore nella sua giovinezza. Scopriamo la storia vera del libro in dettaglio.

Il potere del cane Il potere del cane Un ranchero autoritario e carismatico reagisce con beffarda crudeltà quando il fratello porta a casa la nuova moglie e il figlio di lei, finché non accade l'imprevisto. Apri scheda

Il libro di Thomas Savage

Thomas Savage è stato uno scrittore americano, nato nel 1915 e morto nel 2003 all'età di 88 anni. Nella sua carriera ha pubblicato tredici romanzi, per lo più di genere western contemporaneo.

Il più noto è appunto Il Potere del Cane, che Savage ha scritto nel 1967. I personaggi del libro si ispirano in parte a persone reali che l'autore ha conosciuto in vita.

Durante una conferenza stampa per presentare il film, riportata da Decider, Jane Campion ha spiegato che lei e il suo team di produzione hanno avuto accesso a documenti e foto private di Savage con persone che potrebbero aver ispirati alcuni dei personaggi presenti del suo libro.

La vera storia del romanzo

Netflix
Una scena da Il Potere del Cane con i due protagonisti

In particolare, nel corso delle sue ricerche per il film, la regista ha trovato delle somiglianze molto marcate tra Thomas Savage e il personaggio di Peter.

Advertisement

Da giovane, l'autore è cresciuto in un ranch in Montana, un luogo che userà spesso come ambientazione dei suoi romanzi. Al college conobbe Elizabeth Fitzgerald, figlia del suo professore, e poco tempo dopo si sposarono.

Per mantenere la sua famiglia e prima di diventare uno scrittore di successo, Savage svolgeva diversi lavori: da mandriano al ranch dei suoi genitori, a saldatore, operaio delle ferrovie e anche docente di letteratura presso la Suffolk University.

Nei suoi libri, lo scrittore racconta storie provinciali in cui pervade la solitudine e soprattutto tematiche legate all'omosessualità. Thomas Savage era infatti gay, ed è cresciuto in un ambiente difficile, quella del ranch in Montana, dove ha dovuto reprimere la sua sessualità per lungo tempo. Per nasconderlo, lo scrittore si era sposato; successivamente aveva avuto una relazione extraconiugale con un uomo più giovane.

Advertisement

A differenza del personaggio di Peter, i cui modi sensibili ed effeminati sono più visibili nel film, il vero Savage conosceva la vita del ranch ed era molto più sicuro di sé: andava a cavallo e riusciva a domarne uno senza goffaggine (al contrario di Peter, inizialmente per nulla a suo agio).

A chi si ispirano i personaggi del film?

Advertisement
Netflix
Una scena de Il Potere del Cane con la vedova Rose

In un'intervista con RNZ.com, Jane Campion ha spiegato che durante il processo di lavorazione del film si è resa conto che molti dettagli raccontati del libro originale erano simili a eventi accaduti nella vita di Thomas Savage.

La regista ha concluso che alcuni familiari e conoscenti potrebbero aver fornito allo scrittore l'ispirazione per i personaggi presenti ne Il Potere del Cane. La Campion si è concentrata sul rapporto tra il giovane Peter e suo zio Phil nel film:

Mi sono accorta che c'era molto della vita di Savage. Penso davvero che avesse uno zio che lo maltrattava e che è morto per avvelenamento da antrace su una scheggia di un palo. Quindi a quanto pare non è stato lui a ucciderlo.

Netflix
Una scena de Il Potere del Cane con Phil e Peter

Inoltre, i membri ancora in vita della famiglia di Savage credono che il personaggio di Bronco Henry, il defunto mentore amato da Phil Burbank, possa essere basato su una figura realmente esistita e che, in qualche modo, è stato cruciale nella crescita dello scrittore - forse nello scoprire la sua omosessualità.

Sebbene il film sia stato molto romanzato, è chiaro come il libro Il Potere del Cane, in parte autobiografico, sia stato fondamentale per l'adattamento di Jane Campion: sullo schermo traspaiono le emozioni e le esperienze che Thomas Savage ha vissuto da giovane.

Dove guardare Il Potere del Cane?

Il Potere del Cane è disponibile su Netflix.

Cosa succede a Phil de Il Potere del Cane?

Phil muore avvelenato da Peter con della corda d'antrace, infezione che aveva colpito anche alcuni bovini del ranch.

Cosa significa Il Potere del Cane?

Il titolo viene dal versetto “Salva l'anima della spada, salva il cuore dal potere del cane” contenuto nella Bibbia, nel libro Salmi 22:20.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Il potere del cane esiste solo grazie a Netflix

Parla la regista Jane Campion: il film non si sarebbe potuto fare senza Netflix, solo loro hanno offerto il budget che serviva!
Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
Il potere del cane esiste solo grazie a Netflix

A qualche mese dalla cerimonia di premiazione degli Oscar 2022, per la prima volta Jane Campion parla del suo essere stata "snobbata" dall'Academy. Infatti il film Il potere del cane, disponibile su Netflix, ha avuto dodici nomination ma ha ottenuto soltanto una statuetta, per Campion stessa, premiata come miglior regista. La cineasta è stata molto diplomatica su Coda - i segni del cuore, il film che ha battuto il suo nella categoria Miglior film, dichiarando alla BBC:

Mi sembra che Coda abbia conquistato i cuori delle persone secondo l'Academy. Era un film più facile da capire e, sapete, è andata così e sono felice per loro.

Sto cercando altri articoli per te...