Il Re: il prison drama italiano con Luca Zingaretti

Autore: Rina Zamarra ,
News
2' 4''
Copertina di Il Re: il prison drama italiano con Luca Zingaretti

Luca Zingaretti cambia pelle. Sky ha annunciato una nuova serie originale che vede l’attore protagonista nei panni del direttore di un carcere

Si tratta del primo prison drama italiano, le cui riprese inizieranno alla fine del 2020. 

Advertisement

Otto puntate durante le quali gli spettatori saranno immersi nel mondo del carcere di San Michele, dove il direttore Bruno Testori esercita indisturbato la propria autorità personale. Bruno non è un direttore convenzionale e non agisce seguendo le norme del codice di procedura penale. È un Re che vede nel carcere un regno in cui stabilire le sue regole, riflesso della sua idea di bene e male.  

Si tratta indubbiamente di un personaggio con un prepotente lato oscuro, che rappresenta una sfida attoriale per Luca Zingaretti. Insomma, gli spettatori non dovranno più associare il volto dell'attore con quello di un personaggio con un senso molto alto della giustizia come il commissario Salvo Montalbano. 

Rai
Luca Zingaretti in Il commissario Montalbano
Luca Zingaretti in una scena di Il commissario Montalbano

Nel descrivere il nuovo lavoro che lo attende, l’attore ha dichiarato: 

Bruno Testori è un personaggio cupo, maestoso, contorto, controverso, un re per l’appunto. Interpretarlo è una sfida che ho accettato subito e che mi affascina…

Secondo quanto dichiarato da Sky riguardo la serie, Bruno instaura un rapporto molto particolare con i detenuti, assumendo un atteggiamento spietato con alcuni e un atteggiamento inaspettatamente misericordioso con altri. 

Advertisement

All'improvviso, però, il dominio del direttore rischia di crollare. Di fronte alla minaccia di rimanere un re senza regno, Bruno dovrà mettersi alla prova accettando di combattere la sua battaglia più difficile. 

Gli otto episodi saranno diretti da Giuseppe Gagliardi, che si è occupato della regia di serie di successo come #1992, 1993, 1994 e #Non uccidere

La sceneggiatura, invece, è stata scritta da Stefano Bises, Peppe Fiore, Bernardo Pellegrini e Davide Serino. 

Advertisement

La serie sarà prodotta da Lorenzo Mieli e The Apartment con Wildside e avrà una serie di location tra Roma, Torino e Trieste. 

Proprio Lorenzo Mieli ha sottolineato come Il Re rappresenti una proposta nuova nel panorama della serialità italiana: 

Siamo davvero felicissimi di dare vita con Sky al primo prison drama italiano e al suo protagonista: il controverso direttore di un carcere, dove nessuna delle leggi dello Stato ha valore, perché il bene e il male dipendono dal suo giudizio. Un uomo apparentemente forte, posseduto in realtà da un ingombrante dark side. Il Re è una sfida e, come dovrebbero sempre fare le buone serie e i personaggi originali, l’obiettivo è stupire e spiazzare gli spettatori.

Che ne pensate: il personaggio di Bruno Testori stuzzica la vostra curiosità?

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Superman & Lois, Jordan Elsass lascia la serie: chi sarà il nuovo Jonathan Kent?

Leggi delle motivazioni che hanno portato l'attore Jordan Elsass ad abbandonare il suo ruolo di Jonathan Kent in Superman & Lois.
Autore: Marco Manvati ,
Superman & Lois, Jordan Elsass lascia la serie: chi sarà il nuovo Jonathan Kent?

Jordan Elsass non tornerà nei panni di Jonathan Kent nella terza stagione di Superman & Lois. L'annuncio è arrivato tramite una dichiarazione ufficiale da parte di Warner Bros.

L'attore, al momento della stesura di questa notizia, non ha ancora rilasciato commenti in merito la questione, ma grazie a quanto comunicato da Warner Bros. si sa che Elsass ha abbandonato la serie per motivi personali:

Jordan Elsass ha comunicato allo studio che non tornerà per la terza stagione di Superman & Lois per motivi personali. Il ruolo di Jonathan Kent verrà riassegnato.

Sebbene non siano state rilasciate ulteriori informazioni a riguardo, alcune fonti vicine alla produzione affermerebbero che l'abbandono non è dovuto a nessun problema con altri membri del cast o della troupe, bensì a probabili problemi mentali legati all'attore stesso. Se confermata, sarebbe una notizia alquanto ironica dato che recentemente anche l'attore Ezra Miller, che interpreta Flash nei film del DC Extended Universe (DCEU), ha chiesto aiuto perché soffre di problemi mentali.

Altre fonti riportano invece che l'abbandono sia dovuto alla posizione di Jordan Elsass contro i vaccini per il COVID-19. Per le riprese della seconda stagione l'attore aveva infatti ricevuto una deroga, caricando nel frattempo una storia su Instagram (poi prontamente cancellata) che appunto metteva in dubbio l'efficacia del vaccino. In ogni caso avremo notizie ufficiali a riguardo solo quando Elsass si sentirà pronto a parlarne.

Quello per il ruolo di Jonathan Kent in Superman & Lois sarà un recast piuttosto ostico per i dirigenti della compagnia americana, dato che si tratta di uno dei due figli di Clark Kent\Superman e Lois Lane, il quale stava avendo un ruolo sempre più centrale all'interno di queste due prime stagioni (nella prima era infatti l'unico figlio a non essere dotato degli stessi poteri del padre).

Superman & Lois è una delle poche serie dell'Arrowverse che sta resistendo alle varie cancellazioni che The CW ha effettuato durante quest'anno; ultima di queste è stata proprio l'amata serie The Flash, che si fermerà alla nona stagione.

Via Variety

Sto cercando altri articoli per te...