Il regista Rian Johnson è ancora al lavoro sulla sua trilogia di Star Wars

Autore: Marcello Paolillo ,
Copertina di Il regista Rian Johnson è ancora al lavoro sulla sua trilogia di Star Wars

Il prossimo mese di dicembre la serie classica di Star Wars giungerà al termine con L'Ascesa di Skywalker, ultimo atto della saga iniziata nel 1977 con Episodio IV: Una nuova Speranza.

Il lungometraggio di J. J. Abrams - che avrà una durata di ben 2 ore e 35 minuti - sarà a tutti gli effetti il nono capitolo di Guerre Stellari (spin-off esclusi) e porterà a termine l'epopea degli Skywalker una volta per tutte.

Advertisement

Il record di prevendite (nelle prime 24 ore) conferma Star Wars: L'Ascesa di Skywalker come uno dei film della saga più attesi di tutti i tempi, sebbene i fan stiano già guardando al futuro della serie creata da George Lucas.

A novembre 2017 Disney annunciò infatti l'avvento di una nuova trilogia di Star Wars, che avrebbe dovuto espandere il già enorme universo cinematografico del franchise. Questi nuovi tre film dovrebbero avere come protagonisti personaggi mai visti prima, oltre ad essere ambientati in una galassia "ancora più lontana" rispetto a quella che ha fatto da sfondo alle vicende di Luke Skywalker e soci.

Alla guida del progetto si fece il nome di Rian Johnson, regista di Star Wars: Gli Ultimi Jedi (uscito nelle sale a dicembre 2017 e ritenuto di fatto uno degli episodi più controversi della saga). Ora, dopo mesi di silenzio, Johnson è tornato brevemente al parlare del progetto al portale Entertainment Tonight, rassicurando che la nuova trilogia si farà (smentendo quindi alcune sue precedenti dichiarazioni che la davano per cancellata):

Advertisement

Davvero, l’ho detto? Al momento non ho aggiornamenti, sebbene stia ancora lavorando con Lucasfilm al progetto. Semplicemente stanno cercando di capire cosa fare e quando.

Star Wars: L'ascesa di Skywalker Star Wars: L'ascesa di Skywalker La resistenza è ridotta a poche unità, il primo ordine dilaga sotto il comando del leader supremo Kylo Ren, ma un messaggio ha turbato la galassia. L'imperatore Palpatine giura vendetta! ... Apri scheda

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker uscirà in ogni caso nelle sale italiane il 18 dicembre 2019. Nel cast rivedremo Mark Hamill, Anthony Daniels, Billy Dee Williams, Carrie Fisher, oltre a Daisy Ridley, Adam Driver, John Boyega, Oscar Isaac, Domhnall Gleeson, Kelly Marie Tran, Joonas Suotamo, Billie Lourd (figlia di Carrie Fisher) e Lupita Nyong’o.

La saga è attesa anche sul piccolo schermo, con il debutto della serie Disney The Mandalorian, prevista negli Stati Uniti il 12 novembre.

Rian Johnson tornerà invece nelle sale il 27 novembre negli USA (e il 5 dicembre in Italia) grazie al thriller Cena con delitto - Knives Out, con Ana de Armas, Toni Collette, Chris Evans e Daniel Craig.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Perché Palpatine ha creato il Leader Supremo Snoke?

Il Leader Supremo Snoke, ovvero come Palpatine ha cercato di conquistare la Galassia fallendo miseramente.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Perché Palpatine ha creato il Leader Supremo Snoke?

Il Leader Supremo Snoke è apparso per la prima volta nel 2015 nel film #Star Wars: Il risveglio della Forza. La sua natura e la sua identità sono sempre state tenute segrete e, ovviamente, sono state motivo di discussione tra i fan.

Fin dall'uscita del primo lungometraggio della trilogia più recente di Guerre Stellari, i fan hanno ipotizzato che Snoke potesse essere uno dei personaggi del passato della saga tornato con un nuovo volto. Alcuni hanno pensato a Gran Moff Tarkin, altri ancora addirittura a Darth Vader, mentre altri hanno associato Snoke al vecchio maestro di Palpatine Darth Plagueis. Nulla di tutto ciò si è rivelato essere vero.

Sto cercando altri articoli per te...