The Hot Zone: il teaser della serie in arrivo su National Geographic e FOX

Autore: Chiara Poli ,

Sta arrivando. E dopo che l'avrà fatto, nulla sarà più come prima. Su FOX e National Geographic è in arrivo The Hot Zone, la miniserie in 6 parti tratta dall'omonimo libro di Richard Preston, che racconta la storia vera del terribile virus Ebola.

Pubblicato per la prima volta nel 1994, The Hot Zone - Area di contagio ripercorre le tappe evolutive del virus, che fino al 1980 è esistito nelle foreste tropicali senza che nessuno ne rilevasse la presenza.

Advertisement

Poi succede qualcosa: il virus attacca le scimmie, e poi l'uomo, con effetti devastanti. All'inizio è quasi impossibile isolarne i sintomi, ma soprattutto contrastarlo con una terapia efficace. Il tasso di mortalità è altissimo, mentre scopriamo la ricostruzione storica dei primissimi casi e i progressi nella ricerca per contenerlo e debellarlo.

Fox 21 Television Studios
The Hot Zone - Area di contagio. Julianna Margulies
The Hot Zone - Area di contagio. Julianna Margulies in una scena

Vera la storia, vera la ricostruzione, veri anche i nomi dei personaggi coinvolti: tutto, nel libro di Preston, richiama eventi realmente accaduti.

E la miniserie non è da meno. I fatti narrati corrispondono a quelli esposti nel testo. E ci consegnano, a tutt'oggi, un'unica certezza: non esiste un vaccino. L'unico modo per sopravvivere a Ebola è contenerlo.

Ce lo racconta la miniserie di Ridley Scott, che acquistò i diritti per l'adattamento del libro di Preston nel 2014.

Protagonista è la dottoressa dell'esercito statunitense Nancy Jaax (la premiatissima Julianna Margulies di E.R. - Medici in prima linea e The Good Wife), chiamata in prima linea per scongiurare un'epidemia di EBV (EbolaVirus) che avrebbe potuto rapidamente uccidere milioni di persone.

Advertisement

Fox 21 Television Studios
Lian Cunningham e Julianna Margulies in The Hot Zone
Lian Cunningham e Julianna Margulies in The Hot Zone - Area di contagio

Accanto a lei il marito, il Colonnello Jerry Jaax (Noah Emmerich, The Americans, The Truman Show) e il dottor Peter Jahrling (Topher Grace, Spider-Man 3, In Good Company), collega di Nancy.

Advertisement

L'ex Davos Seaworth di Game of Thrones, l'attore Liam Cunningham, interpreta il loro superiore, il dottor Wade Carter.

E non è finita: il cast è davvero ricchissimo, con nomi come quello di Robert Sean Leonard (L'attimo fuggente, Dr. House), James D'Arcy (Cloud Atlas, Homeland, Agent Carter), Lenny Platt (Gotham, Le regole del delitto perfetto), Robert Wisdom (L'alienista, Rosewood), Paul James (The Last Ship, Torchwood) e Rob Stewart (Designated Survivor, Suits).

Rizzoli
The Hot Zone - Area di contagio: la vera storia del virus ebola
The Hot Zone - Area di contagio: il libro di Richard Preston

Siamo nel 1989. La dottoressa Jaax registra i primi casi di EBV su alcune scimmie. Quando, in un laboratorio di Washington, un incidente rischia di esporre gli Stati Uniti al contagio, insieme ai suoi colleghi fa di tutto per evitare che l'Ebola si diffonda.

Prodotta da Fox 21 Television Studios e Scott Free Productions con Lynda Obst Productions, The Hot Zone - Area di contagio è stata trasmessa negli USA alla fine di maggio, in tre serate da due episodi ciascuna, ottenendo un grande successo di pubblico e critica.

Firma da creatore della serie James V. Hart (Dracula di Bram Stoker, Contact), mentre gli sceneggiatori includono Brian Peterson (Smallville, Salem), Kelly Souders (Genius, Under the Dome) e Jeff Vintar (I, Robot, Final Fantasy).

Advertisement

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

La trasformazione di Ana de Armas in Marilyn Monroe

Leggi per scoprire alcune interessanti curiosità sulla protagonista del film Blonde, ispirato alla vita di Marilyn Monroe.
Autore: Francesca Musolino ,
La trasformazione di Ana de Armas in Marilyn Monroe

Presentato in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia e approdato nel catalogo di Netflix il 28 settembre 2022, il film Blonde dedicato all'intramontabile stella del cinema Marilyn Monroe ha fatto molto discutere in positivo e in negativo. La pellicola infatti non è una fedele biografia dell'icona bionda senza tempo, ma è una rivisitazione alternata tra fantasia e realtà, in cui il regista Andrew Dominik ha voluto rappresentare una vita fatti di eccessi e lati oscuri dell'attrice. Scelta che parte del pubblico e della critica non ha particolarmente gradito, in quanto non tutto corrisponde al vero e alcuni temi risultano troppo crudi.

Ciò che ha invece trovato ampi consensi a prescindere da tutto, è stata senza dubbio la magistrale interpretazione dell'attrice Ana de Armas; che non solo è diventata la perfetta sosia fisica di Marilyn, ma ha saputo anche renderle omaggio in tutto e per tutto con la sua straordinaria performance. Per chi non ha ancora avuto modo di guardare il film, nel trailer di Blonde è possibile avere un primo assaggio su Ana nelle vesti di Marilyn Monroe. Un ruolo ben riuscito grazie al grande impegno che de Armas gli ha dedicato in modo certosino e instancabile. Di seguito spieghiamo come ci è riuscita:

Sto cercando altri articoli per te...