Il 28 aprile torna in sala restaurato e in 4K In the Mood for Love, il film migliore del nuovo millennio

Autore: Elisa Giudici ,
Copertina di Il 28 aprile torna in sala restaurato e in 4K In the Mood for Love, il film migliore del nuovo millennio

In the Mood for Love, un film per cui si può spendere l'appellativo di capolavoro senza timore, è pronto a tornare in sala in Italia. Una riproposizione sì, ma di assoluto pregio, considerando l'edizione in cui verrà presentato. Tucker Film ha infatti annunciato che il film più noto e amato del regista di Hong Kong Wong Kar-wai tornerà nelle sale italiane in versione restaurata, per la prima volta con risoluzione 4K (sugli schermi che supportano questa tecnologia). 

È una grandissima notizia per i giovani cinefili, coloro che nel 2001 non videro in sala quello che è considerato tra i migliori - se non il migliore - film realizzato dopo l'anno 2000, già entrato a pieno titolo nella storia del cinema. La proposta di Tucker è tutt'altro che pigra. In mancanza di pellicole nuove (con l'eccezione di Minari e di una release dedicata a Nomadland voluta da Disney a fine mese) non "rischiate" dai rispettivi distributori per timore che le sale effettivamente siano poche e gli incassi minimi, riproporre pellicole di pregio può essere una soluzione.

Advertisement

In the Mood for Love In the Mood for Love Hong Kong, 1962. I coniugi Chow e i coniugi Chan si trasferiscono lo stesso giorno in due appartamenti contigui. Sono il signor Chow e la signora Chan a rientrare più ... Apri scheda

Specie se a venire presentata è la nuova edizione restaurata di un nuovo classico del cinema internazionale. Se non fosse scoppiata la pandemia, la proiezione di questa versione restaurata di In the Mood for Love sarebbe stata uno degli eventi più attesi del Festival di Cannes 2020. 

I film di Wong Kar-wai tornano al cinema: il ciclo Una questione di stile 

Tucker Film ha annunciato con comprensibile orgoglio l'iniziativa, che crea un vero e proprio evento cinefilo in concomitanza con la riapertura delle sale italiane, dopo oltre un anno di chiusure alternate a riaperture intermittenti e parziali. 

La nuova edizione del film (uscito nel 2001) è frutto del restauro che vede il coinvolgimento di una realtà italiana: la pellicola infatti è stata curata da L’Immagine ritrovata di Bologna e dalla Criterion di New York, a partire dal negativo originale. Un processo certosino e presieduto in ogni suo passaggio dallo stesso regista Wong Kar Wai.

Advertisement
Tucker Film
Maggie Cheung in taxi con Tony Leung
In the Mood for Love è considerato una delle vette del cinema degli ultimi 20 anni

Il capofila della new wave del cinema di Hong Kong, il regista è tutt'altro che prolifico. Tuttavia non rimarrà troppo a lungo lontano dalle sale: Tucker Film porterà al cinema anche le sue prime due opere intitolate As Tears Go By e Days of Being Wild. Il 2021 dovrebbe essere un anno ghiottissimo per i fan del cineasta, dato che seguirà la programmazione di altri tre film della sua filmografia, già convertiti in versione 4K: si tratta di Angeli perduti, Hong Kong Express e Happy Together.

Da sempre attenta agli autori asiatici e ai grandi maestri del sud est asiatico, Tucker Film ha quindi deciso di dedicare una monografia "a puntate" a Wong Kar-wai, intitolandola Una questione di stile. Si parte con In the Mood for Love, arrivato secondo nella recente classifica curata dalla BBC dei migliori film dell'ultimo ventennio. Il cineasta si è dovuto inchinare solo a David Lynch, l'unico in grado con la sua pellicola Muhlolland Drive di superare nel gradimento dei cinefili il film In the Mood for Love. 

Di cosa parla In the Mood for Love 

Il film, girato nel 2000, è ambientato nella città di Hong Kong nel 1962 e ha per protagonisti due vicini di casa, intepretati magistralmente da Maggie Cheung e Tony Leung Chiu-wai, due icone assolute del cinema cinese. I due vivono con i rispettivi consorti in due stanzette contigue, affittate dalla proprietaria dell'appartamento principale. La loro conoscenza reciproca si limita a incontri casuali e saluti di rito, almeno fino a quando realizzano che i rispettivi consorti hanno una relazione. Ognuno è stato tradito dal proprio partner con il coniuge dell'altro. 

Advertisement

Travolti dal dolore, i due cominciano a ipotizzare come sia successo, chi dei due abbia fatto la prima mossa, cosa dica il coniuge traditore del tradito all'amante. Un gioco innocente per superare la tristezza, che li porterà a essere sempre più intimi. 

Quando esce In the Mood for Love al cinema?

Il film del 2001 di Wong Kar-wai tornerà nelle sale italiane dal 28 aprile 2021, in edizione restaurata e in 4K. Seguiranno altre 5 pellicole della filmografia del cineasta, proposte da Tucker Film con una monografia dedicata.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

The Sandman: in arrivo il primo spin-off?

Scopri cosa ha detto Neil Gaiman sulla possibilità di realizzare uno spin-off della serie The Sandman, incentrato su Johanna Constantine.
Autore: Giulia Angonese ,
The Sandman: in arrivo il primo spin-off?

Dopo il debutto di The Sandman, avvenuto il 5 agosto con l’uscita su Netflix dei dieci episodi, si sta facendo strada sia l’ipotesi di una seconda stagione (ne parliamo qui), sia di uno spin-off incentrato su Johanna Constantine (Jenna Coleman), uno dei personaggi che più ha colpito gli spettatori.

È stato lo stesso Gaiman, attraverso il suo profilo Twitter, ad annunciare quest'ultima idea.

Sto cercando altri articoli per te...