Independence Day: Rigenerazione, gli alieni sono al cinema da oggi!

Autore: Andrea Sala ,

Le imponenti navi aliene di Independence Day: Rigenerazione sono ormai sopra la Terra. Per essere precisi sono da oggi, 8 settembre 2016, in tutti i cinema d'Italia.

Sì, perché il sequel dello sci-fi culto di Roland Emmerich debutta oggi nelle nostre sale, con il suo concentrato di devastazione globale, minaccia di estinzione del genere umano ed eroismo ai limiti dell'imprudenza.

Advertisement

A vestire i panni di parecchi personaggi ben noti è ancora buona parte del cast originale: Bill Pullman nel ruolo dell'ex-Presidente Whitmore, Judd Hirsch in quello del rabbino Levinson, Jeff Goldblum in quello di David Levinson, Brent Spiner nei panni del dottor Okun e Vivica A. Fox nel ruolo di Jasmine Dubrow.
Assieme ai "veterani" vedremo le nuove leve Sela Ward, Maika Monroe, Judd Hirsch, Pullman Joey King, Liam Hemsworth, Charlotte Gainsbourg, Travis Tope e Jessie Usher (che interpreta il figlio del capitano Hiller, Dylan).

Advertisement

Dopo la prima guerra del 1996 che ha, indirettamente, causato la morte del capitano Hiller, la Terra ha istituito un programma di difesa dalle minacce spaziali. Alla guida dell'ESD (Earth Space Defense) c'è uno degli eroi del '96, il dottor David Levinson (interpretato sempre da Jeff Goldblum).

Spoiler alert! Click to reveal Ed è proprio lui, ancora una volta, a scoprire che gli alieni non sono stati sconfitti definitivamente. Tutt'altro.Dopo aver conosciuto la psichiatra francese Catherine Marceaux e un rifugiato della Repubblica di Umbutu, paese africano nato dopo i fatti del '96, Levinson viene a conoscenza dell'esistenza di un'enorme nave aliena proprio in Africa. Quest'ultima sarà riuscita, come Levinson teme, a lanciare il suo SOS galattico durante la prima guerra?
Ovviamente sì.A complicare le cose ci sono anche le connessioni telepatiche degli abitanti di Umbutu (e del dottor Okun, interpretato ancora da Brent Spiner) con i "nuovi alieni". Questo fornisce all'umanità un vantaggio, visto che a Umbutu riescono ad accedere ai piani di conquista extraterrestri.

Basterà tutto questo, insieme alla tecnologia recuperata dal 1996, a salvare la razza umana dall'estinzione completa? Lo scopriremo da oggi al cinema.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Più Addams o più Potter? Sono tanti i passaggi della serie Mercoledì che ricordano da vicino la storia del maghetto di J.K. Rowling. Scopriamoli insieme.
Autore: Elisa Giudici ,
Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Sulla carta d’identità c’è scritto Addams, ma c’è più di un punto d’incontro con la famiglia Potter, la più celebre del mondo magico. Avevate notato le tante somiglianze tra la serie Netflix e la saga di Harry Potter? In parecchi spettatori hanno commentato sui social come la storia di Mercoledì così come raccontata da Tim Burton ricorda in molti passaggi quella della permanenza di Harry Potter a Hogwarts. Come già anticipato nella recensione della prima stagione di Mercoledì, questa versione rivede sotto una nuova luce l’intera storia della famiglia Addams, a partire da quella della primogenita Mercoledì.

Semplice omaggio, lecita e inconscia fonte d’ispirazione da parte di una delle storie fantasy più amate di tutti i tempi o qualcosa in più? Ripercorriamo insieme i numerosi punti d’incontro tra la storia di Mercoledì e quella di Harry Potter, per farci un’idea a riguardo.

Sto cercando altri articoli per te...