Independence Day: Rigenerazione, i protagonisti sognano Roma e Fellini

Autore: Lorenzo Ormando ,

Quando 20th Century Fox annunciò che Jeff Goldblum, il protagonista del primo Independence Day (nonché di altri film cult come La Mosca e Jurassic Park), sarebbe tornato nel sequel, i fan andarono in visibilio. Chi meglio di lui per salvare il mondo una seconda volta dall’invasione aliena?

Advertisement

 

20th Century Fox
Jeff Goldblum interpreta per la seconda volta David Levinson

Advertisement
Jeff Goldblum torna così a vestire i panni di David Levinson in Independence Day Rigenerazione: oggi però non lavora più come tecnico delle comunicazioni per una TV via cavo, bensì è il direttore dell’Earth Space Defense (ESD), fondata dal Presidente Whitmore (Bill Pullman, anche lui nel sequel). Una curiosità: il 4 luglio è, per Goldblum, una data importante:
Lo scorso anno sono diventato padre, per la prima volta, a 62 anni. Mio figlio Charlie Ocean è nato proprio nel Giorno dell’Indipendenza degli Stati Uniti. Che simpatica coincidenza!
A guidare la rivolta contro gli alieni non c’è più Will Smith, il quale ha preferito rinunciare al film perché aveva appena preso parte a due film di fantascienza (Men In Black 3 e After Earth) e non se la sentiva di girarne un terzo. Al suo posto, in compenso, troviamo il lanciassimo Liam Hemsworth (la saga di Hunger Games), qui nei panni del pilota Jake Morrison, i cui genitori rimasero uccisi durante l’invasione del 4 luglio 1996.
Da bambino ero un grande fan di Independence Day, era uno dei miei film preferiti. Avrò avuto sei anni e lo guardavo spesso insieme ai miei fratelli, Chris e Luke, anche se in realtà i nostri genitori non erano d’accordo. Chissà, forse pensavano che non avrei dormito per lo spavento!
20th Century Fox
L'attore australiano Liam Hemsworth interpreta il pilota Jake Morrison
A proposito del suo personaggio, Liam Hemsworth ha spiegato che Jake non si prende troppo sul serio, proprio come lui:
È stato un ruolo divertente, abbiamo avuto molte occasioni per portare un po’ di leggerezza e humor a queste scene epiche e pazzesche. Recitare con colleghi di talento come Jeff è stato di grande aiuto: con lui non sai mai cosa aspettarti perché è un uomo molto interessante, creativo e pieno di inventiva. Ha sempre un aneddoto da raccontare e, sul set, riesce a mettere tutti di buonumore.
20th Century Fox
Trionfo di effetti speciali in una scena drammatica di Independence Day: Rigenerazione
Non c’è nessuno che si diverta a distruggere la Terra (sullo schermo) più di Roland Emmerich, considerato il vero re dei disaster movie. E in Independence Day: Rigenerazione, un blockbuster da 165 milioni di dollari ambientato vent’anni dopo la prima invasione, il regista tedesco non delude i suoi fan: le astronavi aliene, ancora più avanzate rispetto a quelle affrontate da Will Smith e compagni nel primo capitolo, mandano in briciole intere città in scene ad alto tasso adrenalinico. Come ci spiega lo stesso Emmerich:
Nel sequel la situazione di partenza è molto diversa rispetto al primo capitolo, perché ci troviamo davanti un mondo che ha vissuto la guerra del 1996 e ha lottato per rimettersi in sesto. Non volevamo ripeterci, perciò abbiamo inserito dei personaggi nuovi, oltre a quelli così amati dal pubblico. Sono convinto che siano proprio i personaggi a rendere una storia emozionante e innovativa, non gli effetti speciali.

In Independence Day: Rigenerazione non ci sono supereroi che scendono dal cielo per aiutare gli esseri umani e questo, secondo il regista, rappresenta un ulteriore punto di forza:
Sono un po' stanco di tutti i cinecomic in circolazione. Non sono mai stato appassionato di fumetti, forse perché quando ero bambino, in Germania, non ce n’erano molti. Ma oggi, quando vado al cinema, non vedo altro che storie di supereroi. Che noia, non se ne può più! Penso che il nostro film sia una boccata d’aria fresca, perché la salvezza della Terra dipende solo dalla capacità delle persone di restare unite. 
Independence Day: Rigenerazione sarà al cinema dall’8 settembre, distribuito da 20th Century Fox

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Nuove TV? Ecco cos'è e come funziona DVB-I, attivo nel 2023

Cos'è e come funziona DVB-I disponibile da Aprile 2023. DVB-I potrebbe cambiare il modo di guardare i programmi in diretta e i prodotti on demand.
Autore: Gianluca Ceccato ,
Nuove TV? Ecco cos'è e come funziona DVB-I, attivo nel 2023

Mediaset, nella conferenza annuale Ultra HD Forum, ha mostrato il funzionamento del nuovo DVB-I (Digital Video Broadcasting Internet). DVB-I permette di mescolare la lista canali del Digitale Terrestre con quella dei canali in streaming.

La sperimentazione DVB-I parte ad Aprile 2023 e coinvolge - inizialmente - quattro canali:

Sto cercando altri articoli per te...