Inside Outcast: alle origini della paura

Autore: Chiara Poli ,

I generi sono nati per un'esigenza precisa: dare al pubblico una determinata tipologia di storia riproponendo tematiche, personaggi e cliché per soddisfare gli appassionati di racconti di genere.

L'horror è uno dei generi più antichi e longevi.

Advertisement

Fin dalla proiezione del famoso L'arrivée d'un train a là Ciotat dei fratelli Lumière, che nel 1895 aveva terrorizzato a morte gli spettatori - timorosi di essere sul punto di venire travolti dal treno proiettato grazie alla nuova invenzione chiamata cinematografo - i cineasti hanno riconosciuto la paura come la più forte delle emozioni.

Ecco perché il Nosferatu di Murnau, del 1922, fu seguito da un'ampia produzione, fin dalla fine degli anni '20 (e principalmente targata Universal), dedicata ai mostri di ogni genere, per attrarre un pubblico in cerca di emozioni indimenticabili.

Advertisement

L'horror è legato proprio a questo: alla più antica, potente e sconvolgente delle emozioni. Tutto il resto - derivazioni splatter, commistioni di genere e parodie - si deve alla continua ricerca di una "spinta" sempre più sconvolgente, scioccante (a volte anche troppo...) e naturalmente fruttuosa per i produttori.

Derive ed esperimenti a parte, l'horror d'autore si è spesso miscelato con tematiche importanti: fede (L'Esorcista), emarginazione e compassione (Frankenstein), paranoia (Rosemary's Baby), dramma famigliare (Shining), amore romantico (Dracula di Coppola)...

Nel caso di #Outcast, che sfrutta una delle tematiche più care al genere - la possessione demoniaca - la paura è un elemento essenziale per attrarre e colpire il pubblico.

Grazie a questo video, il cast artistico e tecnico della serie in arrivo su FOX dal 6 giugno ci parla delle forti emozioni che ci aspettano.

E sottolinea come la paura sia l'inevitabile (e attesissimo!) punto di partenza di una storia complessa, con protagonisti ricchi di sfumature inseriti sullo sfondo di una cittadina apparentemente "comune", eppure custode di orribili segreti...

Advertisement

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

The Walking Dead 11, dove eravamo rimasti [RIASSUNTO]

Leggi per ricordare in che modo si era conclusa la seconda parte della stagione undici di The Walking Dead, che ritorna su Disney+ per il gran finale.
Autore: Francesca Musolino ,
The Walking Dead 11, dove eravamo rimasti [RIASSUNTO]

La serie TV di The Walking Dead è giunta alla sua conclusione con la stagione undici, di cui sono già state trasmesse le prime due parti. Dal 3 ottobre 2022 su Disney+ sarà disponibile anche la terza e ultima parte con cui terminerà sia la stagione in corso che la serie. Visto che ci sono state due pause nel mezzo e diversi mesi di distanza tra un blocco di episodi e l'altro, può essere utile fare mente locale sugli eventi principali dei primi sedici episodi già trasmessi e su dove si era momentaneamente conclusa la trama.

Premessa

  • La decima stagione di The Walking Dead è incentrata sulla guerra contro i Sussurratori: negli episodi finali fa il suo ritorno Maggie, che viene avvisata del pericolo che incombe sul gruppo, tramite una lettera scritta da Carol dopo il terribile evento delle picche. Tutte le comunità unite, con l'aiuto anche di Negan e di Maggie con il suo nuovo gruppo, alla fine vincono la battaglia. 
  • Su un altro frangente il trio composto da Eugene, Yumiko ed Ezekiel è in viaggio per raggiungere Stephanie, la misteriosa donna che Eugene ha conosciuto via radio e di cui si è invaghito. Lungo la strada incontrano Principessa, un'eccentrica ragazza che da molto tempo vive da sola e fa quindi di tutto per farsi accettare dal trio e unirsi al loro viaggio. Una volta giunti tutti insieme sul luogo dell'appuntamento, si ritrovano accerchiati da alcuni soldati in armatura che dopo averli catturati, li conducono da chi di dovere per essere sottoposti a degli interrogatori.
  • Dopo che Michonne parte alla ricerca di Rick, in quanto trova delle sue tracce nei pressi dell'isola in cui vive un uomo di nome Virgil, quest'ultimo decide di tornare ad Oceanside, il luogo del loro primo incontro. Durante il tragitto si imbatte in Connie, sopravvissuta all'esplosione nella grotta di Alpha, alla quale presta soccorso.

Stagione undici: dove eravamo rimasti

Sto cercando altri articoli per te...