Jack Reacher: Never Go Back, prime immagini ufficiali con Tom Cruise

Autore: Rina Zamarra ,

Tom Cruise, 53 anni suonati, appare in forma e concentrato sul set di Jack Reacher: Never Go Back.

People pubblica le prime foto ufficiali del film, che mostrano Tom nuovamente in azione nei panni di Jack Reacher, l'ex ufficiale della polizia militare statunitense creato dalla penna dello scrittore inglese Lee Child

Advertisement

È sicuramente un ottimo periodo per l'attore americano che girerà anche il sequel di Top Gun, il film che lo ha reso famoso in tutto il mondo.

Il regista Edward Zwick parla dell'attore definendolo un professionista instancabile e concentrato. I due hanno già lavorato insieme nel film L'Ultimo Samurai ed Edward ha sottolineato come sia molto noioso fare lo stuntman per Cruise. Tom, infatti, gira da solo tutte le scene che necessitano di una controfigura. 

Ma non è l'unico! Sembra che anche la co-protagonista femminile, Cobie Smulders, si cimenti sul set senza l'aiuto di una controfigura e le scene di azione non mancano di certo.

Il film ruota intorno al tentativo di Jack Reacher di aiutare un maggiore (Cobie Smulders) accusato di spionaggio. La sceneggiatura è tratta dal 18esimo libro della serie Jack Reacher e racconta anche di un confronto interiore del protagonista con il mondo che lo circonda e con una serie di suoi problemi personali.

People

Gli attori Tom Cruise, Judd Lormand and Jason Douglas
Tom Cruise, Judd Lormand and Jason Douglas

Il film dunque dovrebbe avere un aspetto introspettivo che consentirà agli spettatori di conoscere meglio Jack, già protagonista di un'altra pellicola uscita al cinema nel 2012. Jack Reacher - La prova decisiva è stato infatti il primo film a portare sul grande schermo il personaggio di Jack. 

Per vedere il secondo capitolo della saga Reacher dovrete aspettare ancora qualche mese. La data di uscita nei cinema americani è il 21 ottobre 2016.

Advertisement

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Nostalgia: perché il cinema italiano è Favino-dipendente?

Nostalgia di Martone è l'ennesimo film che si affida al talento di Pierfrancesco Favino: perché il cinema italiano non riesce a fare a meno di lui?
Autore: Elisa Giudici ,
Nostalgia: perché il cinema italiano è Favino-dipendente?

Già nel 2007 la serie Boris fotografava la dipendenza del cinema italiano da Pierfrancesco Favino. La "fuoriserie italiana" non a caso è un grande specchio del mondo culturale e cinematografico italiano: ha dimostrato in innumerevoli occasioni di prevedere il futuro con precisione stupefacente, rivelandosi sempre più amaramente attuale ogni anno che passa. 

Nella terza stagione di Boris, il personaggio del comico Martellone spiega di non essere riuscito a ottenere alcuna parte di rilievo in tempi recenti a causa di Pierfrancesco Favino, che fagociterebbe tutte le parti importanti e interessanti a disposizione. Quindici anni dopo questa scena di Boris è più attuale che mai. Basta pensare che due dei ruoli maschili più ficcanti e di pregio presenti nei film italiani inviati al Festival di Cannes nelle ultime edizioni - quello di Felice in Nostalgia di Mario Martone e quello di Tommaso Buscetta nel film di Marco Bellocchio Il traditore (2019) - sono interpretati proprio da Favino.

Sto cercando altri articoli per te...