Joaquin Phoenix miglior attore agli Oscar 2020: il toccante discorso di ringraziamento [VIDEO]

Autore: Alessandro Zoppo ,
Copertina di Joaquin Phoenix miglior attore agli Oscar 2020: il toccante discorso di ringraziamento [VIDEO]

Vista la sua strepitosa performance in #Joker, il premio Oscar 2020 come migliore attore protagonista non poteva andare che a lui: Joaquin Phoenix.

L'attore statunitense, 45 anni e tre nomination alle spalle, ha stretto finalmente in mano la sua prima, meritata statuetta. Non c'era riuscito ai tempi dell'epico Il gladiatore, del biopic Quando l'amore brucia l'anima - Walk the Line e di The Master, quando venne battuto dal Daniel Day-Lewis di Lincoln.

Advertisement

Phoenix ha tenuto un vibrante discorso di ringraziamento dopo aver ricevuto il riconoscimento dalle mani di Olivia Colman. Prima di tutto, ha voluto ricordare i suoi colleghi candidati: Antonio Banderas, Leonardo DiCaprio, Adam Driver e Jonathan Pryce.

Non mi sento migliore dei miei colleghi candidati o di nessuno qui, perché condividiamo lo stesso amore per il cinema e questa forma d'espressione è sicuramente la meraviglia più straordinaria: non riesco ad immaginare la mia vita senza film. Ma credo che il dono più grande che il cinema mi abbia dato è l'opportunità di dare voce a chi non ha voce.

La star di Joker ha spiazzato tutti parlando di razzismo, parità e diversità.

Ho riflettuto molto su alcune questioni dolorose che stiamo affrontando collettivamente. E penso che a volte ci sentiamo o ci hanno fatto sentire come i paladini di cause diverse. Ma personalmente, vedo punti in comune. Che sia disuguaglianza di genere, razzismo, diritti dei gay, dei nativi e degli animali, stiamo parlando di lottare contro l'ingiustizia. Nessuna nazione, razza, sesso o specie ha il diritto di dominare, controllare e usare le altre senza impunità. Credo che siamo scollegati dal mondo naturale e molti di noi sono colpevoli di avere una visione egocentrica, crediamo di essere il centro dell'universo.

Phoenix, da tempo vegano e attivista per i diritti degli animali, ha citato le crudeltà che le mucche sono costrette a subire negli allevamenti intensivi e nell'industria lattiero-casearia, come l'inseminazione artificiale.

Rubiamo i loro cuccioli anche se le loro grida di angoscia sono inequivocabili, e poi prendiamo il latte destinato ai loro vitelli e lo mettiamo nel caffè e nei nostri cereali. Temiamo l'idea di un cambiamento personale perché pensiamo di dover sacrificare qualcosa per rinunciare a qualcosa. Ma quando usiamo l'amore e la compassione come principi guida, possiamo creare, sviluppare e implementare dei sistemi di cambiamento che sono benefici per tutti gli esseri senzienti.

L'attore ha concluso il discorso ricordando il suo passato difficile e la cattiva reputazione che circondava il suo nome a Hollywood.

Nella mia vita sono stato un disgraziato. A volte sono stato crudele ed egoista, ed era dura lavorare con me. Sono grato a molti di voi qui presenti che mi hanno dato una seconda possibilità. È allora che diamo il meglio: quando ci sosteniamo a vicenda. Non quando ci annulliamo l'un l'altro per gli errori del passato, ma quando ci aiutiamo vicendevolmente a crescere, quando ci educhiamo l'un l'altro, quando ci guidiamo verso la redenzione. Questo è il lato migliore dell'umanità.

Advertisement

Strappando applausi e lacrime, Joaquin ha infine ringraziato la persona più importante della sua vita, che se n'è andata troppo presto: suo fratello River Phoenix, morto nel 1993 a soli 23 anni.

Advertisement

Quando aveva 17 anni, mio fratello scrisse questi versi: Run to the rescue with love and peace will follow [Precipitati a soccorrerlo con amore e arriverà la pace, ndr]. Grazie.

ABC
Joaquin Phoenix ricorda il fratello River alla cerimonia di premiazione degli Oscar 2020
La dedica di Joaquin a River

Ora Phoenix condivide con Heath Ledger, che ha ricordato commosso ai SAG Awards, un primato storico appartenuto soltanto a Marlon Brando e Robert De Niro per Il Padrino.

Lui e il compianto amico e collega australiano, scomparso nel 2008 a 29 anni, sono gli unici attori ad aver vinto un Oscar per l'interpretazione dello stesso personaggio.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

House of the Dragon al buio, HBO risponde ai fan furiosi

Leggi per scoprire come mai i fan di House of the Dragon si sono tanto arrabbiati dopo la messa in onda del settimo episodio.
Autore: Francesca Musolino ,
House of the Dragon al buio, HBO risponde ai fan furiosi

Sembra che stia diventando quasi un vizio di House of the Dragon quello di riportare nella serie non solo i tributi e i riferimenti a Il Trono di Spade, ma anche gli stessi errori. Nel terzo episodio dello spin-off infatti c'era già stata una svista che aveva fatto divertire i fan, perché ricordava proprio lo stesso scenario di quando ne Il Trono di Spade era comparso un bicchiere di Starbucks.

Questa volta invece da ridere c'è ben poco ed è dovuta intervenire la stessa HBO, per calmare le ire dei fan  furiosi per quanto è accaduto nel settimo episodio di House of the Dragon. Durante alcune scene ambientate nella tarda notte, il buio era talmente oscuro da non permettere quasi la visione di ciò che stava accadendo sullo schermo. La stessa situazione che era capitata nell'episodio La Lunga Notte de Il Trono di Spade durante la battaglia contro gli Estranei.

Sto cercando altri articoli per te...