Katherine Langford in Avengers: Endgame? La figlia di Tony Stark

Autore: Vincenzo Corrado ,
Copertina di Katherine Langford in Avengers: Endgame? La figlia di Tony Stark

Katherine Langford, la giovane attrice ventitreenne protagonista della serie Netflix Tredici, ad ottobre dello scorso anno era stata annunciata come parte del cast dell'attesissimo film Avengers: Endgame, ma con un ruolo del tutto avvolto nel mistero.

Da allora si sono susseguite diverse teorie che cercavano di dare un volto al personaggio che avrebbe interpretato Langford: una figura di rilievo al fianco del potente Thanos? Una giovane Kate Bishop, che avrebbe ereditato l'identità di Occhio di Falco? Niente di tutto questo: l'attrice, infatti, non compare affatto nel cinecomic Marvel.

Advertisement

Tuttavia l'interrogativo resta: chi doveva interpretare Katherine Langford in Avengers: Endgame?

Finalmente, a raccontare la verità su questo misterioso casting sono intervenuti direttamente i fratelli Russo. Durante il podcast Happy Sad Confused hanno svelato che la giovane star era stata scelta per recitare nei panni di una adulta Morgan Stark, la figlia di Tony, in una scena successivamente scartata.

Avevamo un’idea. Tony [Stark] avrebbe raggiunto quel luogo metafisico in cui si è ritrovato anche Thanos dopo aver schioccato le dita. Ci sarebbe stata una versione futura di sua figlia in quel luogo.

Marvel Studios

Thanos incontra la versione giovane di sua figlia Gamora dopo lo schiocco

Il luogo in questione è il misterioso regno in cui Thanos era apparso dopo aver fatto sparire metà dell'universo, incontrando la giovane versione di sua figlia Gamora, che aveva sacrificato per ottenere la Gemma dell'Anima. Ma, ha spiegato Joe Russo, durante i test screening di Avengers: Endgame, la breve apparizione di Langford come la figlia di Tony Stark ha finito per confondere le persone.

Anthony Russo ha continuato dicendo:

Ci siamo resi conto che non sentivamo un profondo legame emotivo con questa versione futura della figlia [di Tony e Pepper], quindi [quella scena] non ci tornava bene, perché non stava risuonando con noi a livello emotivo.

Ma cosa avrebbe significato l'apparizione di Morgan Stark per Tony?

L'intenzione era che la sua futura figlia lo avesse perdonato, e in qualche modo gli donasse la pace necessaria per andarsene. E l'idea sembrava funzionare all'inizio, ma era un'idea di troppo in un film troppo complicato.

Insomma, una sequenza da sogno forse troppo elaborata e suggestiva che è finita per essere tagliata e che ha chiuso, per ora, la possibilità di vedere la figlia cresciuta di Tony Stark e Pepper Potts. I fratelli Russo avranno fatto la scelta giusta?

Advertisement
Tag correlati
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Thor, la storia del Dio del Tuono prima di Love and Thunder

Thor, da bellicoso erede al trono di Asgard a supereroe a difesa della Terra.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Thor, la storia del Dio del Tuono prima di Love and Thunder

La storia di Thor nel Marvel Cinematic Universe è forse una delle più drammatiche tra quelle dei supereroi ed è anche una delle più lunghe, poiché è partita con il film di Kenneth Branagh del 2011 ed è continuata negli anni con 8 film, compresi quelli degli Avengers e l'imminente Thor: Love and Thunder.

Ecco quindi qual è stato il percorso del Dio del Tuono figlio di Odino dal 2011 a oggi, cercando di capire i momenti salienti del suo percorso. I punti salienti di questo articolo:

Sto cercando altri articoli per te...