L'Uomo Invisibile si mostra in nuove immagini nello spot del Super Bowl 2020

Autore: Giuseppe Benincasa ,

Il Super Bowl, giocatosi nella notte tra il 2 e il 3 febbraio 2020, ha offerto anche quest'anno numerosi nuovi spot TV e trailer di film e serie TV di prossima uscita. Tra questi ha fatto il suo debutto anche 

il nuovo trailer de L'Uomo Invisibile.

Advertisement

Lo spot di 30 secondi che apre questo articolo si concentra sugli aspetti fondamentali del film, suspense e horror, mostrando la persecuzione che la protagonista Cecilia è costretta a subire e che, di fatto, la porta quasi a impazzire. Come è facile comprendere dalle immagini, il suo ex Adrian ha trovato il modo di diventare invisibile e, dopo essere stato dichiarato morto, torna per ossessionare Cecilia.

Il film è diretto da Leigh Whannell (già regista dell'horror Insidious 3 - L'inizio) e ha come protagonisti la stella della serie TV The Handmaid's Tale Elisabeth Moss, oltre ad Aldis Hodge, Storm Reid, Harriet Dyer e Oliver Jackson-Cohen.

Advertisement

Blumhouse e il Dark Universe

Quello de L'Uomo Invisibile è a tutti gli effetti un nuovo reboot cinematografico di Universal Pictures, affidato alla casa di produzione Blumhouse Productions, da sempre coinvolta in progetti a basso budget.

Già in passato, Blumhouse, con film come Split, Scappa - Get Out o Auguri per la tua morte, ha speso pochissimo (mai più di 10 milioni di dollari di budget) e ha incassato cifre sopra i 100 milioni di dollari.

Adesso, dopo l'ennesimo successo, il reboot/sequel di Halloween (2018), la partnership con Universal Pictures sta continuando con L'Uomo Invisibile e chissà che, in futuro, non possa portare al cinema le classiche storie horror legate a mostri iconici come L'Uomo Lupo, La Mummia, Dracula e Frankenstein.

Su eventuali progetti cinematografici che riguardano questi ultimi quattro soggetti non vi sono certezze, ma una buona riuscita al botteghino de L'Uomo Invisibile potrebbe spingere Universal a ritentare l'esperimento Dark Universe, accantonato dopo il mezzo flop de La Mummia nel 2017.

L'Uomo Invisibile arriverà nei cinema italiani dal 5 marzo 2020

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Boyega lamenta di non essere stato difeso come Moses Ingram da Lucasfilm

Leggi cosa ha dichiarato l'attore di Star Wars John Boyega sul recente approccio di Lucasfilm in merito agli insulti razzisti
Autore: Giulia Angonese ,
Boyega lamenta di non essere stato difeso come Moses Ingram da Lucasfilm

John Boyega, attore di Star Wars, è recentemente tornato sul problema degli insulti razzisti ricevuti dal fandom della celebre saga. Ma facciamo prima un breve riassunto per avere chiara la situazione. 

A fine maggio, quando sono stati rilasciati da Disney Plus i primi episodi di Obi-Wan Kenobi, Moses Ingram, protagonista della serie nel ruolo dell’Inquisitrice Reva Sevander, è stata vittima, sui social, di centinaia di insulti razzisti e minacce di morte. Lucasfilm e l’intero mondo di Star Wars hanno immediatamente dato supporto all’attrice: l’account twitter del franchise ha condiviso un video dove Ewan McGregor, interprete del maestro Jedi, si dice nauseato dalla situazione e condanna, con toni aspri, il razzismo nei confronti della collega. 

Sto cercando altri articoli per te...