La bambola assassina: Chucky avrà la sua serie TV

Autore: Simona Vitale ,
Copertina di La bambola assassina: Chucky avrà la sua serie TV

Il terrificante e malvagio Chucky, la bambola assassina protagonista dell'omonimo film di Don Mancini che dal 1988 ha dato il via ha un franchise cinematografico di successo, avrà la sua serie TV. 

L'emittente televisiva statunitense SyFy ha infatti acquisito i diritti per la realizzazione di una serie TV che avrà come protagonista proprio Chucky. Del progetto si occuperà lo stesso Don Mancini, con David Kirschner e Nick Ancosta che ne saranno, invece, i produttori esecutivi.

Advertisement

In merito alla serie TV, Mancini ha dichiarato:

Ho sempre desiderato portare Chucky in televisione e Syfy è la rete perfetta per noi. Lo show rappresenterà una nuova versione del franchise, permettendoci di esplorare il personaggio di Chucky con una profondità che viene offerta in modo univoco dal format delle serie televisive, rimanendo fedele alla visione originale che ha terrorizzato il pubblico per oltre tre decenni.

Chucky ha debuttato al cinema nel 1988 nel film Child's Play (uscito in Italia con il titolo La bambola assassina), diretto e co-scritto da Tom Holland, prodotto da Kirschner e basato su un racconto di Mancini. Il franchise ha poi generato sei sequel, tutti scritti da Mancini e prodotti da Kirschner. Mancini ha anche diretto tre dei film, tra cui l'ultimo Il culto di Chucky uscito nel 2017 per il mercato Home Video.

Advertisement

Ricordiamo, inoltre, che proprio in queste settimane si stanno ultimando le riprese di Child's Play, un film che effettivamente si ispira a La bambola assassina, ma che non è stato approvato da Mancini. I protagonisti saranno Aubrey Plaza e Brian Tyree Henry, mentre della sceneggiatura si è occupato Tyler Burton Smith.

Il primo film de La bambola assassina, a partire dalla quale si svilupperà la serie TV, vede come protagonista una bambola di nome Chucky, in cui un pericoloso serial-killer ha trasferito la sua anima prima di morire. Il serial killer vorrebbe rientrare in un corpo umano. Per la precisione, vorrebbe rientrare nel corpo della prima persona a cui ha rivelato la sua vera identità e nel più breve tempo possibile, per non rimanere intrappolato per sempre nella bambola. Il crudele assassino è così costretto a scegliere Andy, un bambino che riceve la bambola per il suo compleanno. Per realizzare il suo scopo, Chucky mieterà numerose vittime lungo il cammino...

Per ulteriori dettagli sulla trama e sul cast della serie TV, invece, non ci resta che aspettare nuovi e ufficiali dettagli.

Via: Variety

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Un nuovo capitolo di Cloverfield è in lavorazione

Scopri chi è il regista del quarto capitolo di Cloverfield, la saga di fantascienza prodotta da J.J. Abrams cominciata nel 2008.
Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
Un nuovo capitolo di Cloverfield è in lavorazione

J.J. Abrams è tornato a produrre un nuovo capitolo del franchise Cloverfield, come ha riportato Deadline. Il regista di Cloverfield 4, che segue The Cloverfield Paradox del 2018, sarà Babak Anvari, che vanta in curriculum diversi film horror e thriller. L'artista iraniano-britannico ha infatti diretto Under The Shadow - Il diavolo nell'ombra, che gli è valso il premio BAFTA al miglior regista esordiente nel 2016, e I Came By, thriller del 2022 disponibile su Netflix con Hugh Bonneville. 

Secondo un vecchio rumor Cloverfield 4 potrebbe essere il sequel del primo film, intitolato semplicemente Cloverfield, uscito nel 2008. Infatti i due capitoli successivi della saga cinematografica si erano discostati dagli eventi narrati nel primo film: 10 Cloverfield Lane del 2016 era un thriller psicologico che seguiva tre personaggi chiusi all'interno di un bunker, mentre The Cloverfield Paradox del 2018 (disponibile su Netflix) era ambientato nel futuro e riprendeva i temi della minaccia al pianeta Terra e della lotta per la sopravvivenza.  Dunque i due capitoli successivi a Cloverfield non hanno ripreso in modo sostanziale gli eventi del primo film, preferendo la narrazione di vicende connesse in maniera più indiretta. Cloverfield 4 potrebbe invece riprendere gli eventi proprio dal finale di Cloverfield, che dopo aver introdotto l'attacco di un enorme mostro venuto dallo spazio nella città di New York, si conclude con i due protagonisti, Ruth e Beth, che si sono rifugiati sotto un ponte mentre intorno a loro cadono delle bombe. L'ultima esplosione mette fine alle riprese della telecamera di Rob: Cloverfield infatti è un film che utilizza la caratteristica del found footage, ossia proporre un film che sembri un filmato amatoriale ritrovato.

Le opere del genere found footage hanno avuto un buon successo negli ultimi anni; ricordiamo in particolare uno dei capostipiti di questo tipo di film, The Blair Witch Project - Il mistero della strega di Blair del 1999. Inoltre anche Paranormal Activity del 2007 ha riscosso un buon successo di pubblico. Non si sa al momento se anche Cloverfield 4 sarà realizzato con questa particolare caratteristica, ma secondo me potrebbe essere una buona idea, anche perché è un tratto distintivo del primo film della serie che gli dona una certa originalità.

Immagine di copertina da Cloverfield (Paramount Pictures)

Sto cercando altri articoli per te...