La Casa di Carta 5, la spiegazione del finale

Autore: Manuela Greco ,
Netflix
4' 22''
Copertina di La Casa di Carta 5, la spiegazione del finale

La Casa di Carta - Parte 5: Volume 1 riprende esattamente da dove eravamo rimasti nel finale della scorsa stagione: dopo la morte di Nairobi per mano di César Gandía, Stoccolma irrompe nel Banco de España per cercare di aiutare i compagni, mentre il Professore viene scovato da Alicia Sierra che lo tiene in ostaggio minacciandolo con una pistola.

Mentre il Professore e Sierra riescono a trovare una sorta di compromesso dopo che lui la aiuta a far nascere il bambino che porta in grembo, per Tokyo e compagni la situazione non accenna a migliorare nonostante l'arrivo dei rinforzi.

Advertisement

Una squadra di militari guidati da Sagasta arriva sul luogo della rapina con l'intenzione di fare fuoco contro i nostri protagonisti, che, ormai stanchi e disillusi, faticano a difendersi.

Ecco come si conclude il nuovo ciclo di episodi.

La casa di carta La casa di carta Otto ladri si barricano nell'edificio della Zecca spagnola con alcuni ostaggi, mentre una mente criminale manipola la polizia per mettere in atto il suo piano. Apri scheda

Lo scontro tra Gandía e Tokyo

Dopo l'irruzione dell'esercito di Sagasta nel Banco de España, Manila, Denver e Tokyo sono intrappolati nella cucina e cercano di resistere all'attacco riparandosi dai colpi d'arma da fuoco bloccando la porta.

Tokyo cerca di provocare Gandía chiamandolo codardo allo scopo di mettere zizzania tra i militari, e il generale abbocca all'amo lanciandole contro una granata. La ragazza riesce a respingerla uccidendo nell'esplosione uno dei soldati. Dopo un momento di smarrimento nelle schiere di soldati, Gandía torna all'attacco e riesce a trovare uno spazio per colpire i suoi avversari, così Tokyo viene ferita gravemente.

Quando Denver trova un montacarichi dal quale calarsi per sfuggire ai cecchini, tenta disperatamente di portare con sé anche Tokyo, che, però, lo convince a desistere in modo da dare a lui e Manila il tempo per allontanarsi mentre lei contrattacca i colpi dei nemici.

Denver e Manila si calano giù, e nel frattempo sopraggiunge Rio, che utilizza un martello pneumatico per ricavare un buco nel soffitto e raggiungere la ragazza per cercare di trarla in salvo.

Advertisement
Netflix
Úrsula Corberó nel finale de La Casa di Carta - Parte 5: Volume 1

I militari, tuttavia, aprono il fuoco e colpiscono Tokyo che, dopo aver detto addio a Rio, viene ridotta in fin di vita. Gandía, a questo punto, riesce a penetrare nella cucina del Banco de España, intenzionato a dare il colpo di grazia a Tokyo, che, però, ha ancora un asso nella manica: aziona delle granate e si lascia esplodere portando i soldati di Sagasta con sé.

Tokyo sceglie la libertà

L'ultimo episodio è costruito tutto attorno al personaggio di Tokyo: attraverso alcuni flashback, ci viene ribadito il fatto che la ragazza cerchi la libertà più di qualsiasi altra cosa al mondo.

Advertisement

Già prima di essere reclutata dal Professore e Berlino per il colpo alla Fábrica Nacional de Moneda y Timbre, Tokyo rubava insieme al compagno René non per arricchirsi, ma per essere libera.

Netflix
Úrsula Corberó recita la parte di Tokyo ne La Casa di Carta

Ed è questo il motivo per cui alla fine decide di sacrificarsi: "Non sono tipo da marcire in prigione. Sono più una fuggitiva. E se non può fuggire il mio corpo, che lo faccia almeno la mia anima" ricorda agli spettatori in un voice over poco prima di uccidersi.

Il destino di Helsinki e Stoccolma

Mentre si consuma la tragedia di Tokyo, le cose non sembrano andare meglio agli altri membri della banda: Helsinki è rimasto ferito a una gamba dopo l'intervento dell'esercito, e necessita di essere rimesso in sesto.

Advertisement

È Stoccolma a occuparsi di lui, ma mentre cerca di aiutarlo, la sua mente continua a tornare al momento in cui ha sparato contro l'ex amante Arturo lasciandolo in fin di vita.

Netflix
Stoccolma in preda ai sensi di colpa

Quando Helsinki le chiede della morfina per il dolore, la ragazza, in preda a un attacco di panico, decide di iniettarsela lei stessa: le sue allucinazioni peggiorano e il senso di colpa per il tentato omicidio inizia a distruggerla lentamente.

Sono particolarmente ciniche le parole di Helsinki: "Conosco quello sguardo. Il primo morto. Ti ronza sempre in testa. Passerà, è lo shock".

Alicia Sierra: alleata o nemica?

Nel terzo episodio della quinta parte de La Casa di Carta, il Professore aiuta Alicia Sierra a dare alla luce la sua bambina, un gesto che suggerisce una quiete tra i due, tanto che la stessa l'Ispettrice sembra pronta a cambiare schieramento e passare dalla parte dei rapinatori.

Quando, nel finale, il Professore contatta i suoi via radio, Alicia informa Lisbona e compagni di dover scegliere un nome per la bambina. Dopo vari suggerimenti, decide per Victoria, "perché supererà ogni ostacolo come un obice".

Quello che sembra un momento gioioso, assume tutt'altro significato quando l'Ispettrice si dirige verso il bagno e nasconde nella borsetta un'improvvisata arma condundente per poi far finta di niente quando ritorna dagli altri.

Netflix
Najwa Nimri, volto di Alicia Sierra ne La Casa di Carta

Un tradimento o una semplice precauzione? Per ora non c'è nulla di certo, e per dare risposta a questo e a tutti gli altri interrogativi lasciati in sospeso nell'ultimo episodio, non ci resta che attendere con pazienza il prossimo 3 dicembre, quando verranno rilasciati gli ultimissimi episodi della serie.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

La Casa di Carta 5: le domande rimaste senza risposta

La Casa di Carta si è conclusa con un finale al di sopra delle aspettative, ma restano comunque alcune domande (per lo più dettagli minori) senza risposta.
Autore: Giulia Greco ,
La Casa di Carta 5: le domande rimaste senza risposta

Emozionante e ricca di colpi di scena, La Casa di Carta si è conclusa con un finale al di sopra delle aspettative. I protagonisti della serie spagnola di Álex Pina sono riusciti a uscire indenni dalla rapina più caotica ed elaborata del secolo. La storia si è chiusa nel migliore dei modi possibili, eppure restano alcune domande alle quali non riusciamo ancora a dare risposta.

Sto cercando altri articoli per te...