La celebre scritta Hollywood sulle colline di LA è stata vandalizzata

Autore: Elisa Giudici ,

Con i suoi 100 metri di lunghezza e le sue enormi lettere bianche (ognuna è alta 9 metri e larga 15) la scritta Hollywood che giganteggia sul monte Lee è uno dei simboli della città di Los Angeles. Venne istallata un secolo fa per scopri promozionali, ma è diventata il vero biglietto da visita della mecca del Cinema, oltre che ad un'attrazione turistica per i cinefili che vengono a visitare la città. Hollywood è Hollywood anche grazie a questo simbolo, ben visibile dalla città a valle del monte su cui si staglia l'enorme scritta.

Data la sua importanza, la scritta viene sorvegliata costantemente ed è anche recintata, per evitare che venga danneggiata da turisti o vandali. Ricordate la divertente commedia Amici di Letto con protagonisti Justin Timberlake e Mila Kunis? Nel film i due giovani losangelini si arrampicavano sul monte Lee e sfidavano la recinzione e la sicurezza privata che presidia la scritta per potersi arrampicare su una delle due o, salvo poi essere beccati e braccati da un elicottero.

Advertisement

Durante la notte di San Silvestro però la sorveglianza deve essersi un po' allentata, perché un vandalo (o più probabilmente un buontempone) è riuscito ad avvicinarsi alla scritta, proprio come facevano i due protagonisti del film. Il suo intento però non era quello di ammirare la Città degli Angeli dall'alto del suo simbolo più famoso, bensì di lanciare un messaggio un po' goliardico. Con il favore delle tenebre, lo sconosciuto ha lavorato per alterare la terzultima e penultima lettera bianca, trasformando le due o in e. La mattina la città si è svegliata con un messaggio davvero inconsueto a troneggiare sulla valle, così come catturato da un fotografo locale: 

Advertisement

[twitter id="815571981076602880"]

La situazione è tornata presto alla normalità ma le autorità, nonostante i filmati di sorveglianza abbiano catturato il gesto del bontempone, non sono ancora riuscite a risalire alla sua identità. 

Che l'ignoto e agile vandalo volesse così celebrare il primo anno di completa legalizzazione della marijuana in California? Già nel 1976 infatti un uomo di nome Daniel N. Finegood alterò in questo modo la scritta, in occasione della decriminalizzazione del possesso della stessa.

Non è la prima volta che la scritta viene alterata, in maniera illegale o con il nulla osta delle autorità. Nel 1987 per esempio venne cancellata una l, in modo da omaggiare l'arrivo del Papa in città (holy infatti significa sacro). In passato furono tentate con successo alterazioni ben più consistenti, come Save the Peak e Go UCLA.

fonte Variety

Advertisement
Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

Come finisce Decision to Leave, il film e il caso spiegato

Confuso dal finale di Decision to Leave? Leggi la spiegazione del caso poliziesco e di quanto succede nella scena finale in questo approfondimento.
Autore: Elisa Giudici ,
Come finisce Decision to Leave, il film e il caso spiegato

Confusi dal finale di Decision to Leave? È comprensibile. Il film di Park Chan-wook infatti porta lo spettatore nei meandri di un’investigazione poliziesca complessa, con tanto di salto temporale a metà film. Non solo: c’è un’ulteriore evoluzione rispetto alla prima investigazione, senza dimenticare un finale tutto da decifrare.

C’è molto da scoprire insomma in un film bellissimo ma che richiede molta attenzione allo spettatore, come anticipato nella recensione di Decision to Leave.

Sto cercando altri articoli per te...