La confessione di Bernardo Bertolucci su Ultimo tango a Parigi

Autore: Paola Pirotti ,

Ultimo Tango a Parigi è uno dei film più discussi della storia del cinema.
Per diversi motivi, il film di Bernardo Bertolucci è diventato un cult che non ha mai smesso di far parlare di sé. 

L'ultimo scandalo riguardante il film è dovuto alla scioccante confessione del regista, avvenuta nel 2013. Bertolucci ha infatti confessato di aver ideato la scena dello stupro in Ultimo Tango a Parigi insieme a Marlon Brando - all'insaputa della giovane protagonista Maria Schneider

La sequenza del burro è un'idea che ho avuto con Marlon la mattina prima delle riprese. Volevo che lei [Maria Schneider, n.d.r.] reagisse con umiliazione. Penso che ci abbia odiato perché non l'avevamo avvisata.

Questa disturbante confessione non ha scalfito Bertolucci che ha ammesso di non essersi pentito della decisione. 

Advertisement

Per ottenere qualcosa penso che tu debba essere completamente libero. Non volevo che Maria fingesse umiliazione e rabbia, volevo che sentisse quella rabbia e quell'umiliazione. Dopo questo, mi ha odiato per tutta la vita.

Maria Schneider aveva 19 anni quando girò il film, mentre Marlon Brando ne aveva 49.

Ecco la clip dell'intervista:

Quest'ammissione di non-consensualità ha scatenato le ire di molte celebrità di Hollywood. 

Jessica Chastain ha commentato così la notizia: "A tutte le persone che amano questo film - state guardando una 19enne stuprata da un uomo di 49 anni. Il regista aveva pianificato l'aggressione. Mi sento male."

Advertisement

 [twitter id="804966641998168064"]

Anche la star di Westworld, Evan Rachel Wood, ha commentato la storia. Questo dopo aver recentemente ammesso di essere stata vittima di abusi. 

L'attrice scrive su Twitter, in risposta a Jessica Chastain. "Sono d'accordo. È straziante e oltraggioso. Quei due sono persone davvero malate per aver pensato che non ci fosse niente di male."

Advertisement

[twitter id="805177313323270145"]

Maria Schneider confessò, anni prima, di essersi sentita tradita dal comportamento del collega e dal regista.

Ci chiediamo quali saranno le conseguenze per Bertolucci, ora che Hollywood ha deciso di stigmatizzarlo. 

Fonte: Elle

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Più Addams o più Potter? Sono tanti i passaggi della serie Mercoledì che ricordano da vicino la storia del maghetto di J.K. Rowling. Scopriamoli insieme.
Autore: Elisa Giudici ,
Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Sulla carta d’identità c’è scritto Addams, ma c’è più di un punto d’incontro con la famiglia Potter, la più celebre del mondo magico. Avevate notato le tante somiglianze tra la serie Netflix e la saga di Harry Potter? In parecchi spettatori hanno commentato sui social come la storia di Mercoledì così come raccontata da Tim Burton ricorda in molti passaggi quella della permanenza di Harry Potter a Hogwarts. Come già anticipato nella recensione della prima stagione di Mercoledì, questa versione rivede sotto una nuova luce l’intera storia della famiglia Addams, a partire da quella della primogenita Mercoledì.

Semplice omaggio, lecita e inconscia fonte d’ispirazione da parte di una delle storie fantasy più amate di tutti i tempi o qualcosa in più? Ripercorriamo insieme i numerosi punti d’incontro tra la storia di Mercoledì e quella di Harry Potter, per farci un’idea a riguardo.

Sto cercando altri articoli per te...