La Gattara dei Simpson: vagabonda da rinchiudere o zitella disperata?

Autore: Federica Lucia ,
Copertina di La Gattara dei Simpson: vagabonda da rinchiudere o zitella disperata?

Eleanor Abernathy: è questo il vero nome della terrificante Gattara dei Simpson.

A rivelarlo è il gironalista Kent Brockman di Canale 6 durante l’episodio 18x13 “Come eravamo… a Springfield”, in cui viene rivelata la paradossale storia del personaggio.

Advertisement

La pluri-laureata Eleanor non ha retto la pressione, e con il passare del tempo ha avuto un esaurimento nervoso talmente profondo da lasciare la via della ragione per sempre.

Il personaggio si presenta a noi come una donna anziana, in abito rosa, con i capelli disordinati e grigi. Spesso con aria arrabbiata o confusa (sicuramente creata dal suo unico dente e dal suo occhio sbilenco) spinge un carrello della spesa pieno… di gatti.

Il personaggio dei Simpson in una scena dell'episodio

Il lancio del gatto

La Gattara deve il suo nome probabilmente al suo sport preferito, il lancio del gatto.

Nella puntata 15x09 “Robot-Homer”, mentre i maschi della famiglia sono impegnati in una gara robotica, Lisa assiste impotente ad una moria felina. Sarà infine la Gattara a lanciarle il gatto che rimarrà definitivamente in casa Simpson.

Advertisement

Lisa viene colpita da un gatto lanciato dalla gattara

Malattia

Eleanor soffre chiaramente di schizofrenia: un'afflizione che le causa un’afasia espressiva, come scopre il dottor Frink attraverso una macchina in grado di tradurre le sue urla incomprensibili.

Nonostante la sua malattia cronica però, ogni tanto la Gattara ha dei momenti di lucidità grazie a delle pillole. Ma nel momento in cui Marge le farà notare che in realtà quelle pillole sono soltanto mentine, la donna riprenderà a lanciare gatti e ad urlare, cosa che avviene nell'episodio 16x8 "Homer annega nel suo diluvio universale".

Advertisement

Stereotipo

Ma che ruolo ha la Gattara nella serie? E che realtà stereotipata si vuole evidenziare? Come si può notare in ogni puntata, ogni personaggio secondario della serie non è altro che l’alter ego animato di uno stereotipo sociale. Basti pensare al nerd sovrappeso, solo e saccente, o ai mafiosi siciliani in stile Soprano. Abbiamo anche il poliziotto mangia ciambelle e il sindaco corrotto. E la Gattara? Senzatetto malata di mente o single disperata che ha sacrificato tutto per la carriera?

A far riflettere e a mettere in dubbio la sua natura è la presenza dei gatti. Sì, perché, sin dalla notte dei tempi, le donne che vivono da sole e hanno un gatto sono additate come zitelle disperate. La Gattara forse è l’uno e l’altro, ed è questo a renderla un personaggio pieno di sorprese e mai banale. Ricordate il flirt avuto la sera di San Valentino con l’uomo pazzo dei cani nell'episodio 22x13 "L'azzurro e il grigio"?

Probabilmente la Gattara non smetterà mai di urlare e lanciare incolpevoli felini contro le persone e a noi in fondo… va bene così.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Lo strano record dello Speciale dei Guardiani della Galassia

Guardiani della Galassia Holiday Special uscito oggi 25 novembre su Disney+ ha uno strano record, è il primo film dell'MCU a avere questa caratteristica.
Autore: Gianluca Ceccato ,
Lo strano record dello Speciale dei Guardiani della Galassia

James Gunn che è il regista di due film importantissimi del Marvel Cinematic Universe ( Guardiani della Galassia vol. 1 e vol. 2) ha rivelato, tramite un'intervista per Variety, la particolarità del suo nuovo progetto dell'MCU ossia lo Speciale di Natale dei Guardiani della Galassia. 

Il regista ha confermato che lo Speciale di Natale dei Guardiani della Galassia non ha un villain e quindi batte uno strano record (è il primo film dell'MCU a non avere un cattivo). Lo speciale rappresenta un progetto in completa contrapposizione con i film supereroistici odierni che vedono la figura del cattivo come perno centrale della pellicola.

Sto cercando altri articoli per te...