La regina degli scacchi: il trailer della serie Netflix dedicata a Beth Harmon

Autore: Paola Pirotti ,
Netflix
2' 38''
Copertina di La regina degli scacchi: il trailer della serie Netflix dedicata a Beth Harmon

Gli scacchi possono essere meravigliosi. Ingannevoli, sexy, divertenti. È questo quello che traspare dalle prime immagini ufficiali di La regina degli scacchi (The Queen's Gambit in originale), nuova miniserie di Netflix tratta dal romanzo di Walter Tevis.

Com'è essere un ragazza in mezzo a soli uomini? Apparentemente, per Beth Harmon, non c'è nessun problema. Anche perché ha ben altre cose a cui pensare. Tipo il suo problema d'alcolismo, la dipendenza dai tranquillanti e la sua ambizione senza controllo. Beth, infatti, sogna di diventare Gran Maestro, il più grande riconoscimento per uno scacchista.

Advertisement

Tutto quello che c'è da sapere su La regina degli scacchi

Netflix
La miniserie Netflix La regina degli scacchi
Anya Taylor-Joy in La regina degli scacchi

La vita di Beth Harmon è un susseguirsi di vicende burrascose. Cresciuta in un'orfanotrofio alla fine degli anni '50, la giovanissima si distingue immediatamente come prodigio degli scacchi. Peccato che il suo talento, nel corso degli anni, vada di pari passo con il suo senso di solitudine e la dipendenza da psicofarmaci che non fanno altro che renderla più instabile emotivamente. Quando si ritroverà, poi, a dover sconfiggere un campione di scacchi russo, mai battuto, le cose per Beth diventeranno sempre più complicate.

Walter Tevis, autore del libro scritto nel 1983, è anche l'autore di L'uomo che cadde sulla Terra, che ha avuto un adattamento cinematografico nel 1976 ad opera di Nicolas Roeg, e Il colore dei soldi, da cui Martin Scorsese ha tratto l'omonimo film nel 1986. La regina degli scacchi, dunque, sarà il terzo adattamento e la prima serie tratta da un romanzo dello scrittore americano.

Come riporta il sito ChessNews, nel 2007 Heath Ledger avrebbe dovuto debuttare come regista proprio con La regina degli scacchi, con Ellen Page nel ruolo di Beth Harmon, ma con la morte dell'attore il progetto è stato messo da parte. 

Prodotto Consigliato ??? € da Amazon BEAT

Advertisement

Scott Frank, già autore della miniserie Netflix Godless, ha scritto (insieme ad Allan Scott) e diretto tutta della serie, composta da sei episodi.

Un cast di giovani fuori classe per La regina degli scacchi

Per l'attesa miniserie la produzione ha scelto un cast di tutto rispetto, con attori in crescente ascesa e sempre più apprezzati dal pubblico e dalla critica. A guidare il cast nei panni di Beth c'è Anya Taylor-Joy, che dopo essersi distinta in horror come The VVitch (R. Eggers, 2015) e Split (M.N. Shyamalan, 2016) è poi stata protagonista della commedia romantica tratta dal libro di Jane Austen, Emma (A. De Wilde, 2020). Quella in La regina degli scacchi non è la prima esperienza della giovanissima attrice in una serie TV. È stata recentemente nel cast della sesta stagione di Peaky Blinders nei panni di Gina Gray e probabilmente la rivedremo presto nei prossimi episodi.

Advertisement

Al fianco della Taylor-Joy altri due volti noti: Thomas Brodie-Sangster, che interpreta lo scacchista Benny Watts. L'attore è noto per il ruolo di Jojen Reed in Game of Thrones e per quello di Newt nella trilogia di Maze Runner. Infine, nel cast di La regina degli scacchi è presente anche Harry Melling, che molti stenteranno a riconoscere come il cugino di Harry Potter, Dudley Dursley, nell'omonima saga fantasy.

Quando uscirà La regina degli scacchi su Netflix?

L'uscita su Netflix della miniserie con Anya Taylor-Joy è prevista per il 23 ottobre 2020.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

7 serie da guardare in vista degli Emmy Awards 2021

Gli Emmy Awards 2021 sono alle porte: in attesa della serata di premiazione del 19 settembre, ecco una lista con alcuni tra i migliori titoli tra i candidati della 73esima edizione.
Autore: Manuela Greco ,
7 serie da guardare in vista degli Emmy Awards 2021

Il 19 settembre 2021 si terrà la cerimonia di premiazione dei 73esimi Emmy Awards, i riconoscimenti più prestigiosi nell'ambito delle serie TV.

Fin dall'annuncio delle nomination, a differenza delle edizioni precedenti è stato chiaro l'intento dell'Academy of Television Arts & Sciences di voler dare un'opportunità non solo alle serie più blasonate, ma anche quelle che, come #Bridgerton o# Emily in Paris, si sono imposte nel panorama televisivo in maniera più timida rispetto alle altre.

Sto cercando altri articoli per te...