La storica vittoria di Zendaya agli Emmy per Euphoria

Autore: Paola Pirotti ,
News
2' 51''

Un’edizione davvero fuori dagli schemi quella degli Emmy 2020. Non solo per l’inusuale versione virtuale che vede in studio solo il conduttore e in collegamento tutti i nominati e vincitori. Ma anche perché segna un record non indifferente per la categoria di miglior attrice in una serie drammatica.

A vincere la scorsa notte per il ruolo dell’incandescente Rue Bennett nel teen drama di HBO, Euphoria, è stata la giovanissima Zendaya, che per l’occasione ha indossato diversi abiti simulando una vera e propria cerimonia da casa. Circondata da amici e familiari, è diventata la più giovane vincitrice della categoria miglior attrice, nonché seconda attrice afroamericana ad ottenere la statuetta, dopo Viola Davis nel 2015.

Advertisement

Per Zendaya, quindi, è un riconoscimento che vale molto più del normale. Specialmente perché la vittoria non era scontata viste le colleghe che l'accompagnavano nella categoria. Olivia Colman per The Crown o Jennifer Aniston per The Morning Show sembravano la scelta più prevedibile. Anche Jodie Comer (Killing Eve), Laura Linney (Ozark) e Sandra Oh (Killing Eve) erano candidate.

E invece... Zendaya, 24 anni e una carriera già interessantissima alle spalle, è ufficialmente la vincitrice di un Emmy. Il sorriso e l'entusiasmo della giovanissima attrice valgono tutto.

Nel suo discorso d'accettazione del premio, Zendaya ha ringraziato tutti coloro che l'hanno sostenuta nel suo percorso.

Sono molto, molto nervosa. Voglio solo dire grazie alla TV Academy e alle altre donne candidate. È assurdo. Grazie HBO e A24 per il vostro sostegno. Grazie alla mia famiglia e alla mia squadra. All'incredibile cast e alla crew di Euphoria. Sono molto fortunata e ispirata da tutto ciò che fate. 

Ovviamente non ha dimenticato il momento particolare in cui tutti stiamo vivendo a causa della pandemia e ha voluto spendere due parole sui giovani. Dopotutto lei è uno dei volti delle nuove generazioni.

Sento come se fosse un momento strano per festeggiare, ma c'è speranza per i giovani lì fuori. So che la nostra serie TV non sembra sempre un grande esempio di ciò, ma c'è speranza nei giovani. E ai miei coetanei là fuori che lavorano, o sono nelle strade: io vi vedo, vi ammiro e vi ringrazio. Grazie mille.

Le reazioni del cast di Euphoria e non solo

Quella di Zendaya è una vittoria anche di Euphoria e del resto del cast che, al suo fianco, ha brillato dando vita ad una serie già di culto. A seguire la cerimonia da casa c'erano anche i colleghi di set dell'attrice che hanno reagito con entusiasmo alla sua vittoria.

Advertisement

Ecco la reazione di Storm Reid, che nella serie interpreta la sorellina di Rue, Gia:

Advertisement

E ovviamente anche quella di Hunter Schafer, la giovanissima attrice che interpreta l'amore di Rue nella serie, Jules.



Ma non solo il cast e la crew di Euphoria ha celebrato la sua vittoria e il suo discorso di ringraziamento. Anche l'attrice Sarah Paulson e la cantante Kehlani hanno reagito su Twitter.

Le riprese della seconda stagione di Euphoria si sono fermate a causa della pandemia, ma la produzione sta lavorando per riprendere tutto al meglio.

Advertisement

Presto vedremo Zendaya nell'atteso Dune di Denis Villeneuve. Cantante, influencer e ambasciatrice di campagne per il Women Empowerment, all'attrice americana non manca proprio nulla. E sembra proprio che abbia tutte le intenzioni di diventare una presenza fissa nel mondo dello spettacolo.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

L'easter egg di Game of Thrones nel secondo episodio di Euphoria

Il secondo episodio della stagione 2 di Euphoria ha portato sullo schermo un riferimento a Game of Thrones con un guerriero frutto dell'immaginazione di Kat identico a Khal Drogo.
Autore: Manuela Greco ,
L'easter egg di Game of Thrones nel secondo episodio di Euphoria

La seconda stagione di Euphoria è appena cominciata, eppure già fa parlare di sé sul web. Dopo una premiere conclusasi con un colpo di scena inaspettato (il pestaggio di Fezco ai danni di Nate durante il party di Capodanno), anche l'episodio 2 ha colpito particolarmente gli spettatori, non tanto (o non solo) per quanto accaduto a Rue e agli altri protagonisti della serie, ma per un inaspettato easter egg che rimanda immediatamente a #Game of Thrones.

A cosa ci riferiamo? A una scena che ha visto per protagonista il personaggio di Kat. Mentre, infatti, si consumava il dramma tra Cassie, Nate e Maddy, e, allo stesso tempo, continua la spirale autodistruttiva di Rue, tra l'abuso di droga e gli involontari tentativi di sabotare la sua relazione con Jules, Kat è stata al centro della sequenza più sopra le righe dell'episodio.

Sto cercando altri articoli per te...