La teoria su La Bella e la Bestia che corregge un errore del film

Autore: Sandra Martone ,
Copertina di La teoria su La Bella e la Bestia che corregge un errore del film

Come c’era da aspettarsi, il live-action La Bella e La Bestia sta avendo un grande successo al botteghino. Il lungometraggio di Bill Condon, infatti, ad oggi ha incassato oltre 14 milioni di euro ed è destinato a diventare il film più visto di questi primi mesi del 2017, e a battere anche il record 50 Sfumature di Nero.

Nonostante in linea di massima la pellicola con Emma Watson e #Dan Stevens ricalchi - per plot e regia - quasi alla perfezione il classico del 1991, la sceneggiatura scritta a quattro mani da Evan Spiliotopoulos e Stephen Chbosky ha regalato alla ben nota trama alcuni twist narrativi decisamente interessanti tra i quali, purtroppo, ce n’è uno in particolare che pecca di incoerenza. Almeno apparentemente.

Advertisement
Advertisement

La Bella e La Bestia - Cosa c’è che non torna?

Spoiler alert! Click to reveal A differenza del lungometraggio d’animazione, nel live-action La Bella e La Bestia il Principe Adam prima della maledizione regnava sul paesino nel quale vive Belle, e i suoi servitori sono per la maggior parte parenti stretti degli abitanti del luogo. Gallery: La Bella e la Bestia - Prime immagini del live-action Disney In virtù di questa novità, però, nel film di Condon viene spiegato il motivo per il quale i membri della piccola comunità non ricordino nulla dei loro familiari scomparsi ma non è chiaro il perché neanche loro - oltre al Principe e agli oggetti animati del castello - non invecchino, nonostante il lungometraggio sia ambientato 10 anni dopo la vendetta della maga.

La Bella e La Bestia - La fan theory della verità

Spoiler alert! Click to reveal A dare una spiegazione a questa (apparente) incoerenza narrativa, è stato un appassionato de La Bella e La Bestia che su Reddit ha ipotizzato che l’ampio raggio dell’incantesimo della strega, oltre a far perdere la memoria a tutti gli abitanti di Villeneuve, li abbia anche inseriti in un loop temporale.Questa fan theory spiegherebbe anche perché Belle e suo padre vengano considerati così strani dai loro concittadini: i due, infatti, si sono trasferiti nel paesino dopo l’incantesimo e per questo sono gli unici a invecchiare, a differenza degli altri.Inoltre - sempre secondo questa teoria - c’è un motivo ben preciso, per il quale Belle nel film a un certo punto canta:

Tutto qui, un bel paesino ma cambiarlo proprio non si può: ogni giorno assomiglia al primo tutto è fermo qua.

La verità, infatti, è che davvero la gente di Villeneuve giorno dopo giorno compie sempre le stesse azioni essendo, appunto, vittima di un loop temporale.

Che ne pensate di questa teoria? Fatecelo sapere nei commenti!

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Più Addams o più Potter? Sono tanti i passaggi della serie Mercoledì che ricordano da vicino la storia del maghetto di J.K. Rowling. Scopriamoli insieme.
Autore: Elisa Giudici ,
Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Sulla carta d’identità c’è scritto Addams, ma c’è più di un punto d’incontro con la famiglia Potter, la più celebre del mondo magico. Avevate notato le tante somiglianze tra la serie Netflix e la saga di Harry Potter? In parecchi spettatori hanno commentato sui social come la storia di Mercoledì così come raccontata da Tim Burton ricorda in molti passaggi quella della permanenza di Harry Potter a Hogwarts. Come già anticipato nella recensione della prima stagione di Mercoledì, questa versione rivede sotto una nuova luce l’intera storia della famiglia Addams, a partire da quella della primogenita Mercoledì.

Semplice omaggio, lecita e inconscia fonte d’ispirazione da parte di una delle storie fantasy più amate di tutti i tempi o qualcosa in più? Ripercorriamo insieme i numerosi punti d’incontro tra la storia di Mercoledì e quella di Harry Potter, per farci un’idea a riguardo.

Sto cercando altri articoli per te...