La verità, vi spiego, sull'amore: il legame con la poesia di Auden che presta il titolo a libro e film

Autore: Cristina Migliaccio ,
Copertina di La verità, vi spiego, sull'amore: il legame con la poesia di Auden che presta il titolo a libro e film

Avete presente la poesia di Wystan Auden, quella intitolata La verità, vi prego, sull'amore? Enrica Tesio ha tratto spunto da questa suggestiva narrazione in versi per mettere in piedi un romanzo il cui titolo gioca proprio sulla scelta stilistica del poeta e diventa La verità, vi spiego, sull'amore.

Enrica Tesio è partita con un blog, Tiasmo, una sorta di diario all'interno del quale ha trascritto momenti, sensazioni, racconti di vita quotidiana dopo la dolorosa fine del suo matrimonio, con due figli piccoli a carico. Enrica, che si è fatta conoscere sul web con un blog leggero e intelligente, ha poi deciso di cimentarsi in un romanzo d'esordio, arrivato in libreria grazie a Mondadori con il titolo La verità, vi spiego, sull'amore.

Advertisement

Prodotto Consigliato La verità, vi spiego, sull'amore 16€ da Amazon 21.10€ da

E questo è stato il suo esordio letterario. A seguire, la Tesio ha pubblicato Dodici ricordi e un segreto nel 2017 per Bompiani, poi ha pubblicato una raccolta di poesie Filastorta d'amore. Rime fragili per donne resistenti per Giunti, diventato poi uno spettacolo teatrale. 

La verità, vi spiego, sull'amore: dal romanzo al film

Enrica Tesio ha aperto il suo blog che aveva 35 anni. Il successo è arrivato all'improvviso e l'ha spinta a mettere in piedi un progetto editoriale che fungesse da esordio letterario, pubblicato nel 2017 e diventato uno dei best seller Mondadori. La storia è quella di Dora, che vive nel suo appartamento torinese con i suoi due buffissimi e saggi bambini. Dora deve sapersi muovere tra il lavoro, il suo ruolo di madre, il mutuo, una separazione con cui fare i conti, le amicizie e possibili nuovi flirt. Quella raccontata dalla Tesio è una storia dalle sfumature autobiografiche che racconta di una donna coraggiosa, anticonformista e piena di vita che cerca di far quadrare tutto, nonostante gli imprevisti. 

Advertisement

Pubblicato il romanzo, è poi arrivato anche il film con Ambra Angiolini che interpreta la protagonista Dora. La sua vita è finita sottosopra nel momento in cui il suo compagno Davide ha deciso di lasciarla dopo sette anni di relazione: dal loro amore sono nati due bambini, Pietro di cinque e Anna di un anno. Dora è impegnata in un lutto sentimentale, ma è sopraffatta dal suo ruolo di madre e dal lavoro che le serve per portare avanti la casa. Così, spronata dall'amica Sara, trova la forza di reagire e troverà in Simone il perfetto (seppur insolito) babysitter per prendersi cura dei suoi bambini. 

La verità, vi prego, sull'amore: la poesia di Wystan Hugh Auden

E allora che nesso c'è tra la poesia di Auden e il romanzo della Tesio? Sicuramente entrambe sono un richiamo all'amore, una continua ricerca e un continuo interrogarsi su cosa è andato storto e come fare a rimediare. Mentre Auden è alla ricerca di spiegazioni, forse il romanzo della Tesio prova a darle, rimboccandosi le maniche e andando avanti, trovando l'amore in tutto ciò che può essere quello che abbiamo, un po' come del resto recitano i versi della poesia di Auden, che vi riportiamo di seguito:

Ditemi la verità, vi prego, sull’amore

Alcuni dicono che l’amore è un bambino
e alcuni che è un uccello
alcuni dicono che fa girare il mondo
e altri che è solo un’assurdità,
e quando ho chiesto cosa fosse al mio vicino
sua moglie si è seccata e ha detto
che non era il caso di fare queste domande.

Advertisement

Può assomigliare a un pigiama
o a del salame piccante dove non c’è da bere?

Per l’odore può ricordare un lama
o avrà un profumo consolante?

È pungente a toccarlo, come un pruno
o lieve come morbido piumino?

È tagliente o ha gli orli lisci e soffici?

Ditemi la verità, vi prego, sull’amore.

I libri di storia ne parlano
solo in piccole note a fondo pagina,
ma è un argomento molto comune
a bordo delle navi da crociera;

Advertisement

ho trovato che vi si accenna nelle
cronache dei suicidi,
e l’ho visto persino scribacchiato
sulle copertine degli orari ferroviari.

Ha il latrato di un cane affamato
o fa il fracasso di una banda militare?

Si può farne una buona imitazione
con una sega o con un pianoforte Steinway da concerto?

Quando canta alle feste, è un finimondo?

O apprezzerà soltanto musica classica?

La smetterà quando si vuole un po’ di pace?

Ditemi la verità, vi prego, sull’amore.

L’ho cercato nei chioschi del giardino
ma lì non c’era mai stato:
ho anche esplorato le rive del Tamigi
e l’aria balsamica delle terme.

Non so cosa cantasse il merlo
o che cosa dicesse il tulipano,
ma certo non era nel pollaio
e nemmeno sotto il letto.

Sa fare delle smorfie straordinarie?

Sull’altalena soffre di vertigini?

Passerà tutto il suo tempo alle corse,
o strimpellando corde sbrindellate?

Avrà idee personali sul denaro?

È un buon cittadino o mica tanto?

Ne racconta di allegre, anche se un po’ audaci?

Ditemi la verità, vi prego, sull’amore.

Quando viene, verrà senza avvisare,
proprio mentre mi sto grattando il naso?

Busserà la mattina alla mia porta,
o là sull’autobus mi pesterà un piede?

Arriverà come il cambiamento improvviso del tempo?

Sarà cortese o spiccio il suo saluto?

Darà una svolta a tutta la mia vita?

Ditemi la verità, vi prego, sull’amore.

Ma, per toglierci ogni dubbio, ho chiesto a Enrica Tesio perché ha scelto proprio Auden:

Sono appassionata di poesia, lo scorso anno Giunti ha pubblicato una mia raccolta "Filastorta d'amore", Auden è un poeta che amo e ho sempre trovato "La verità, vi prego, sull'amore" un bellissimo titolo. Quando ho cominciato a scrivere il romanzo volevo qualcosa che risultasse provocatorio e un po' arrogante, come lo sono quelli che hanno sofferto per una storia finita e pensano di avere le risposte (a volte anche ciniche) sulle relazioni. Da lì La verità, vi spiego, sull'amore che resta il sottotitolo del mio blog e il titolo del film.

E voi quale legame vedete tra la poesia di Auden e il libro/film La verità, vi spiego, sull'amore? 

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

I migliori film da vedere su RaiPlay questa settimana [30 gennaio - 5 febbraio 2023]

Scopri quali sono i migliori film da guardare gratuitamente in streaming sulla piattaforma RaiPlay dal 30 gennaio al 5 febbraio 2023.
Autore: Francesca Musolino ,
I migliori film da vedere su RaiPlay questa settimana [30 gennaio - 5 febbraio 2023]

Nel catalogo di RaiPlay si aggiungono sempre novità interessanti da guardare in streaming. Ogni settimana il servizio propone nuove uscite e titoli imperdibili, tra cui contenuti originali Rai. La scelta è veramente ampia tra film, serie televisive, documentari, cartoni animati e collezioni a tema.

Per aiutarvi a decidere cosa guardare, vi suggeriamo cinque dei migliori film da vedere in streaming su RaiPlay dal 30 gennaio al 5 febbraio 2023. Sulla piattaforma sono ancora presenti diversi contenuti dedicati al Giorno della Memoria che si è celebrato la scorsa settimana. Tra questi vi segnaliamo La verità negata incentrato sulla battaglia legale relativa ai negazionisti dell'Olocausto.

Sto cercando altri articoli per te...