Leonardo 2 si farà: la conferma ufficiale della seconda stagione

Autore: Maria Teresa Moschillo ,
News
2' 17''
Copertina di Leonardo 2 si farà: la conferma ufficiale della seconda stagione

Accade raramente che una serie venga confermata durante la messa in onda della prima stagione. Eppure, è quello che è successo a Leonardo, miniserie ideata da Frank Spotnitz e Steve Thompson incentrata sulla giovinezza del visionario scienziato e artista Leonardo Da Vinci.

La serie, firmata (tra gli altri) da Lux Vide e Rai Fiction, avrà una seconda stagione. Ad annunciarlo ufficialmente è stato Luca Bernabei di Lux Vide, nel corso di un'intervista radiofonica concessa a Rtl 102.5. Il pubblico ritroverà presto Aidan Turner, Matilda De Angelis e gli altri in una nuova tranche di episodi, di cui si sa già qualcosa.

Advertisement

Bernabei ha dichiarato:

La seconda stagione racconterà di un Leonardo segreto a Roma.

Lux Vide/Rai Fiction
Aidan Turner è Leonardo
Aidan Turner è Leonardo

Gli ascolti di Leonardo sono stati finora ottimi e il riscontro del pubblico a dir poco entusiasta. Non sono mancate le critiche: c'è chi, infatti, ha definito la serie "un'occasione mancata", in quanto Leonardo non è, di fatto, un resoconto storico della vita dell'artista. Il personaggio di Caterina da Cremona (interpretato da Matilda De Angelis) è realmente esistito, ma non è dimostrato che sia stata davvero oggetto del desiderio di Leonardo. Inoltre, l'escamotage narrativo dell'omicidio della donna, di cui Leonardo stesso è accusato, non ha alcun fondamento storico.

Bernabei ha voluto rispondere alle critiche:

Non abbiamo inventato più di tanto. Abbiamo creato la storia dell'omicidio che, però, serve perché attraverso questa accusa si esplora la mente e l’anima di Leonardo: è un espediente narrativo. La serie racconta gli spazi bianchi e riempie gli spazi neri. La storia c'è tutta: in ogni puntata racconteremo un capolavoro di Leonardo e anche degli aspetti della sua vita, come l'essere stato abbandonato dal padre.

Lux Vide e Rai Fiction, polemiche a parte, non potrebbero essere più felici della risposta del pubblico alla messa in onda dei primi episodi, che hanno tenuto incollati allo schermo circa 7 milioni di spettatori:

Advertisement

Le prime due puntate hanno avuto un boom di ascolti, siamo super felici e non era scontato con una serie che parla di arte e cultura. Ed è la dimostrazione che si possono raccontare belle storie importanti anche per il grande pubblico: se gli offri belle cose, il pubblico le guarda.

Un filone vincente, quello inaugurato da # I Medici e continuato con Leonardo, che potrebbe avere un seguito. Bernabei, infatti, durante un'intervista rilasciata a Radio Zeta ha anche aggiunto di avere in cantiere un nuovo progetto, legato a Michelangelo Buonarroti:

Vorrei fare una serie TV su Michelangelo e il suo rapporto con il Papa durante la realizzazione del Giudizio Universale nella Cappella Sistina.

In attesa di saperne di più, vi ricordiamo che Leonardo andrà in onda ogni martedì in prima serata su Rai 1 fino al 13 aprile, data del grande finale di stagione. La serie è disponibile anche in streaming su RaiPlay.

Advertisement

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Come finisce Leonardo: l'ultima puntata della prima stagione

La prima stagione di Leonardo si conclude svelando il geniale piano dell'artista per proteggere l'amata Caterina da Cremona e il piccolo Francesco.
Autore: Maria Teresa Moschillo ,
Come finisce Leonardo: l'ultima puntata della prima stagione

Leonardo è stata, senza alcun dubbio, la serie evento del palinsesto primaverile di Rai 1. Il merito più grande di questa co-produzione internazionale che ha coinvolto, tra gli altri, Lux Vide e Rai Fiction, è stato quello di aver portato un po' del genio visionario di Leonardo Da Vinci nelle case degli italiani, riaccendendo la passione (in fondo mai del tutto sopita) del pubblico per le serie storiche made in Italy.

Chiunque abbia avuto modo di vedere Leonardo sa bene che non si tratta di un biopic né di una puntuale ricostruzione storica. Gli escamotage narrativi messi in atto dagli sceneggiatori non sono altro che espedienti funzionali alla buona riuscita della fiction, che nulla hanno a che vedere con la vita reale del personaggio, uno dei più complessi di tutti i tempi.

Sto cercando altri articoli per te...