Cos'è il libro dei Vishanti nel MCU e nei fumetti Marvel

Autore: Giuseppe Benincasa ,
Copertina di Cos'è il libro dei Vishanti nel MCU e nei fumetti Marvel

Cos'è il libro dei Vishanti? Quali incantesimi contiene? In questo articolo tutto quello che avreste sempre voluto chiedere e sapere sul libro dei Vishanti, sia per quanto riguarda la storia nel Marvel Cinematic Universe che per quanto riguarda la storia nei fumetti Marvel.

Marvel Studios
Doctor Strange, Christine Palmer e America Chavez

Storia e curiosità sul libro dei Vishanti nel MCU

La prima volta che il Marvel Cinematic Universe ha nominato la parola "Vishanti" è stato nella serie TV animata What If...? e più precisamente nell'episodio numero quattro dal titolo "E se... Doctor Strange avesse perso il cuore invece delle mani?". In questo episodio Wong applica su incantesimo su Doctor Strange dicendogli che si tratta di un potente incantesimo di protezione del Guardiano Vishanti.

Una curiosità riguarda il disegno dell'iconica vetrata circolare del Sanctum Sanctorum che si chiama la Finestra dei Mondi. Ebbene il disegno di questa vetrata rappresenta di fatto il logo l'antico stemma Vishanti.

Marvel Studios
Doctor Strange - la Finestra dei Mondi

Per vedere fisicamente il libro dei Vishanti bisogna guardare Doctor Strange nel Multiverso della Follia. Qui il libro appare subito nella sequenza iniziale e viene indicato da Defender Strange come la soluzione per uccidere il mostro identificato come il demone Cyttorak. Una volta che America Chavez è a colloquio con Doctor Strange e Wong all'interno di una pizzeria di New York, lei descrive il libro dei Vishanti:

Un libro di pura magia bianca che dona a un mago quello che serve per sconfiggere il nemico.

A questo punto Doctor Strange capisce che America sta parlando del libro dei Vishanti ed esclama che si tratta di una leggenda "non è reale" ma Wong lo corregge subito dicendo che il fatto che esista realmente è scritto nel libro segreto che si riceva quando si diventa Stregone Supremo. Ciò fa presumere che Strange, quando è diventato Stregone Supremo, non ha mai letto quel libro segreto e ciò è strano dato che il personaggio viene presentato nel film del 2006 come un divoratore di libri assetato di conoscenza. Ad ogni modo Wong dice che il libro de Vishanti è irraggiungibile, ma nel corso del film Doctor Strange va in cerca del volume magico fino a raggiungerlo. In questo viaggio, Strange incontra la versione del Barone Mordo dell'universo chiamato 838. Nel suo universo Mordo è lo Stregone Supremo e dimostra di conoscere bene sia il libro dei dannati aka il Darkhold che il libro dei Vishanti, parlando di quest'ultimo afferma:

È l'antitesi del Darkhold, può donare a qualunque mago il potere necessario per sconfiggere il suo nemico.

Dall'universo 838, Stephen Strange insieme ad America Chavez e alla scienziata Christine Palmer si reca verso un portale costruito dal Doctor Strange dell'universo 838. Questo portale conduce al luogo dov'è conservato il libro dei Vishanti del quale esiste solo una copia e nessuna replica! Il luogo in questione è la Giunzione Gamma, lo spazio tra più universi ovvero il luogo dove gli universi si incontrano. Qui però Wanda brucia delle pagine del libro ed è probabile che lo distrugga del tutto, ma questo non è ancora confermato.

Advertisement

Il libro dei Vishanti nei fumetti Marvel

Nei fumetti Marvel, così come riportato nel film, il libro dei Vishanti è l'antitesi del Darkhold e rappresenta la magia bianca ossia quella considerata buona. Più che una semplice raccolta d'incantesimi, il libro dei Vishanti funge anche da guida di riferimento per qualsiasi maestro delle arti mistiche. Infatti oltre agli incantesimi ci sono anche le storie di alcuni esseri malvagi.

Chi ha scritto il libro dei Vishanti

Il libro è stato scritto a sei mani dal gruppo chiamato I Vishanti ossia Agamotto, Oshtur e Hoggoth. Il primo è anche detto "l'onniveggente", Oshtur invece è chiamata anche la "signora gentile" ed è definita come onnipotente, Hoggoth è chiamato il "vecchio saggio". Insieme decisero di scrivere le loro magie bianche/buone all'interno di un libro per dare aiuto ai futuri Stregoni Supremi contro le arti oscure. Ovviamente, come tutti gli oggetti più potenti, anche il libro dei Vishanti nelle "mani sbagliate" potrebbe portare danni incalcolabili.

Advertisement

Quali incantesimi contiene il libro dei Vishanti

Tra gli incantesimi contenuti nel libro dei Vishanti ci sono quelli per mettere fine al vampirismo, al voodoo e alla licantropia. Vi è un incantesimo per bandire il Distruttore Celestiale (un potente essere dell'Universo Marvel) e altri per fermare demoni di ogni genere. Ci sono capitoli dedicati ai signori del male chiamati Fear Lord ossia i 7 demoni che hanno intenzione di dominare la Terra: D'Spayre, the Dweller-in-Darkness (apparso in Shang-Chi e la leggenda dei 10 Anelli), Kkallakku, the Lurking Unknown, Nightmare (Incubo), Nox e the Straw Man. Una particolarità del libro dei Vishanti è che gli Stregoni Supremi possono aggiungere il loro sapere alle pagine.

Anche nei fumetti esiste solo una copia del libro dei Vishanti. Ma al contrario del film Doctor Strange nei fumetti è a conoscenza dell'esistenza del libro e ha avuto contatti con Agamotto e con il libro stesso, potendolo leggere e proteggere con un incantesimo di protezione.

È nato prima il Darkhold o il libro dei Vishanti?

La storia a fumetti vuole che sia stato scritto prima il Darkhold dal primo demone aka Chthon e che successivamente il trio dei Vishanti abbia realizzato il loro libro per contrastare il Darkhold e il male dell'universo. Infatti c'è tutto un capitolo dedicato a come sconfiggere le maledizioni del Darkhold.

Il primo ad avere tra le sue mani il libro è stato lo stregone Varnae ma questo cedette "al lato oscuro" utilizzando il Darkhold per diventare il primo vampiro dell'universo Marvel.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Giancarlo Esposito: "Ho parlato con Marvel per 3 personaggi" [VIDEO]

Guarda il video in cui Giancarlo Esposito, "il re del pollo aka Gus Fring", parla di un suo possibile coinvolgimento nel Marvel Cinematic Universe.
Autore: Francesca Musolino ,
Giancarlo Esposito: "Ho parlato con Marvel per 3 personaggi" [VIDEO]

Una delle sue interpretazioni meglio riuscite, è senza dubbio quella di Gustavo "Gus" Fring nella storica serie di successo Breaking Bad e nel suo spin-off, Better Call Saul. Un ruolo che non solo gli è valso tre nomination agli Emmy Awards, ma grazie al quale è riuscito anche a diventare uno dei personaggi televisivi più amati dal pubblico.
Ma Giancarlo Esposito non è soltanto noto come il "re del pollo fritto". È un attore molto versatile, che nel tempo ha interpretato egregiamente differenti ruoli, in particolare quelli da cattivo, come ad esempio Moff Gideon nella saga The Mandalorian e Stan Edgar nella serie TV The Boys, solo per citare alcuni dei più recenti.
Anche per questo motivo, i suoi fan è da tanto che sperano di vederlo in altri ruoli particolari, tra cui i personaggi della saga degli X-Men.

Una piccola scintilla in tal senso si è accesa di recente, quando Giancarlo ha lasciato alcune interessanti dichiarazioni in merito.
Come riporta The Direct, il 5 agosto 2022 ospite al TJH Superhero Car Show & Comic Con in Texas, l'attore ha rivelato di aver avuto delle conversazioni con Marvel Studios, per un possibile ruolo nell'MCU.
Nonostante non ci sia ancora nulla di ufficiale, trattandosi soltanto di una chiacchierata informale per il momento, Esposito si è comunque divertito a stuzzicare i fan presenti all'evento, elencando alcuni dei nomi che sono saltati fuori durante tali conversazioni.
Tra questi c'erano proprio dei personaggi degli X-Men, quali Magneto, il Dr. Freeze e Charles Xavier alias Professor X.

Sto cercando altri articoli per te...