Dopo Lana, anche Lilly Wachowski svela di essere transgender

Autore: Stefania Venturetti ,

"Uno shockante cambiamento di sesso: i Fratelli Wachowski ora sono le Sorelle Wachowski!!!".

È così che Lilly Wachowski prende il controllo della situazione e anticipa i titoli che sveleranno al mondo il suo cambiamento di sesso. Il messaggio è comparso Windy City Times, una testata della sua nativa Chicago che dà voce alla comunità LGBTQ.

Advertisement

L'articolo della donna (prima conosciuta come Andy) si legge come una lettera aperta ai media, e racconta le difficoltà e i problemi legati al rivelare un'importante cambiamento della sua vita.

Sì: sono transgender.

L'annuncio è arrivato dopo mesi di speculazione da parte di alcuni giornalisti che avrebbero tentato di contattare la famiglia Wachowski per un'intervista esclusiva. La storia di Lilly, infatti, contiene molti elementi destinati a destare l'interesse del pubblico.

©Lilly Wachowski

La regista Lilly Wachowski (prima conosciuta come Andy)
Lilly Wachowski nella prima foto che ha condiviso dopo la sua transizione

La regista, scrittrice e produttrice Lilly Wachowski è sposata dal 1991 con Alisa Blasingame. Pochi anni fa anche sua sorella Lana, con cui ha creato la trilogia di Matrix, ha annunciato di esse transessuale.

Advertisement

Nel suo annuncio, Lilly ha ringraziato entrambe e il resto della sua famiglia per esserle state vicini durante questo periodo difficile.

Anche la maggior parte dei miei colleghi lo sa. Tutti rispettano la cosa. Sì: grazie alla mia favolosa sorella hanno già vissuto questa situazione, ma [mi hanno accettata] perché sono delle persone fantastiche. Senza il supporto e l'amore di mia moglie, dei miei amici e della mia famiglia non sarei dove sono oggi.

Lilly ha specificato che il suo processo di transizione non potrà mai dirsi completo. L'idea della contrapposizione tra maschile e femminile che c'è nell'immaginario comune è troppo semplice e, in un certo senso, persino deleterio.

Poco dopo l'annuncio di Lilly Wachowski, Nick Adams dell'organizzazione attivista GLAAD ha rilasciato una dichiarazione in cui si congratula con la regista per essere finalmente riuscita a diventare la persona che desiderava.
Anche lui, però, ha condannato la pressione mediatica che l'ha spinta a rivelare la sua nuova identità prima che fosse pronta a farlo.

Advertisement

I giornalisti devono imparare che non è accettabile far sapere a tutti che una persona è transgender senza il suo consenso, nello stesso modo in cui è inaccettabile farlo con una persona gay, lesbica o bisessuale.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

I migliori anime del 2022 (finora)

Quali anime hanno dominato la prima metà del 2022? Ecco i titoli d'animazione della prima metà dell'anno che ci sono piaciuto di più.
Autore: Elisa Giudici ,
I migliori anime del 2022 (finora)

Quali sono i migliori anime del 2022? Dopo i primi sei mesi, si può già dire che il 2022 è stato un anno particolarmente ricco di anime popolari e memorabili. 

A farla da padre sono sempre gli shounen (anime tratti da manga destinato a un pubblico giovane e maschile) ma anche altri filoni ci hanno regalato titoli sorprendenti e appassionanti. 

Sto cercando altri articoli per te...