7(+1) cose da sapere per conoscere Lino Guanciale, co-protagonista de L'Allieva

Autore: Maria Teresa Moschillo ,
Copertina di 7(+1) cose da sapere per conoscere Lino Guanciale, co-protagonista de L'Allieva

Claudio Conforti ed Enrico Vinci sono diventati due veri e propri alter ego per Lino Guanciale, che interpreta questi due personaggi rispettivamente ne #L'Allieva (al fianco di Alessandra Mastronardi) e in #Non dirlo al mio capo (con Vanessa Incontrada). Di certo, l'attore abruzzese è uno dei volti di punta della fiction Rai, e lo rivedremo molto presto vestire nuovamente i panni del medico legale CC.

Il prossimo 27 settembre, infatti, su Rai 1 esordirà L'Allieva 3 e probabilmente questa sarà l'ultima stagione della fiction ispirata ai romanzi di Alessia Gazzola. Ci sono molti dubbi, invece, circa le sorti di Non dirlo al mio capo: non si sa ancora, infatti, se ci sarà una terza stagione, anche perché il finale della seconda ha visto finalmente trionfare l'amore tra i protagonisti Lisa ed Enrico, non lasciando aperti eventuali nuovi scenari inesplorati.

Advertisement

I progetti di Lino Guanciale, però, non sono di certo finiti. L'attore, infatti, tornerà a interpretare #La porta rossa - giunta alla sua terza stagione - e sarà anche il protagonista de Il Commissario Ricciardi, che dovremmo vedere su Rai 1 nel 2021. A questo punto, conosciamo un po' meglio Lino Guanciale e ripercorriamo la sua carriera, tra curiosità e brevi incursioni nella sua blindatissima vita privata.

È gelosissimo della sua vita privata

Non si sa molto della vita privata di Lino Guanciale, e questa è stata una sua precisa scelta sin dagli esordi. Abruzzese classe 1979 (ha un'età di 41 anni), figlio di un medico e di un'insegnante, Lino Guanciale è cresciuto in un piccolo paese, Collelongo. Ha un fratello a cui è legatissimo, Giorgio Guanciale, che lavora come psicologo.

In linea con il suo essere molto low profile, Guanciale si è sposato con Antonella Liuzzi nel luglio 2020, con una cerimonia riservatissima in Campidoglio celebrata all'insaputa di tutti (o quasi).

La recitazione non è la sua prima passione

Non tutti sanno che Lino Guanciale non nutre solo una profonda passione per la recitazione - che è diventata la sua professione - ma che ha giocato per anni tra le file della squadra di rugby Nazionale Under-16 e Under-19.

La sua carriera sportiva, però, si è conclusa definitivamente quando si è iscritto all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica di Roma, dove si è diplomato nel 2003 ed è stato insignito del Premio Gassman. Del suo trascorso da rugbista, dice:

Senza la palla ovale chissà come sarebbe andata... Mi ha cambiato la vita. Ha aperto delle valvole e mi ha permesso di credere in me stesso. 

Il suo esordio è avvenuto a teatro

Lino Guanciale nasce come attore di teatro e, per molti anni, ha recitato quasi esclusivamente sul palcoscenico. Dopo il diploma in Accademia conseguito nel 2003, ha preso parte a innumerevoli produzioni teatrali, tra cui Romeo e Giulietta, diretto da Gigi Proietti

Guanciale ha collaborato anche con Claudio Longhi, Franco Branciaroli e Michele Placido. Quest'ultimo lo ha diretto a teatro in Fontamara e, dopo aver fatto la sua conoscenza durante lo spettacolo, lo ha voluto per interpretare Nunzio nel film Vallanzasca - Gli angeli del male (2010).

Advertisement

Lucky Red

Lino Guanciale in Io, Don Giovanni
Lino Guanciale in Io, Don Giovanni

Al cinema, però, ha esordito nel 2009 con Io, Don Giovanni di Carlos Saura, interpretando Wolfgang Amadeus Mozart. 

Ha recitato per Woody Allen

Ve lo ricordate? Lino Guanciale è nel cast di #To Rome with Love, film di Woody Allen in cui, tra l'altro, ha recitato anche Alessandra Mastronardi. Nel film, suddiviso in quattro momenti per quattro storie, l'attrice de L'Allieva aveva un ruolo principale, quello della sposina Milly.

Guanciale, invece, interpretava Leonardo al fianco di Ellen Page.

Advertisement

Il grande successo è arrivato in TV, ma non ama la lunga serialità

Il pubblico televisivo si è fatto conquistare da Lino Guanciale nel 2013, quando ha vestito i panni dell'avvocato Guido Corsi in Che Dio ci aiuti, fiction di Rai 1 amatissima con Elena Sofia Ricci. Il personaggio, però, è morto tragicamente nella quinta stagione (2017). 

Advertisement

Lux Vide/Rai Fiction

Lino Guanciale con Francesca Chillemi in Che Dio ci aiuti
Lino Guanciale con Francesca Chillemi in Che Dio ci aiuti

Nel 2015 Guanciale ha interpretato con Miriam Leone un'altra fiction molto popolare, La dama velata, andata in onda sempre su Rai 1. In quello stesso anno ha vinto il Premio Flaiano come attore rivelazione dell'anno e nel 2016 ha interpretato Enrico Vinci in Non dirlo al mio capo, ma come abbiamo già anticipato la serie sembra essersi conclusa con la stagione 2.

Lux Vide/Rai Fiction

Lino Guanciale con Vanessa Incontrada in Non dirlo al mio capo
Lino Guanciale con Vanessa Incontrada in Non dirlo al mio capo

Anche per quanto riguarda L'Allieva 3 - il progetto è iniziato con la prima stagione nel 2016 - Guanciale pare intenzionato a dire addio al suo personaggio, Claudio Conforti, proprio come la collega Alessandra Mastronardi. Il motivo? Guanciale è "allergico" alla lunga serialità ed è facile evincerlo ripercorrendo le tappe salienti della sua carriera in TV.

Endemol Shine Italy/Rai Fiction

Lino Guanciale con Alessandra Mastronardi ne L'Allieva
Lino Guanciale con Alessandra Mastronardi ne L'Allieva

In un'intervista concessa a TV Sorrisi e Canzoni qualche tempo fa, ha dichiarato (nello specifico, circa Non dirlo al mio capo):

Mi sono dato una regola. A meno di casi straordinari, non vado mai oltre la seconda stagione, perché ci vuole tanto tempo per girare una serie, mentre è bene poter fare anche delle cose diverse.

Sul set è molto scaramantico

Piccola curiosità. Ogni volta che mette piede sul set, Lino Guanciale non manca l'appuntamento con un suo rito scaramantico:

Prima di ogni ciak, ripeto una frase per 13 volte. È il numero della maglia che indossavo quando giocavo a rugby e mi porta fortuna.

Ha doppiato Richard Madden ne I Medici

Non tutti sanno che Lino Guanciale era ne #I Medici, serie internazionale andata in onda su Rai 1 dal 2016 al 2019. In realtà, l'attore non appare ma i più attenti avranno potuto notare che è sua la voce di Richard Madden, Cosimo de' Medici.

Avrebbe potuto essere Don Matteo

Si tratta solo di indiscrezioni, ma pare che nel 2015 Rai Fiction e Lux Vide avessero chiesto a Lino Guanciale di prendere il posto di Terence Hill in #Don Matteo, in previsione di un suo eventuale ritiro dalle scene. Guanciale, però, non se la sarebbe sentita di ricevere questa eredità, sicuramente "ingombrante". Il resto è storia: dopo 12 stagioni, Hill è ancora il protagonista della serie.

Rai Fiction

Lino Guanciale è il protagonista de Il Commissario Ricciardi
Lino Guanciale è il protagonista de Il Commissario Ricciardi

Vi ricordiamo che prossimamente rivedremo Lino Guanciale nella terza stagione de L'Allieva (dal 27 settembre in prima serata su Rai 1) e ne Il Commissario Ricciardi (in onda sempre su Rai 1, ma nel 2021).

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Non solo Cuori: i medical drama italiani da (ri)scoprire

Con Cuori, la TV italiana continua a riscoprire i medical drama, un genere che non ha mai avuto un grande successo nel nostro Paese. Eppure ci sono alcuni titoli che meritano di essere (ri)scoperti: scopriamo quali.
Autore: Verdiana Paolucci ,
Non solo Cuori: i medical drama italiani da (ri)scoprire

Il genere del medical drama non ha mai riscosso un grosso successo in Italia in passato, ma tutto è cambiato da qualche anno.

Dopo il boom clamoroso di #Doc - Nelle tue mani, fiction campione d'ascolti di Rai1, sono aumentate le produzioni nostrane ambientate tra i corridoi di ospedale. Dottori e infermieri hanno sempre più preso piede nei nostri schermi, e lo stiamo vedendo anche con Cuori, fiction della rete ammiraglia che racconta gli albori della cardiochirurgia italiana.

Sto cercando altri articoli per te...