Lo spinoff di The Walking Dead ha un titolo ufficiale: World Beyond

Autore: Stefania Sperandio ,

Nei giorni scorsi, le indiscrezioni avevano suggerito che The Walking Dead potrebbe essere destinato a concludersi dopo la dodicesima stagione. Secondo queste informazioni, infatti, AMC sarebbe intenzionata a concentrarsi, con la chiusura della saga principale, soprattutto sugli spin-off.

Che il destino della saga a tema zombie sia stato già deciso o meno, sicuramente c'è la certezza sui già citati spin-off: è stato infatti confermato ufficialmente che il prossimo si intitolerà The Walking Dead: World Beyond e andrà in onda nella primavera 2020.

Advertisement

AMC
The Walking Dead: World Beyond in un fotogramma
I giovani protagonisti di The Walking Dead: World Beyond

Ambientato in Nebraska, a soli dieci anni dall'inizio dell'apocalisse dei non-morti, World Beyond racconterà le vicende di un gruppo di adolescenti, la prima generazione cresciuta in mezzo all'emergenza: la loro avventura, che secondo la sinossi li condurrà in un viaggio misterioso, si intersecherà, in qualche modo, alla scomparsa di Rick Grimes nella serie principale. Inoltre, crescendo, i protagonisti svilupperanno morali differenti – dividendosi tra i tradizionali ruoli di buoni e cattivi.

L'annuncio è arrivato attraverso l'account Twitter ufficiale dello spin-off, che ha anche diramato il primo video.

Advertisement

Ci sono anche le prime conferme legate al cast: tra i protagonisti troveremo Julia Ormond (Le Streghe dell'East End, Il curioso caso di Benjamin Button, Rememory, The East), riferisce Variety, che interpreterà il personaggio di Elizabeth. Quest'ultima sarà il "carismatico leader di un'ampia, sofisticata e formidabile forza", secondo la presentazione fornita da AMC.

Il co-creatore della serie, Scott M. Gimple, non ha nascosto il suo entusiasmo in merito al ruolo di Ormond:

Siamo davvero entusiasti di avere Julia nel nostro gruppo. Sono felice per il talento, la grazia, l'intelligenza e il senso dell'umorismo che ha portato sul nostro set, per la nostra serie e per questo ruolo. Noi, e il pubblico con noi, siamo davvero fortunati ad avere Julia ad aiutarci a dar vita a questo nuovo mondo di The Walking Dead.

AMC
Julia Ormond in The Walking Dead: World Beyond
Julia Ormond in una prima immagine di The Walking Dead: World Beyond

Tra gli altri membri del cast anche Aliyah Royale (Iris), Alexa Mansour (Hope), Annet Mahendru (Huck), Nicolas Cantu (Elton), Hal Cumpston (Silas) e Nico Tortorella (Felix). Ad affiancare Gimple saranno invece gli showrunner e co-creatori Matt Negrete, Robert Kirkman, Gale Anne Hurd, David Alpert e Brian Bockrath.

Advertisement

Che aspettative avete per questo spin-off?

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza [RECENSIONE]

Leggi la recensione del lungometraggio Blonde dedicato alla vita di Marilyn Monroe, disponibile su Netflix dal 28 settembre 2022.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza [RECENSIONE]

La prima cosa da sapere prima di guardare su Netflix Blonde è che questo è in tutto e per tutto un film e non un documentario sulla vita di Marilyn Monroe. Quindi i fatti, narrati dallo sceneggiatore e regista Andrew Dominik e basati sul romanzo omonimo di Joyce Carol Oates, "prendono in prestito" dalla vita della bionda più famosa del cinema alcuni momenti di vita personale e pubblica. Su di essi è stata costruita una storia drammatica e in parte sconvolgente, soprattutto per chi si è sempre fermato all'abbagliante immagine di Marilyn Monroe senza documentarsi oltre.

Blonde ha lo scopo di portare alla luce la doppia vita di Marilyn: la star bella e appariscente e la donna estremamente fragile che le ha dato vita. Marilyn Monroe nasce come Norma Jeane ma le due personalità sono completamente all'opposto, separate da pensieri, atteggiamenti e parole. Norma è una bambina cresciuta senza un padre e con una madre rancorosa, lei è sempre stata una donna sola mentre Marilyn è sempre stata circondata da ammiratori, fotografi e amanti. Norma Jeane non ha mai avuto un vero e proprio disturbo dissociativo della personalità, o almeno non le è mai stato diagnosticato, ma il distacco emotivo vissuto da Norma verso Marilyn è stato sempre più forte e forse decisivo anche nella sua dipartita.

Sto cercando altri articoli per te...