Matthew McConaughey e il possibile ritorno nel terzo True Detective

Autore: Sara Adami ,

Le notizie sulla nuova serie di True Detective si rincorrono e si sovrappongono a una velocità incredibile.

Un paio di settimane fa le voci sulla possibile chiusura erano così insistenti che sembrava proprio che il colpo di grazia da parte di HBO fosse definitivo, anche a causa dell’arrivo del nuovo presidente della sezione televisiva del canale (come confermato anche da The Hollywood Reporter).

Advertisement

Oggi non solo tutto viene rimesso in discussione, ma si parla addirittura di un possibile ritorno di Matthew McConaughey. Partiamo dal principio.

HBO
Rust e Marty interpretati da Woody Harrelson e Matthew McConaughey in True Detective

La prima stagione di True Detective, ambientata in Louisiana, sceneggiata da Nic Pizzolatto e interpretata da Woody Harrelson e Matthew McConaughey (con nomination agli Emmy per questo ruolo), ha ricevuto molti riconoscimenti e ha entusiasmato milioni di spettatori.

Il format autoconclusivo ha spinto i produttori a cambiare tutto scegliendo Vince Vaughn e Colin Farrell per la seconda stagione: una decisione che non ha convinto anche per la trama poco interessante (e confusionale) e per la mancanza delle atmosfere cupe che probabilmente erano state la fortuna della prima stagione.

Nemmeno la sigla firmata da Leonard Cohen e il forte hype hanno contribuito ad aggiustare il tiro.

HBO
Il secondo True Detective interpretato da Vince Vaughn e Colin Farrell è stato un flop

La seconda stagione è stata un flop sia dal punto di vista dei risultati di audience (soprattutto se paragonati con quelli di Game of Thrones) che per quanto riguarda i pareri ricevuti da spettatori e critici, tanto che Nic Pizzolatto sembrava essere sul punto di proporre un nuovo soggetto e una nuova serie completamente diversa dopo aver firmato un esclusivo accordo di collaborazione lo scorso autunno.

Ma ad essersi innamorati di Rustin "Rust" Cohle e Martin "Marty" Hart non sono solo i fan (3.5 milioni di spettatori negli USA per il finale di stagione, meno di 2.5 milioni per quello della seconda): e a confermarlo è proprio Matthew McConaughey, che pochi giorni fa ha confessato di sentire una forte mancanza della serie noir e di essere interessato a riprendere il ruolo di Rust.

Advertisement

HBO
Rustin Spencer

“Mi manca Rust Cohle. Mi manca guardare True Detective la domenica sera”, ha detto in diretta TV durante lo show del giornalista Rich Eisen (come riportato da Vanity Fair), e subito il canale HBO ha dichiarato di essere disponibile a una terza stagione ma solo se Nic Pizzolatto cambierà nettamente il modo in cui ha gestito la seconda serie.

Non dimentichiamo che lo scorso gennaio fu proprio Michael Lombardo, ex presidente della rete, a prendersi la colpa per il poco tempo che era stato dato allo scrittore statunitense per sfornare una seconda sceneggiatura.

Rivedremo ancora le performance magistrali dei due protagonisti all’interno di questa serie TV antologica? Noi lo speriamo.

 

Sara Adami - Maico Morellini

Advertisement

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Tutti i Draghi di House of the Dragon e de Il Trono di Spade

Leggi per sapere quali draghi potrebbero venir mostrati nella prima stagione di House of the Dragon, lo spin-off/prequel de Il Trono di Spade.
Autore: Francesca Musolino ,
Tutti i Draghi di House of the Dragon e de Il Trono di Spade

Nella serie TV Il Trono di Spade ci sono tre draghi nati dalle uova che ha accudito Daenerys Targaryen: un vero e proprio miracolo, perché, come è spiegato nella trama, tutti i draghi si sono estinti da moltissimo tempo; quindi questi sono gli unici esemplari presenti nella serie. Invece, in House of the Dragon, spin-off/prequel de Il Trono di Spade, è possibile vedere nuovi draghi nel periodo antecedente allo loro estinzione, in quanto la trama è ambienta duecento anni prima degli eventi narrati nella serie madre.

A tale proposito il co-showrunner di House of the Dragon Miguel Sapochnik, in una intervista del 2 agosto 2022 rilasciata alla testata Empire, ha detto che nella prima stagione dello spin-off verranno mostrati nove dei diciassette draghi della Casa Targaryen. Senza rivelare in dettaglio quali sono tutti i draghi di House of the Dragon in questione, Sapochnik ha spiegato che ogni esemplare avrà una sua personalità particolare che lo distinguerà da tutti gli altri.

Sto cercando altri articoli per te...