Miguel Ferrer (protagonista di NCIS: Los Angeles) è morto a 61 anni

Autore: Rina Zamarra ,
Copertina di Miguel Ferrer (protagonista di NCIS: Los Angeles) è morto a 61 anni

Miguel Ferrer non è riuscito a vincere la battaglia contro il cancro alla gola e ha lasciato la moglie e i due figli giovedì 19 gennaio 2016.

Dal 2012, è stato uno dei volti di #NCIS: Los Angeles nei panni di Owen Granger e, prima ancora, è stato protagonista di Crossing Jordan nel ruolo del dottore Garret Macy. 

Advertisement

Miguel ha continuato a lavorare nonostante la malattia, mostrando un attaccamento alla professione che affonda le radici nella sua storia familiare. La madre, infatti, è la cantante Rosemary Clooney mentre il padre è l'attore José Ferrer. In realtà, c'è anche un altro nome noto in famiglia: il cugino di primo grado George Clooney. 

Proprio quest'ultimo ha ricordato Miguel con parole di affetto, sottolineando quanto gli importanti eventi politici di questi giorni impallidiscano di fronte alla perdita subita dalla famiglia. 

Mirror
Miguel Ferrer e il cugino George Clooney

Advertisement

In effetti, Miguel ha iniziato la sua carriera con la madre Rosemary suonando la batteria durante i suoi concerti insieme a Bing Crosby.  

Presto, però, è passato al cinema con piccoli ruoli in Magnum P.I. e Star Trek III: Alla ricerca di Spock. Il primo ruolo più importante è stato quello di Bob Morton in Robocop, a cui è seguita la partecipazione a Twin Peaks nel 1990. 

Il 21 maggio 2017, gli spettatori americani avranno la possibilità di rivedere Miguel nei panni del patologo Albert Rosenfield nel revival di Twin Peaks firmato da David Lynch. 

Tanti i messaggi di cordoglio di colleghi e amici, tra cui Kyle MacLachlan suo compagno di set in Twin Peaks e Chris O'Donnell suo collega in NCIS: Los Angeles.

[twitter id="822217728803172354"] 

Advertisement

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Will Smith parla degli Oscar e del suo ritorno in Emancipation

Cosa ha dichiarato Will Smith nella sua prima apparizione dopo lo scandalo avvenuto nella notte degli Oscar 2022 con lo schiaffo a Chris Rock.
Autore: Rebecca Megna ,
Will Smith parla degli Oscar e del suo ritorno in Emancipation

Will Smith è pronto a tornare al cinema con il nuovo film Emancipation - Oltre la libertà, ma una parte del pubblico sembra non essere ancora pronto a vederlo di nuovo sulla scena. L'attore in una nuova intervista con il giornalista Kevin McCartthy pubblicata su Instagram ha parlato del film e per la prima volta anche del clamoroso scandalo degli Oscar, durante il quale Will Smith ha schiaffeggiato Chris Rock.

Capisco perfettamente: se qualcuno non è pronto, lo rispetterei assolutamente e gli concederei lo spazio per non esserlo. La mia più grande preoccupazione è per la mia squadra di lavoro. Spero che la forza del film, l’attualità della storia possano aprire il cuore delle persone e permettere loto di riconoscere l’incredibile talento artistico che c’è dietro.

Sto cercando altri articoli per te...