Mike Tyson si mette a nudo nella serie Disney [RECENSIONE]

Autore: Giuseppe Benincasa ,
Recensioni
1' 58''
Copertina di Mike Tyson si mette a nudo nella serie Disney [RECENSIONE]

È disponibile su Disney+ la serie TV in 8 episodi Mike. Si tratta di un racconto cronologico delle vicende di vita, che hanno segnato l'esistenza di Mike Tyson fin da quando era piccolo.

La vita dell'uomo, del criminale, del pugile e del campione è narrata direttamente dal Mike dei nostri giorni, interpretato da Trevante Rhodes, come una storia già vissuta. La serie si apre con Mike in piedi su un palco davanti a un pubblico pagante, che è lì per ascoltare tutta la verità sulla vita del pugile. Questo stand-up, riportato in scena in Mike, è stato davvero realizzato nel 2013 come speciale televisivo e ha il nome di Mike Tyson Undisputed Truth.

Advertisement

Sul palco Mike Tyson ha messo sul piatto la sua verità a proposito delle vicende che lo hanno riguardato, come i primi anni di vita, la povertà, il rapporto con la madre, il successo ma anche il carcere, il processo per stupro e il famosissimo morso all'orecchio del pugile Evander Holyfield. La vita di Mike Tyson è come una montagna russa ovvero è fatta di alti e bassi che difficilmente il campione di boxe ha potuto controllare. Dalla serie traspare una persona che è stato quasi obbligato a prendere determinate scelte e che si è comportato in certi modi perché non ne conosceva le alternative. Quando l'infanzia di un bambino non viene praticamente vissuta e si è costretti a diventare subito adulti spesso queste montagne russe sono inevitabili. Per sua fortuna Mike Tyson è riuscito a trovare nella boxe una vita di fuga a certe situazioni ma allo stesso tempo, anche il pugilato la fama e la ricchezza lo hanno deviato ancora una volta dalla retta via.

Advertisement

Mike è una serie fondamentalmente drammatica, ma raccontata con il sorriso dalle labbra da un uomo, Tyson, che pensava davvero che sarebbe morto per strada da bambino. Per il campione di boxe la vita è un dono e questo traspare senza filtri nella serie disponibile su Disney+.

Dal punto di vista del ritmo, Mike è ben montata e i suoi episodi da 30 minuti circa scorrono via facilmente. La serie ha infatti un virtuoso bilanciamento tra il dramma e la commedia, rendendo forse perfettamente il personaggio, che si vuole dipingere.

Se avete già visto Mike, ecco per voi 15 film e serie TV da vedere su Disney+ basate su storie vere.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

75
Mike ha il pregio di essere perfettamente in bilico tra dramma e commedia e per questo può essere vista da tutti, anche da chi non ama la boxe!
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

La serie TV The Bear, un dramma con tanto potenziale [RECENSIONE]

Leggi la recensione di The Bear, la serie TV di Disnet+ disponibile dal 5 ottobre 2022 in streaming con tutti gli 8 episodi che la compongono.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
La serie TV The Bear, un dramma con tanto potenziale [RECENSIONE]

La prima stagione di The Bear debutta su Disney+ dal 5 ottobre 2022 con i suoi 8 episodi. La trama dello show porta lo spettatore a Chicago, dove si reca anche il protagonista ossia Carmen Berzatto detto “Carmy”. Questo è un noto chef della ristorazione, che si ritrova a dover cambiare città, passando da New York City a Chicago, per gestire la piccola e confusionaria paninoteca di famiglia. Carmen riscopre una realtà, che aveva lasciato alle spalle e che ora gli offre emozioni contrastanti e dolorosi ricordi. 

L'idea di The Bear si sarebbe potuta sviluppare in due modi ovvero quella della commedia e quello del dramma. Christopher Storer, ideatore e produttore esecutivo, ha scelto di puntare al dramma e senza fare sconti a nessuno: difficilmente in The Bear avrete la sensazione che qualcosa andrà bene, perché l'intento dell'autore è quello di mettere in scena situazioni umane potenzialmente vere. Questa scelta rende The Bear quindi una serie altamente drammatica che però va in contrasto con gli episodi della durata di 20 o 30 minuti (fa eccezione l''ottavo e ultimo episodio da 47 minuti), che nel 99% dei casi si confanno al genere comedy. La durata contenuta della prima stagione di The Bear offre spazio per approfondire - e nemmeno in maniera completa - la natura del protagonista Carmy. È pur vero che nuove stagioni potrebbero scavare più affondo nella personalità del protagonista o dei suoi comprimari, ma la sensazione è che a The Bear manchi qualcosa per fargli fare il salto di qualità che meriterebbe. Questo perchè la scrittura dei dialoghi è molto gradevole, la regia stretta, asfissiante e claustrofobica delle caotiche scene in cucina risulta molto azzeccata e gli attori e le attrici coinvolte sono brave.

Sto cercando altri articoli per te...