È morto Len Wein, co-creatore di Wolverine e Swamp Thing

Autore: Silvia Artana ,
Copertina di È morto Len Wein, co-creatore di Wolverine e Swamp Thing

Il mondo dei fumetti ha perso uno dei suoi protagonisti più rappresentativi. Len Wein, co-creatore di Wolverine e Swamp Thing, è morto domenica 10 settembre 2017 all'età di 69 anni.

L'uomo era malato da tempo e nelle ultime settimane era entrato e uscito dagli ospedali.

Advertisement

In un tweet pubblicato venerdì 8 aveva rassicurato i fan (per voce della moglie, Christine Valada), dichiarando che l'ultimo intervento era andato "molto bene". Invece, il destino ha preso una delle sue imprevedibili decisioni.

La scomparsa del fumettista è stata data da diverse fonti, tra cui l'amico e collega Paul Kupperberg, che l'ha annunciata in modo toccante sulla propria pagina Facebook:

Ho appena saputo. Abbiamo perso Len Wein.

Len Wein: una vita per i fumetti

Il debutto di Len Wein nel mondo dei fumetti avviene in DC Comics nel 1968 (all'età di 20 anni), quando scrive insieme a Marv Wolfman il numero 18 della prima serie di Teen Titans, Eye of the Beholder!

La collaborazione con la casa editrice diventa continuativa e Len realizza diverse storie per Adventure Comics, Flash e Superman e si afferma come uno degli autori del filone legato all'occulto e al paranormale. In quest'ambito, scrive alcune avventure di Phantom Stranger e - soprattutto - crea il personaggio di Swamp Thing

La misteriosa creatura della laguna dotata di poteri soprannaturali (alter ego dello scienziato Alex Olsen, poi Alec Holland) debutta nel 1971 in House of Secrets #92 e in seguito diventa il protagonista di 4 serie regolari e diversi speciali.

DC Comics
Swamp Thing di Len Wein
Swamp Thing nei fumetti DC

Successivamente, Len inizia a lavorare con Marvel Comics. Per la casa editrice di New York scrive alcune storie di Daredevil insieme al leggendario Roy Thomas e partecipa alla realizzazione di diversi albi di The Amazing Spider-Man, The Incredible Hulk, Fantastic Four, Marvel Team-Up, The Mighty Thor, Fantastic Four e The Defenders.

Advertisement

Durante la collaborazione con Marvel, rinnova la squadra degli X-Men insieme a Dave Cockrum e tra i nuovi membri introduce Wolverine (cui dà vita insieme ai disegnatori Herb Trimpe e John Romita Sr.). Il celebre mutante fa la sua prima (piccola) apparizione nel numero 180 della seconda serie di The Incredible Hulk, torna nell'albo 181 e viene presentato ufficialmente tra gli X-Men (insieme a Tempesta, Colosso, Nightcrawler Thunderbird) in Giant Size X-Men #1.

Marvel Comics
Hulk vs Wolverine
Hulk vs Wolverine in The Incredibile Hulk #181

Alla fine degli anni '70, Len torna a lavorare in DC Comics, cura la sceneggiatura di diverse storie per Batman e Green Lantern e supervisiona la miniserie cult Watchmen, scritta da Alan Moore (con cui aveva già collaborato in Swamp Thing) e disegnata da Dave Gibbons.

Advertisement

Nel 2008 viene inserito nella The Will Eisner Award Hall of Fame per il suo importantissimo contributo all'industria dei fumetti.

Il tributo del mondo dei fumetti (e non solo) a Len Wein

L'intero mondo dei fumetti (e non solo) ha reso omaggio alla memoria di Len Wein.

Come riporta Variety, il presidente di DC EntertainmentDiane Nelson, ha ricordato il celebre autore con parole piene di stima e di affetto:

Advertisement

Len Wein era una leggenda del mondo dei fumetti e una delle persone più accoglienti che io abbia mai incontrato da quando sono entrata in DC, 8 anni fa. Ha scritto o curato le storie di quasi tutti i più importanti personaggi DC. Praticamente, non ce n'è uno con cui non abbia avuto a che fare. Il suo talento mancherà tantissimo a me, a DC e a tutta l'industria del fumetto. Tutto il nostro amore e le nostre preghiere vanno a [sua moglie, n.d.r.] Christine, alla sua famiglia e ai suoi fan.

E lo stesso ha fatto Geoff Johns, presidente e direttore creativo responsabile della DC Comics:

Non tutti gli autori sono anche dei buoni direttori editoriali. Ma Len ha eccelso in entrambi i ruoli. Ha contribuito a rivitalizzare l'intero DC Universe.

Messaggi di cordoglio sono arrivati anche dal creatore di Sandman, Neil Gaiman, e da Mark Millar ("papà" di Wanted e Kick-Ass), che ha sottolineato come il lavoro del collega gli abbia dato da vivere come autore, oltre a regalargli infinito divertimento come lettore:

[twitter id="906998950397440000"]

[twitter id="906997698993250304"]

Un tributo commosso è arrivato anche da #Joss Whedon, new entry dell'Universo DC: 

Len è stato il co-creatore di Wolverine e dei nuovi X-Men. Ha contribuito a dare inizio alla nuova era dei fumetti con la sua metafora più potente. E molto altro. Riposi in pace.

[twitter id="907002300039708672"]

Le storie e la creatività visionaria di Len Wein mancheranno a tutti gli appassionati di fumetti. E non solo a loro.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Anche Robert Downey Jr. replica alle accuse di Tarantino

Leggi per sapere che cosa ha replicato Robert Downey Jr. in merito alle dichiarazioni che Quentin Tarantino ha fatto sui titoli prodotti da Marvel Studios.
Autore: Francesca Musolino ,
Anche Robert Downey Jr. replica alle accuse di Tarantino

Alcune dichiarazioni di Quentin Tarantino sui titoli prodotti da Marvel Studios hanno finito per alzare un polverone. Per questo motivo diversi attori che fanno parte del Marvel Cinematic Universe (MCU) si sono sentiti chiamati in causa e hanno voluto dire la loro in merito. 

Il primo che ha replicato a Tarantino è stato Simu Liu in qualità di protagonista del film Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli. Mentre in seguito anche Samuel L. Jackson che nell'MCU interpreta Nick Fury ha risposto alle parole pronunciate dal regista. Questa volta è il turno di Robert Downey Jr. attore che è conosciuto per il ruolo di Iron Man sempre all'interno dell'Universo Marvel.

Sto cercando altri articoli per te...