NASA: prima donna sulla Luna entro il 2024 con la missione Artemis

Autore: Danilo Abate ,
Copertina di NASA: prima donna sulla Luna entro il 2024 con la missione Artemis

Stando a quanto annunciato dall’amministratore della NASA Jim Bridenstine su Twitter, entro il 2024 l’uomo tornerà sulla Luna, ma l’aspetto più importante di tale annuncio riguarda soprattutto l’approdo sul nostro satellite naturale, per la prima volta in assoluto nella storia dell’umanità, di una donna:

La nostra nuova missione lunare si chiama Artemis, come la sorella di Apollo e dea della Luna. Siamo a dir poco entusiasti all’idea di portare sulla superficie lunare la prima donna e il prossimo uomo entro il 2024.

Advertisement

In un altro messaggio, stavolta postato da WomenNASA, Bridenstine evidenzia con forza l’importanza della nuova missione lunare Artemis, missione che potrà contare su un finanziamento dalla Casa Bianca di altri 1.6 miliardi di dollari (oltre ai 21 miliardi già a disposizione della NASA).

Questo programma formerà una nuova generazione di giovani ragazze, come anche mia figlia, che potranno finalmente vedersi in un modo che altrimenti mai avrebbero potuto immaginare.

Bridenstine si sofferma poi sul parallelismo fra quanto accaduto 50 anni fa con il programma Apollo e ciò che avverrà entro 5 anni:

Advertisement

La prima volta che l’uomo ha messo piede sulla Luna, lo ha fatto grazie a un programma di nome Apollo, un programma che ha rivoluzionato per sempre la storia dell’umanità. Ma Apollo aveva una sorella gemella di nome Artemis, la dea della Luna. Dunque penso che sia straordinario che, dopo 50 anni d’attesa, il programma Artemis riuscirà a portare, oltre al prossimo uomo, soprattutto la prima donna sul nostro satellite naturale.

Effettivamente, è quasi scioccante pensare che, su 12 persone nella storia che hanno avuto il privilegio di metter piede sulla Luna, nessuna fra queste sia stata una donna. Pare però che gli addetti ai lavori abbiano finalmente deciso di porre rimedio a questa mancanza.

AUBREY GEMIGNANI/NASA
L'amministratore della NASA Jim Bridenstine immortalato in un'apparizione pubblica
L'amministratore della NASA Jim Bridenstine

I finanziamenti annunciati dall’amministrazione Trump, a detta dell’amministratore della NASA, permetteranno inoltre di dare una spinta decisiva allo sviluppo di tecnologie più efficienti per l’atterraggio sulla Luna e la sua esplorazione.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Alan Moore sui cinecomic "precursori del fascismo"

Leggi cosa ha detto Alan Moore, autore di Watchmen, a proposito dei cinecomic in una lunga intervista al sito The Guardian.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Alan Moore sui cinecomic "precursori del fascismo"

Alan Moore, il noto autore di fumetti e opere cartacee la cui qualità artistica non è da mettere in discussione, è stato intervistato da The Guardian. Nella lunga intervista Moore ha parlato del fatto che non ama il mondo attorno ai fumetti e che tra le altre cose si sente responsabile dell'idea che i fumetti sono stati fatti passare per un prodotto per adulti. E in effetti i suoi lavori come Batman: The Killing Joke, Watchmen e V per Vendetta (solo per citarne alcuni) sono dei cult, che affascinano ancora oggi ragazzi e adulti appassionati.

In più Alan Moore ha espresso delle parole dure contro chi guarda i cinecomic, definendo questo divertimento nel tempo libero come un ritorno all'infanzia e, probabilmente estremizzando il suo concetto, un atto pericoloso che può portare al fascimo.

Sto cercando altri articoli per te...