Netflix perde ancora 1 milione di abbonati (ma è una buona notizia)

Autore: Giuseppe Benincasa ,
Netflix
1' 52''
Copertina di Netflix perde ancora 1 milione di abbonati (ma è una buona notizia)

Un calo sostanziale di 970 mila abbonati che, secondo Netflix, poteva essere peggiore, forse il doppio. Quindi il colosso dello streaming americano ha reagito positivamente a un calo previsto e contenuto nel secondo trimestre dell'anno 2022, dopo aver perso 200 mila abbonati nel primo trimestre. Il titolo i borsa infatti è salito del 6% in data 19 luglio 2022.

Non si è ripetuto quindi il disastroso periodo del primo trimestre. Questo calo si può definire forse naturale dato che si va incontro all'estate e alle vacanze, lontane dal divano di casa. Ma c'è sempre chi porta con sé un tablet per vedere le proprie serie TV: ecco eventualmente i migliori tablet per guardare Netflix dal mare o dalla montagna.

Advertisement

Gli abbonamenti globali a pagamento sono scesi da 221,64 milioni nel primo trimestre a 220,67 milioni, con un calo del 5,5% rispetto al calo del 6,7% registrato in aprile. Nella regione Asia-Pacifico gli abbonamenti sono cresciuti passando da 33,72 milioni a 34,80 milioni. Il calo maggiore si è registrato negli Stati Uniti e in Canada, dove si sono persi 1,3 milioni di abbonati passando dai 74,58 milioni di sottoscriventi attivi del primo trimestre a 73,28 milioni. L'Europa, il Medio Oriente e l'Africa hanno registrato un calo di 760.000 abbonati da 73,73 milioni a 72,97 milioni, mentre l'America Latina ha guadagnato 10.000 soci, passando da 39,61 milioni a 39,62 milioni.

Advertisement

Netflix ha fatto sapere ai suoi azionisti che nel 2021 vi è stato un ricavo di ben 6 miliardi di dollari su un fatturato di oltre 30 miliardi di dollari. Nel 2022 il ricavo del secondo trimestre è superiore a quello stesso trimestre dell'anno precedente  e le azioni valgono più dell'anno scorso ossia 3 dollari e 20 centesimi contro i 2 dollari e 97 centesimi del 2021.

Molto di questo "recupero" si deve al successo di serie come Stranger Things ma anche, purtroppo, alla politica di risparmio che ha portato al licenziamento di 450 dipendenti e ad alcuni cambio sede: da spazi più grandi a spazi più piccoli, con un risparmi importante sugli affitti. Inoltre, l'annuncio di un piano con la pubblicità ha quasi certamente giovato alla quotazione in borsa. Oltre a questo c'è anche la positività dell'azienda che ha annunciato una spesa di 17 miliardi di dollari in nuove produzioni.

Via Screendaily

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

8 fatti curiosi su The Sandman, parlano gli autori e gli interpreti

Scopri quali sono i fatti più curiosi raccontati dagli attori e dagli scrittori di The Sandman dal recente video di interviste pubblicato su YouTube.
Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
8 fatti curiosi su The Sandman, parlano gli autori e gli interpreti

È uscito sulla piattaforma YouTube un video di oltre 42 minuti con interviste ai principali interpreti e autori di The Sandman, lo show originale Netflix che sta riscuotendo grande attenzione tra gli appassionati di serie TV. Nel canale YouTube Still Watching Netflix, che si occupa di approfondire gli show del servizio di streaming, la presentatrice Feilica Day ha intervistato i seguenti membri del cast:

  • Tom Sturridge: Morfeo
  • Vivienne Acheampong: Lucienne
  • Boyd Holbrook: Il Corinzio
  • Jenna Coleman: Johanna Constantine
  • Vanesu Samunyai: Rose Walker

Si sono aggiunti a loro Neil Gaiman, creatore di Sandman e co-sceneggiatore della serie, e Allan Heinberg, showrunner. 
Da questo video, che potete visualizzare in lingua originale inglese qui, ho estrapolato 8 fatti interessanti e curiosi per voi.

Sto cercando altri articoli per te...