No Time To Die, James Bond in azione nello spot del Super Bowl 2020

Autore: Emanuele Zambon ,

Si lancia nel vuoto a bordo di alianti ipertecnolgici in grado di sfuggire ai radar. Lo fa vestito come noi la domenica mattina al bar e senza battere ciglio. È James Bond, naturale. Nello spot di No Time To Die proiettato negli stacchi pubblicitari al Super Bowl 2020 l'agente 007 fa molto altro, con un'occhio sempre all'eleganza, è ovvio.

Che sia un tuffo con avvitamento, una serata di gala in cui imbracciare un fucile o una nuotata sott'acqua, la cura per l'outfit è d'obbligo. Lo impone l'icona bondiana, lo esige il pubblico. Sparatorie, tentativi di uccisione, villain mascherati e il passato che riemerge completano il quadro del filmato andato in onda durante il confronto a stelle e strisce tra i Kansas City Chiefs e i San Franciso 49ers.

Advertisement

Advertisement
MGM
Una scena del trailer di No Time To Die

Bond è sceso dunque in campo durante il Super Bowl LIV per il suo ultimo match, quello che potrebbe cambiare ogni cosa. Innanzitutto sarà l'ultima partita di Daniel Craig, che dopo No Time To Die appenderà smoking e Walther PPK al chiodo, lasciando un vuoto enorme dopo 5 pellicole che sarà assai complicato da riempire. Per il 25esimo film di 007, poi, ecco un villain da Oscar, lo sfregiato Rami Malek intenzionato a mettere in scacco la sicurezza mondiale.

In No Time To Die, diretto da Cary Fukunaga, troveremo Bond intento a godersi una vita tranquilla da (baby) pensionato in Giamaica dopo essersi ritirato dal servizio attivo. Il suo quieto vivere viene però bruscamente interrotto quando Felix Leiter, vecchio amico ed agente della CIA, ricompare chiedendogli aiuto. La missione per liberare uno scienziato dai suoi sequestratori si rivelerà però essere più insidiosa del previsto, portando Bond sulle tracce di un misterioso villain armato di una nuova e pericolosa tecnologia.

Il 25 film di 007 arriverà nelle sale italiane il 9 aprile 2020. Nel cast troveremo Daniel Craig, Léa Seydoux, Ralph Fiennes, Rami Malek, Naomie Harris, Ben Whishaw, Rory Kinnear, Jeffrey Wright, Lashana Lynch, Dali Benssalah, Billy Magnussen, Ana De Armas e David Dencik.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Starzplay diventa Lionsgate+, cosa cambia?

Lionsgate+ è il nuovo nome di Starzplay, la piattaforma streaming che propone serie come The Serpent Queen, It's a Sin e Gaslit.
Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
Starzplay diventa Lionsgate+, cosa cambia?

Il servizio streaming Starzplay cambia nome, con un rebrand comunicato il 28 settembre 2022 in via ufficiale. Il nome scelto è Lionsgate+, che suonerà familiare a una larga fetta di pubblico: Lions Gate infatti è una casa di produzione cinematografica molto famosa, che vanta tra i suoi titoli The Day After Tomorrow, Cena con delitto - Knives Out, Zero Contact, nonché le saghe cinematografiche John Wick, Hunger Games e Twilight. Di seguito, il video con il promo di Lionsgate+:

Lionsgate+ è il nuovo nome del servizio in Europa e America Latina, mentre mantiene il nome Starz nel Nord America e il nome Starzplay Arabia nell'Asia sud-occidentale. Dal 29 settembre il nuovo nome e il nuovo logo saranno visibili agli abbonati di molte nazioni, tra cui l'Italia. Lionsgate+ permette di accedere a una libreria di titoli tra cui i drammi in costume della Royal Collection e serie come il thriller Gaslit, il poliziesco Express e i drammatici The Serpent Queen (di cui si può vedere il trailer) e It's a Sin.

Sto cercando altri articoli per te...