Nomadland di Chloé Zhao domina anche ai BAFTA 2021, confermando di essere il grande favorito agli Oscar 2021

Autore: Elisa Giudici ,
Copertina di Nomadland di Chloé Zhao domina anche ai BAFTA 2021, confermando di essere il grande favorito agli Oscar 2021

A due settimane dalla notte degli Oscar 2021, Nomadland di Chloé Zhao si conferma il film da battere dell'annata, anche sull'altra sponda dell'oceano Atlantico. Il film prodotto da Searchlight e vincitore del Leone d'Oro a Venezia (che già aveva raccolto il maggior numero di nomination dell'edizione) si conferma il più amato dalle giurie dell'annata. È Nomadland ha vincere come miglior film secondo i votanti dell'accademia inglese, che scelgono Chloé Zhao come miglior regista e Francis McDormand come miglior attrice protagonista, premiandone anche la fotografia

La regista Zhao ha dedicato anche questa vittoria alla comunità nomade statunitense con cui ha vissuto durante le riprese del film, riprendendone il motto: ci vediamo lungo la strada, see you down the road. 

Advertisement

Il film domestico più amato invece è il travolgente Una donna promettente, eletto miglior film britannico del 2021 e premiato anche per la sceneggiatura. Si dimostra particolarmente apprezzato anche The Father - Nulla è come sembra di Florian Zeller, che vince per la sceneggiatura non originale ma anche per il protagonista Anthony Hopkins, che in casa la spunta contro il grande favorito nella corsa agli Oscar Chadwick Boseman. 

Importante conferma anche per il beniamino di casa Daniel Kaluuya, che vince come attore non protagonista in Judas and the Black Messiah, mentre la miglior attrice non protagonista è la collega coreana Yuh-Jung Youn per il ruolo della nonna che arriva in soccorso della famiglia di migranti protagonista di Minari. 

BAFTA 2021: tutti i vincitori

Miglior film

  • Una donna promettente
  • The Father
  • The Mauritanian
  • Nomadland
  • Il processo ai Chicago 7

Nomadland Nomadland Empire, stato del Nevada. Nel 1988 la fabbrica presso cui Fern e suo marito Bo hanno lavorato tutta la vita ha chiuso i battenti, lasciando i dipendenti letteralmente per strada. ... Apri scheda

Miglior film britannico

  • Calm With Horses
  • Una donna promettente
  • The Father
  • His House
  • Limbo
  • The Mauritanian
  • Mogul Mowgli
  • La nave sepolta
  • Rocks
  • Saint Maud

Una donna promettente Una donna promettente Cassie è una donna giovane, divertente e affascinante, che sembra avere avuto tutto dalla vita. Tuttavia, senza amici, ancora a casa con i genitori e con un lavoro che non ... Apri scheda

Migliore attrice protagonista

  • Bukky Bakray – Rocks
  • Radha Blank – The Forty-Year-Old Version
  • Vanessa Kirby – Pieces of a Woman
  • Frances McDormand – Nomadland
  • Wunmi Mosaku – His House
  • Alfre Woodard – Clemency

Miglior attore protagonista

  • Riz Ahmed – Sound of Metal
  • Chadwick Boseman – Ma Rainey’s Black Bottom
  • Adarsh Gourav – La tigre bianca
  • Anthony Hopkins – The Father
  • Mads Mikkelsen – Un altro giro
  • Tahar Rahim – The Mauritanian

The Father - Nulla è come sembra The Father - Nulla è come sembra Tra le vie residenziali della Londra benestante, Anne si reca a far visita al padre Anthony nel suo appartamento. L'uomo, ottantenne, è rammaricato quando la figlia gli annuncia un prossimo ... Apri scheda

Advertisement

Migliore attrice non protagonista

  • Niamh Algar – Calm With Horses
  • Kosar Ali – Rocks
  • Maria Bakalova – Borat – Seguito di film cinema
  • Dominique Fishback – Judas and the Black Messiah
  • Ashley Madekwe – County Lines
  • Yuh-Jung Youn – Minari

Minari Minari Tutto ha inizio quando Jacob (Steven Yeun), immigrato coreano, trascina la sua famiglia dalla California all'Arkansas, deciso a ritagliarsi la dura indipendenza di una vita da agricoltore negli Stati Uniti ... Apri scheda

Advertisement

Miglior attore non protagonista

  • Daniel Kaluuya – Judas and the Black Messiah
  • Barry Keoghan – Calm With Horses
  • Alan Kim – Minari
  • Leslie Odom Jr. – Quella notte a Miami…
  • Clarke Peters – Da 5 Bloods
  • Paul Raci – Sound of Metal

Judas and the Black Messiah Judas and the Black Messiah A Chicago, verso le fine degli anni Sessanta, il criminale minorenne Bill O'Neal accetta di fare l'informatore per l'FBI dopo il suo arresto. Infiltrato da un agente nell'influente Black Panther ... Apri scheda

Miglior regista

  • Lee Isaac Chung – Minari
  • Thomas Vinterberg - Un altro giro
  • Shannon Murphy - Babyteeth
  • Chloé Zhao - Nomadland
  • Jasmila Žbanić - Quo Vadis, Aida?
  • Sarah Gavron - Rocks

Migliore opera prima di uno sceneggiatore, regista o produttore britannico

  • His House
  • Limbo
  • Moffie
  • Rocks
  • Saint Maud

His House His House Una coppia di rifugiati, dopo essere arrivati in Gran Bretagna dal Sud Sudan, si ritrovino a richiedere asilo politico e a cercare di adattarsi a una nuova vita. Dopo aver ... Apri scheda

Miglior film straniero

  • Un altro giro
  • Dear Comrades!
  • Minari
  • I miserabili
  • Quo Vadis, Aida?

Un altro giro Un altro giro C'è una teoria secondo cui dovremmo nascere con una quota di alcol nel sangue. Tale modesta percentuale aprirebbe la nostra mente al mondo che ci circonda, diminuendo i problemi e ... Apri scheda

Miglior documentario

  • Collective
  • David Attenborough: A Life on Our Planet
  • The Dissident
  • My Octopus Teacher
  • The Social Dilemma

Miglior film di animazione

  • Soul 
  • Onward - oltre la magia
  • Wolfwalkers

Soul Soul Joe Gardner, direttore di una banda musicale delle scuole medie appassionato di jazz, sogna da sempre di suonare all’Half Note, un prestigioso locale di New York. Improvvisamente, dopo 20 anni ... Apri scheda

Migliore sceneggiatura originale

  • Un altro giro
  • Mank
  • Una donna promettente
  • Rocks
  • Il processo ai Chicago 7

Migliore sceneggiatura non originale

  • La nave sepolta
  • The Father
  • The Mauritanian
  • Nomadland
  • La tigre bianca

Migliore colonna sonora originale

  • Mank
  • Minari
  • Notizie dal mondo
  • Una donna promettente
  • Soul

Migliore fotografia

  • Judas and the Black Messiah
  • Mank
  • The Mauritanian
  • Notizie dal mondo
  • Nomadland

Ma Rainey's Black Bottom Ma Rainey's Black Bottom Ma Rainey's Black Bottom è un film del 2020 diretto da George C. Wolfe. Sceneggiato da Ruben Santiago-Hudson, il film è l'adattamento cinematografico dell'omonima opera teatrale del 1984 di August ... Apri scheda

Migliori costumi

  • Ammonite
  • La nave sepolta
  • Emma.
  • Ma Rainey's Black Bottom
  • Mank

Migliore montaggio

  • The Father
  • Nomadland
  • Una donna promettente
  • Sound of Metal
  • Il processo ai Chicago 7

Sound of Metal Sound of Metal Il batterista Ruben forma con la fidanzata Lou il duo Blackgammon: i due vivono insieme e sono sempre in viaggio per le strade d'America, in tour da un club all'altro. ... Apri scheda

Advertisement

Migliore scenografia

  • La nave sepolta
  • The Father
  • Mank
  • Notizie dal mondo
  • Rebecca

Mank Mank La Hollywood degli anni '30 è rivalutata attraverso gli occhi e la graffiante ironia dello sceneggiatore alcolista Herman J. Mankiewicz mentre termina "Quarto potere". Apri scheda

Miglior trucco

  • La nave sepolta
  • Elegia americana
  • Ma Rainey's Black Bottom
  • Mank
  • Pinocchio

Miglior sonoro

  • Greyhound
  • Notizie dal mondo
  • Nomadland
  • Soul
  • Sound of Metal

Migliori effetti speciali

  • Greyhound
  • Mulan
  • The Midnight Sky
  • L'unico e insuperabile Ivan
  • Tenet

Tenet Tenet Il tempo per il nostro mondo sta per scadere, ed alcuni agenti entrano in azione per evitare un evento più catastrofico di una terza Guerra Mondiale o di un Olocausto ... Apri scheda

Miglior cast

  • Calm With Horses
  • Judas and the Black Messiah
  • Minari
  • Una donna promettente
  • Rocks

Migliore stella emergente (premio votato dal pubblico)

  • Bukky Bakray
  • Conrad Khan
  • Kingsley Ben-Adir
  • Morfydd Clark
  • Ṣọpẹ Dìrísù

Miglior short film britannico

  • Eyelash
  • Lizard
  • Lucky Break
  • Miss Curvy
  • The Present

Migliore short film di animazione

  • The Fire Next Time
  • The Owl and The Pussycat
  • The Song of a Lost Boy

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Perché Frances McDormand ha ululato come un lupo agli Oscar 2021?

Nomadland ha lasciato il segno alla cerimonia degli Oscar 2021. Per le 3 statuette vinte, sicuramente. Ma anche per il selvaggio ululato lanciato da Frances McDormand. Il bizzarro comportamento è stato un toccante tributo a una persona scomparsa.
Autore: Silvia Artana ,
Perché Frances McDormand ha ululato come un lupo agli Oscar 2021?

Gli Oscar 2021 hanno proposto agli spettatori una cerimonia decisamente diversa dal solito. La pandemia ha riscritto il copione della serata più glamour (e attesa) del mondo del cinema, ma le emozioni non sono mancate. E neppure i momenti "bizzarri".

Daniel Kaluuya che ha parlato dei suoi genitori che facevano sesso (provocando un epocale imbarazzo alla mamma e alla sorella sedute tra il selezionatissimo pubblico) e Glenn Close che ha ballato Da Butt si sono contesi fino all'ultimo il primato dell'episodio più strano e memorabile dell'edizione, ma Frances McDormand li ha battuti (per così dire) sul filo di lana. Alla fine del (serissimo) discorso di accettazione dell'Oscar per il Miglior film a Nomadland, l'attrice ha ululato come un lupo, lasciando a bocca aperta i presenti e gli spettatori a casa (trovate la scena nel video di seguito):

Sto cercando altri articoli per te...