Non solo Gomorra: Roberto Saviano tra cinema e serie TV

Autore: Simona Vitale ,
Copertina di Non solo Gomorra: Roberto Saviano tra cinema e serie TV

Tra i più importanti nomi del panorama letterario e giornalistico italiano e mondiale c'è sicuramente quello di Roberto Saviano, noto (tra le altre cose) per essere l'autore del celebre romanzo Gomorra - Viaggio nell'impero economico e nel sogno di dominio della camorra (2006). 

In questa sua opera prima, Saviano, napoletano classe 1979, ha affrontato un crudo viaggio nel mondo criminale degli affari della camorra portandoci nei luoghi dove l'organizzazione criminale è nata. Località come la Campania, Napoli, il Casertano, San Cipriano d'Aversa, visti attraverso gli occhi dell'autore che ben li conosce dall'infanzia e che offre agli occhi dei lettori in una prospettiva del tutto inedita.

Advertisement

Dal 2006 Roberto Saviano vive sotto scorta in virtù delle prime minacce di morte ricevute da parte di alcuni cartelli della camorra del clan dei casalesi, del quale denunciò l'operato nel corso di una manifestazione pro-legalità in una piazza di Casal di Principe. Se il nome di Saviano è indissolubilmente legato a quello del suo romanzo Gomorra, che ha ispirato un film di successo e una serie TV osannata in tutto il mondo, occorre ricordare che anche altre sue opere importanti sono diventate altrettanto validi adattamenti televisivo e cinematografici. 

Non ci resta che scoprire quali opere di Saviano hanno dunque ispirato più o meni celebri prodotti per il piccolo e grande schermo.

In alcuni casi lo scrittore ha servito a tali adattamenti anche nelle vesti di sceneggiatore (La paranza dei bambini e Gomorra - La serie).

Gli adattamenti cinematografici dei romanzi di Roberto Saviano

Gomorra (2008)

Diretto da Matteo Garrone, Gomorra è ispirato, come detto al romanzo d'esordio di Roberto Saviano Gomorra. Viaggio nell'impero economico e nel sogno di dominio della camorra.

Prodotto Consigliato 13.3€ da Amazon 11.20€ da OSCAR ABSOLUTE

La pellicola, a cui Saviano ha partecipato anche nelle vesti di sceneggiatore, ha ottenuto un grande successo commerciale, diventando uno dei film più visti in Italia nella stagione cinematografica 2007/08 e arrivando ad incassare, in tutto il mondo, oltre 47 milioni di dollari.

Nel cast, tra gli altri, nomi del calibro di Toni Servillo, Maria Nazionale e Gianfelice Imparato.

Advertisement

Gomorra, del quale potreste gustarvi il trailer qui sopra, si apre in un centro abbronzante, dove alcuni uomini si rilassano cercando abbronzatura con le lampade UV. Sopraggiungono alcuni amici che, dopo aver riso e scherzato con loro, li uccidono a colpi di pistola. Da qui la storia si snoda in quattro vicende concentrate intorno a diversi personaggi.

C'è Pasquale, un bravissimo sarto che lavora in nero per il settore dell'alta moda ed è pertanto sfruttato da un datore di lavoro ricattato a sua volta dagli strozzini della camorra. Don Ciro è un contabile che porta lo "stipendio" dato dai clan alle famiglie di coloro che hanno un affiliato morto o in carcere. Tra queste persone c'è Maria, una donna regolarmente pagata dalla camorra dopo la morte di suo marito, che però non riceverà più i soldi quando il figlio passerà agli scissionisti. Totò, invece, ha 13 anni ed è cresciuto all'ombra del mito del sistema camorristico, che "inizia" la sua carriera accettando di farsi sparare al petto con un giubbotto antiproiettile.

Non solo. La pellicola ci porta anche nel campo dello smaltimento dei rifiuti tossici in Campania, attività in cui sono impegnati Franco e Salvatore.

Infine, ci sono Marco e Ciro (detto Pisellino), due giovani delinquenti la cui brama di conquistare un potere alla Scarface, per intenderci, li porterà ben poco lontano. 

Tatanka (2011)

Tatanka è un film del 2011 diretto da Giuseppe Gagliardi e ispirato al racconto Tatanka scatenato che fa parte del libro La bellezza e l'inferno dell'autore partenopeo. 

Prodotto Consigliato 9.5€ da Amazon 8.00€ da PICCOLA BIBLIOTECA OSCAR

Advertisement

Interpretato nel ruolo del protagonista dal pugile Clemente Russo (al suo esordio cinematografico), Tatanka racconta la storia di Michele e Rosario, due amici sin dall'infanzia che vivono a Marcianise, un territorio nel quale sulle leggi dello Stato prevalgono quelle della Camorra.

Advertisement

I destini dei due amici saranno però molto diversi. Rosario diventerà un boss mentre Michele, dopo essere stato arrestato per omicidio e in seguito scarcerato, si affermerà nel mondo della boxe grazie all'aiuto di un allenatore. 

La pellicola ha ricevuto tre candidature ai Nastri d'Argento.

La paranza dei bambini (2019)

Interpretato interamente in lingua napoletana dai suoi protagonisti, La paranza dei bambini è un film del 2019 che rappresenta l'adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di Roberto Saviano.

Prodotto Consigliato 9.4€ da Amazon 9.40€ da UNIVERSALE ECONOMICA

Diretto da Claudio Giovannesi, il film ci porta a Napoli, nel 2018. Qui vive, nel rione Sanità, Nicola Fiorillo, un adolescente che passa le giornate alternando le sue uscite con amici e fidanzata all'attività di spaccio per conto di Lino Sarnataro, un boss della zona malvisto da tutti per le continue vessazioni nei confronti dei commercianti locali. Quando la polizia riesce ad arrestare vari camorristi, tra cui lo stesso Sarnataro, Fiorillo ne approfitterà per imporsi nel quartiere Sanità, anche grazie alla collaborazione con i fratelli Striano, gli unici rimasti del clan che un tempo comandava in quel luogo.

In poco tempo Nicola e il suo gruppo di amici riescono ad imporre il proprio potere anche grazie al camorrista Don Vittorio, che fornisce armi da fuoco alla nuova organizzazione criminale. Con il tempo la situazione peggiora; Nicola scopre che gli Striano continuavano a chiedere il pizzo ai commercianti a sua insaputa, inimicandosi oltre agli stessi Striano anche le varie "paranze" dei Quartieri Spagnoli, che cominciano a minacciare Nicola e la sua famiglia. Prevedibilmente, la storia si snoda attraverso agguati, vendette e irreparabili perdite umane.

I libri di Roberto Saviano diventati serie TV

Gomorra - La serie (2014 - in corso)

Gomorra - La serie è una serie TV italiana liberamente ispirata al romanzo Gomorra di Roberto Saviano, ma si discosta dal film omonimo con cui non ha correlazione per ciò che riguarda la trama.

Ideata dallo stesso Roberto Saviano e prodotta per Sky Atlantic in Italia, Gomorra - La serie, con le sue quattro stagioni sinora prodotte (la quinta e ultima è attualmente in fase di riprese), si è rivelata un autentico successo internazionale, arrivando ad imporsi anche al pubblico statunitense oltre a quello di tanti Paesi nel mondo.

Prodotto per Sky Atlantic, lo show è stato in gran parte girato nel quartiere Scampia di Napoli e inizialmente racconta la storia di Ciro Di Marzio detto "L'immortale" (Marco D'Amore) - per essere sopravvissuto a diversi agguati e tragedie - uno dei  membri del clan camorristico dei Savastano, guidato da don Pietro (Fortunato Cerlino), temuto e rispettato. Ciro ambisce, però, a diventare qualcosa di ben più importante di un semplice scagnozzo e per questo arriverà a tradire i Savastano. Della famiglia di Don Pietro fanno parte anche la moglie Immacolata (Maria Pia Calzone) e l'unico figlio, Gennaro (Salvatore Esposito). Quest'ultimo, da ragazzo apparentemente timido e impacciato a livello criminale, diverrà un boss spietato e capace di imporre, col tempo, il suo potere a livello locale e non solo.

La serie intreccia con quelle dei Savastano anche le vicende criminali (e non) del boss rivale Salvatore Conte (Marco Palvetti) e quelle dei personaggi che, stagione dopo stagione, diverranno sempre più cruciali e fondamentali ai fini della storia: Annalisa Magliocca detta "Chanel" (Cristina Donadio), Patrizia Santore (Cristiana Dell'Anna), Giuseppe Avitabile (Gianfranco Gallo) ed Enzo "Sangueblù" Villa (Arturo Muselli). 

Tra la quarta e la quinta stagione dello show si colloca il film L'immortale, diretto e interpretato da Marco D'Amore, che svela quanto accaduto all'amato-odiato personaggio di Ciro Di Marzio, dato per morto al termine della terza stagione di Gomorra - La Serie.

ZeroZeroZero (2020)

Ispirata all'omonimo romanzo di Roberto Saviano, ZeroZeroZero è una serie TV italiana diretta da Stefano Sollima e trasmessa da febbraio 2020 su Sky Atlantic. 

Prodotto Consigliato Libro Roberto Saviano ZeroZeroZero 11.4€ da Amazon 11.00€ da Feltrinelli

La serie TV segue il travagliato viaggio di un grande carico di cocaina da Monterrey, in Messico, a Gioia Tauro, in Italia. I venditori sono i fratelli Enrique e Jacinto Leyra, aiutati nelle loro attività criminali da Manuel Contreras e dal suo gruppo di soldati corrotti. L'acquirente è Don Minu La Piana, boss della 'Ndrangheta, la cui posizione di comando è duramente contestata dal nipote Stefano e dalla famiglia Curtiga.

Gli agenti incaricati della spedizione sono i Lynwoods, una famiglia americana di New Orleans che possiede una prestigiosa compagnia di navigazione. Le lotte interne tra i membri della 'Ndrangheta faranno sì che il carico venga dirottato verso l'Africa, causando un ritardo che avrà delle drammatiche ripercussioni per tutti coloro che sono interessati alla faccenda.

Non vi resta ora che fare un'intensa full immersion tra tutti questi film e serie TV che vi offrirranno un'ampia veduta, in chiave d'inchiesta e non solo, su quelle che sono le dinamiche fondamentali di alcune delle organizzazioni criminali più potenti al mondo.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Gomorra - La serie, chi vive e chi muore: il bilancio finale di morti e sopravvissuti

Sparatorie, alleanze, tradimenti e colpi di scena: la quinta stagione di Gomorra - La serie si è chiusa con il suo carico di morte e disperazione. Quello che segue è il bilancio del finale: ovviamente, include grossi spoiler.
Autore: Alessandro Zoppo ,
Gomorra - La serie, chi vive e chi muore: il bilancio finale di morti e sopravvissuti

L'apocalisse promessa è arrivata. Il cerchio di morte e distruzione di Gomorra - La serie si è chiuso, in un inevitabile bagno di sangue. L'epico scontro finale tra Genny Savastano (Salvatore Esposito) e l'Immortale Ciro Di Marzio (Marco D'Amore) ha spedito tutti all'inferno. Nessun martire, soltanto vittime: pedine di un annientamento senza misericordia.

Non è vero che c'è sempre stata la possibilità di una scelta. Nel mondo di #Gomorra non ci sono alternative né regole. Tutto accade e si consuma alla luce del sole, o al buio delle luci al neon: la vendetta, il regolamento di conti, la brama di potere, la mattanza per ottenerlo. Era facile prevedere che nessuno sarebbe uscito vivo da Secondigliano e Scampia: il finale della quinta stagione non fa altro che confermarlo.

Sto cercando altri articoli per te...